Torta rustica vegan con lenticchie rosse Ricette di Cucina Naturale

08/01/2014 di Federica Del Guerra

Ideale per una festa, un compleanno, per un gustoso aperitivo o una cena da amici. La torta salata vegan di lenticchie rosse è soffice e leggera, senza prodotti di origine animale, arricchita dal sapore di semi vari e dalla vostra fantasia

Torta rustica salata con lenticchie rosse

Torta rustica vegan con lenticchie rosse

Difficile rinunciare alla tentazione di un'invitante fetta di torta salata che di solito troviamo sulla tavola degli aperitivi, durante feste o cene in condivisione: tutte situazioni di relax, dove ci si lascia andare facilmente alla lussuria del palato.

Troppo spesso però, quella che sembra un'innocua porzione di piacere si trasforma in una carica calorica eccessivamente ricca. Fra gli ingredienti più gettonati troviamo formaggi di ogni genere e sapore in abbondanza, uova e burro, e solo per rifinire qualche residuo di una qualsiasi verdura, che colora il tutto donando alla vista una vana certezza di leggerezza. Un mix sicuramente gustoso, ma non troppo salutare e innocuo per la nostra salute e girovita: abusare e concedersi qualche fetta di troppo è infatti una tentazione irresistibile.

Di solito la sfoglia usata viene acquistata fra i prodotti convenzionali in commercio: una base ricca di grassi idrogenati oggi disponibile anche nella versione "salute" con grassi non idrogenati, ma contenente comunque farina bianca raffinata, un eccesso di sale, oli vegetali in abbondanza, margarine o burro che ne garantiscono la croccantezza e friabilità alla quale l'industria alimentare ci ha abituato.

Fra le piccole e quotidiane rivoluzioni domestiche che possiamo mettere in pratica, si scopre che anche cucinando una semplice torta salata è possibile dare forma al concetto di sobrietà: rinunciando alla sfoglia convenzionale preparandola in casa con ingredienti naturali, olio extravergine di oliva e farina integrale; dando importanza e priorità alla verdura di stagione protagonista della torta; rinunciando all'uso di derivati animali quali formaggi, burro e uova; arricchendola con semi e spezie che le donano un sapore e un gusto unico.

Il risultato è un piatto da raccontare, non un ammasso di ingredienti messi insieme, ma una vera e propria alchimia in cucina, che prevede varie fasi di lavorazione durante le quali non possono mancare due ingredienti fondamentali: cura e amore.

-

Torta rustica vegan con lenticchie rosse

Ingredienti per la base (diametro teglia 24 cm)
250 g farina integrale o semintegrale
3 cucchiai olio extravergine oliva
1 cucchiaino di lievito naturale cremortartaro
un cucchiaino di sale marino integrale
acqua q.b.

Procedimento: in una capiente ciotola versate la farina, unite il sale e il cremortartaro e mescolate bene. Fate un buco al centro nel quale inserire l'olio e piano piano l'acqua necessaria per impastare. Lavorate energicamente fino a che non avrete ottenuto un impasto compatto ma morbido, elastico e non duro. Lasciate riposare per 30 minuti in frigo.

Ingredienti per la farcia
3 patate medie
2 bicchieri di lenticchie rosse
uno spicchio di aglio
una rondella di zenzero
mezzo peperoncino piccolo
2 foglie di salvia
olio extravergine di oliva q.b.
sale marino integrale q.b.
acqua o brodo vegetale q.b.

Per guarnire la superficie della torta: semi di sesamo, semi di papavero e mandorle tritate q.b.

In un pentolino mettete a bollire dell'acqua con una manciata di sale grosso e le patate non sbucciate. Fate cuocere fino a che non risulteranno morbide. Scolatele, fatele raffreddare e sbucciatele. Con un passatutto o una forchetta schiacciatele bene, mescolando con cura questo impasto che momentaneamente lascerete da parte.

Nel frattempo mettete in una pentola un filo d'olio, fate scaldare e soffriggete lo spicchio di aglio intero schiacciato e il peperoncino, aggiungete un pò di acqua per non far scaldare troppo l'olio, incorporate quindi lo zenzero tagliuzzato finemente, la salvia e le lenticchie precedentemente lavate sotto acqua corrente. Mescolate bene e aggiungete l'acqua calda o il brodo vegetale necessario a coprire le lenticchie. Salate. Tenete da parte dell'altra acqua calda o brodo che vi servirà da aggiungere durante la loro cottura. Di solito in 15-20 minuti sono cotte, non preoccupatevi se tendono a sfarsi leggermente, il sapore donato alla torta non varia. Terminata la cottura fatele raffreddare.

Stendete la vostra base con l'aiuto di un matterello ottenendo una sfoglia elastica e sottile, ma non troppo sottile perché deve sostenere e dare corpo alla torta. Rivestite di carta da forno una teglia e adagiatevi sopra la base, tagliando il bordo in eccesso che fuoriesce che utilizzerete per preparare le strisce decorative per la superficie.

Togliete dalle lenticchie l'aglio schiacciato e le foglie di salvia, e unitele alle patate. Mescolate bene, assaggiate di sale e se necessario correggete ma senza esagerare.

Adagiate la vostra farcia sulla base, versatevi sopra una cascata di semi di sesamo, mandorle tritate e semi di papavero. Incorporate le strisce verticali e orizzontali formando la caratteristica griglia. Un filo d'olio sulla superficie e la torta è pronta per essere infornata a 200° per 40 minuti circa.

Fate raffreddare un pò prima di servire in tavola: ottima se accompagnata da verdure crude e cotte di stagione.

-

Segui il Blog Ricette di Cucina Naturale QUI

Altre ricette:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra