Riconoscersi in ciò che è

(174 articoli)

Immagini ed esperienze in chiave di bioregionalismo, ecologia profonda e spiritualità naturale (o laica). Di Paolo D'Arpini

Attuazione bioregionale e considerazioni sul cambiamento possibile

Attuazione bioregionale e considerazioni sul cambiamento possibile

18 Gennaio 2018 di Lorenzo Merlo

"Dopo aver magnato, magnato e ben bevuto, ora siamo al rifiuto di ciò che abbiamo avuto." -  Siamo a proporlo come soluzione, anche a chi ancora non ne ha abbastanza e anche a chi non ne ha avuto per niente.

La notte senza tempo

La notte senza tempo

20 Dicembre 2017 di Paolo D'arpini

Capodanno nel bosco per riscoprire la sacralità della natura.

Alimentazione ecologica, veganesimo ed etica

Alimentazione ecologica, veganesimo ed etica

05 Dicembre 2017 di Caterina Regazzi

Il cibo è un componente fondamentale della nostra socialità: scegliamolo sano, etico e bioregionale!

Oriente ed Occidente da che parte stanno?

Oriente e Occidente da che parte stanno?

27 Novembre 2017 di Paolo D'Arpini

Come riconoscere Oriente e Occidente su questa Terra che gira? Il paradosso delle divisioni.

Di favola in favola

Di fiaba in fiaba

13 Novembre 2017 di Franca Oberti

Social network: l'orco esce dalle fiabe...

Simbiosi mutualistica tra esseri viventi e la crescita di animali considerati "nocivi", come i topi

Simbiosi mutualistica tra esseri viventi e la crescita di animali considerati "nocivi", come i topi

26 Ottobre 2017 di Paolo D'Arpini

Il rapporto tra uomo e animali è molto importante per l'agricoltura, ma l'aumento di alcune specie animali può rivelarsi invece nociva. Come evitare la presenza di animali "indesiderati" senza spargimento di sangue?

Le profezie di Rasputin e la nostra epoca

Le profezie di Rasputin e la nostra epoca

09 Ottobre 2017 di Paolo D'arpini

L'uomo, la specie umana, sente l'alito della morte soffiare sul suo volto. La civiltà mai come oggi sembra in procinto di crollare ignominiosamente, sia dal punto morale che ecologico. Di profezie catastrofiste abbondano le cronache ma, lasciando da parte quelle criptiche di Nostradamus e quelle chiaramente a sfondo religioso (di Fatima o di Medjugorje), o di carattere  new age (Maya, etc.), non possiamo ignorare le previsioni del monaco "maledetto" Rasputin per la loro aderenza ai tempi in cui viviamo.