In preparazione del Collettivo Ecologista 2015 Riconoscersi in ciò che è

29/10/2014 di Paolo D'arpini

Al fine di conoscerci meglio ed iniziare a lavorare assieme per l'organizzazione del prossimo Incontro Collettivo Ecologista 2015, abbiamo pensato di  riunirci sabato 8 novembre 2014, a casa di Pietro (a Montecorone di Zocca in Emilia), verso le ore 17:00, per fare un primo giro di pareri e proposte.

In preparazione del Collettivo Ecologista 2015

In preparazione del Collettivo Ecologista 2015

I temi che ci stanno a cuore sono quelli della agricoltura contadina, dell'economia solidale, dell'ospitalità e della collaborazione, dell'abitare in comunità, della spiritualità naturale etc.

La Rete Bioregionale Italiana si ritrova già da qualche anno in corrispondenza del Solstizio Estivo e nel 2015 l'incontro si  svolgerà a Montecorone a casa di Pietro.
Per avere informazioni su cosa è la Rete Bioregionale si può vedere, il Manifesto della Rete Bioregionale Italiana pubblicato qui:

Durante l'incontro ci sono momenti di festa e momenti di condivisione di esperienze, momenti di celebrazione e momenti di lavoro. Tutto è compreso nello spirito bioregionale.

L’incontro Collettivo Ecologista si tiene in corrispondenza del solstizio estivo, facendolo combaciare con il fine settimana, quindi è della durata di due giorni. Alcune persone verranno da lontano per raccontare le loro esperienze e fare proposte utili allo sviluppo della pratica bioregionale, e si fermeranno anche a dormire; il cibo viene condiviso, ognuno porta cioè qualcosa dal suo luogo di origine, la cucina ed il riordino si fanno a turno, in forma volontaria, e così pure il servizio di pulizia della casa che ci ospita. Infine i partecipanti lasciano un’offerta volontaria per le spese generali per la conduzione dell’incontro stesso (a cappello).

Durante l’incontro collettivo ecologista solitamente vengono discussi i modi per continuare a mantenere vivo l’esempio fornito attraverso la pratica del bioregionalismo e si sviluppa l’esigenza di un approfondimento sui temi specifici dell’ecologia: quello sociale, quello alimentare, quello agricolo, quello dell'ospitalità rurale, quello tecnologico, etc. senza trascurare i risvolti spirituali connessi alla pratica ecologica soprattutto quelli relativi alla “spiritualità della natura”.

L’Incontro può anche essere una occasione per mostrare i propri manufatti, conserve e oggetti artigianali autoprodotti, opere d’arte, libri, etc. o per cantare, danzare, mostrare proprie capacità artistiche, meditare insieme etc e solitamente il sabato sera si accende un fuoco al quale sostare dinanzi in raccoglimento.

Si potrà prevedere una passeggiata nei boschi, la domenica mattina presto, per raccogliere erbe commestibili, funghi, bacche o altro. Ognuno dei partecipanti mette a disposizione degli altri le sue conoscenze e capacità. Insomma lo scopo dell’incontro è quello di sentirsi tutti “a casa”, qualsiasi sia il luogo che ci ospita in quel momento, e questo cercando di viverlo durante i due giorni del convivio, riconoscendo il luogo che ci accoglie come il nostro, dal punto di vista naturale, ambientale, umano, sociale.

Quindi intanto invitiamo tutti gli amici e chi vuole partecipare a questo incontro, sabato pomeriggio, 8 novembre 2014, alle ore 17:00 per un primo approccio.

Vi aspettiamo, Caterina, Pietro e Paolo

Informazioni logistiche per chi non conoscesse la casa di Pietro: tel 340 2148222 - bioregionalismo.treia@gmail.com

paolo darpini

12/05/2015 08:51

Incontro Collettivo Ecologista 2015

Ca' Lamari, Montecorone di Zocca (Modena)

20 giugno 2015:
Dal mattino accoglienza dei viaggiatori che vengono da lontano e si sistemano e fanno amicizia con il luogo ed i suoi abitanti. Pic-nic al sacco autogestito
Ore 16 – Primo giro di condivisione con il bastone della parola, facilitatore Paolo
Ore 18 - Escursione erboristica nei dintorni alla ricerca di fiori ed erbe per la preparazione dell'acqua benedetta solstiziale, accompagnatrice Nelly
Ore 19.30 – Cena condivisa all'aperto con il cibo da ognuno portato e con l'integrazione di pane cotto al forno a legna, insalata rustica etc. a cura di Monica C.
Ore 21 – Accensione del fuoco rituale nell'aia. Danza sciamanica e salto del fuoco, a cura di Pietro di Tolè
Ore 22 – Osservazione delle stelle, mantra e meditazione
21 giugno 2015:
Ore 9.30 – Gita a piedi nel bosco fino a Montecorone, conduce Pietro
Ore 10.30 - Panoramica dalla piazza su Sasso di Sant'Andrea, e giro di condivisione con il bastone della parola attorno ad un quecia centenaria, facilitatore Sergio
Ore 12.30 – Ritorno a Ca' Lamari e pranzo bioregionale a cura di Monica C.
Ore 15.30 – Esperimenti di ecopsicologia corporea a cura di Monica F.
Ore 16.30 – Giro di condivione con il bastone della parola e presentazione del nuovo numero di "Quaderni di Vita Bioregionale 2015", facilitatrice Caterina
Ore 18.30 - Conclusioni e scambio indirizzi. Per chi resta musica e danze agresti

Partecipazioni: La partecipazione al Collettivo Ecologista è libera e volontaria, la manifestazione non è coperta da polizza assicurativa. Si richiede una compartecipazione ai lavori comunitari ed il rispetto dei luoghi e delle norme di convivenza ecologista. A chi usufruisce della mensa prandiale sarà richiesto un piccolo contributo forfettario. Si potrà pernottare a Ca' Lamari venendo muniti di sacco a pelo. Possibilità di montare la propria tenda. Per le spese generali girerà un cappello.

Come Raggiungere Ca' Lamari: In treno – Da Bologna o Modena prendere il treno locale per Vignola. Da lì recarsi alla fermata autobus che si trova in centro città (tra Acquerello e Pegaso), partenza autobus per Zocca: 8.10 – 10.20 – 12.10 – 13.10 – 17.40 – 18.45. Scendere a fermata Sassi (subito dopo Rocca Malatina), poi imboccare Via Lamari e proseguire sino alla casa di Pietro. - In auto: Da bologna o da Modena andare a Vignola e da qui prendere la strada provinciale per Zocca, passando da Guiglia. Dopo Guiglia proseguire verso Zocca e superata la frazione chiamata Rocca Malatina, dopo circa 1 chilometro la strada curva a destra ma prima della curva a sinistra si vedrà il cartello che indica Via Lamari, mentre a destra si vede la traversa chiamata Via Tintoria, dirigersi con l'auto in Via Tintoria e parcheggiare dove si può e poi prendere Via Lamari a piedi. La casa di Pietro è la seconda lungo la strada a circa 400 metri dal bivio.

Condivisioni: Durante i due giorni dell'Incontro sarà possibile esporre e scambiare le proprie autoproduzioni artigianali ed artistiche: libri, riviste, oggetti d'uso, conserve e oli, etc.

Per info. sui programmi: bioregionalismo.treia@gmail.com – Cell. 333.6023090
Per info. logistiche: Tel.: 059/989639 - 340.2148222

paolo darpini

12/05/2015 08:46

Incontro Collettivo Ecologista 2015

Ca' Lamari, Montecorone di Zocca (Modena)

20 giugno 2015:
Dal mattino accoglienza dei viaggiatori che vengono da lontano e si sistemano e fanno amicizia con il luogo ed i suoi abitanti. Pic-nic al sacco autogestito
Ore 16 – Primo giro di condivisione con il bastone della parola, facilitatore Paolo
Ore 18 - Escursione erboristica nei dintorni alla ricerca di fiori ed erbe per la preparazione dell'acqua benedetta solstiziale, accompagnatrice Nelly
Ore 19.30 – Cena condivisa all'aperto con il cibo da ognuno portato e con l'integrazione di pane cotto al forno a legna, insalata rustica etc. a cura di Monica C.
Ore 21 – Accensione del fuoco rituale nell'aia. Danza sciamanica e salto del fuoco, a cura di Pietro di Tolè
Ore 22 – Osservazione delle stelle, mantra e meditazione
21 giugno 2015:
Ore 9.30 – Gita a piedi nel bosco fino a Montecorone, conduce Pietro
Ore 10.30 - Panoramica dalla piazza su Sasso di Sant'Andrea, e giro di condivisione con il bastone della parola attorno ad un quecia centenaria, facilitatore Sergio
Ore 12.30 – Ritorno a Ca' Lamari e pranzo bioregionale a cura di Monica C.
Ore 15.30 – Esperimenti di ecopsicologia corporea a cura di Monica F.
Ore 16.30 – Giro di condivione con il bastone della parola e presentazione del nuovo numero di "Quaderni di Vita Bioregionale 2015", facilitatrice Caterina
Ore 18.30 - Conclusioni e scambio indirizzi. Per chi resta musica e danze agresti

Partecipazioni: La partecipazione al Collettivo Ecologista è libera e volontaria, la manifestazione non è coperta da polizza assicurativa. Si richiede una compartecipazione ai lavori comunitari ed il rispetto dei luoghi e delle norme di convivenza ecologista. A chi usufruisce della mensa prandiale sarà richiesto un piccolo contributo forfettario. Si potrà pernottare a Ca' Lamari venendo muniti di sacco a pelo. Possibilità di montare la propria tenda. Per le spese generali girerà un cappello.

Come Raggiungere Ca' Lamari: In treno – Da Bologna o Modena prendere il treno locale per Vignola. Da lì recarsi alla fermata autobus che si trova in centro città (tra Acquerello e Pegaso), partenza autobus per Zocca: 8.10 – 10.20 – 12.10 – 13.10 – 17.40 – 18.45. Scendere a fermata Sassi (subito dopo Rocca Malatina), poi imboccare Via Lamari e proseguire sino alla casa di Pietro. - In auto: Da bologna o da Modena andare a Vignola e da qui prendere la strada provinciale per Zocca, passando da Guiglia. Dopo Guiglia proseguire verso Zocca e superata la frazione chiamata Rocca Malatina, dopo circa 1 chilometro la strada curva a destra ma prima della curva a sinistra si vedrà il cartello che indica Via Lamari, mentre a destra si vede la traversa chiamata Via Tintoria, dirigersi con l'auto in Via Tintoria e parcheggiare dove si può e poi prendere Via Lamari a piedi. La casa di Pietro è la seconda lungo la strada a circa 400 metri dal bivio.

Condivisioni: Durante i due giorni dell'Incontro sarà possibile esporre e scambiare le proprie autoproduzioni artigianali ed artistiche: libri, riviste, oggetti d'uso, conserve e oli, etc.

Per info. sui programmi: bioregionalismo.treia@gmail.com – Cell. 333.6023090
Per info. logistiche: Tel.: 059/989639 - 340.2148222

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra