Varietà di oli alimentari

D'oliva, di noce, di semi: esistono moltissime varietà di olio. Siamo sicuri di conoscerle tutte? Ecco una lista delle varie tipologie, con qualche informazione su proprietà e caratteristiche.

17 Novembre 2017
Varietà di oli

Olio di semi di sesamo: presenta un tenore equivalente di grassi monoinsaturi e omega 6 ed è ricco di antiossidanti, che ne prevengono anche l'irrancidimento. Contiene vitamine (A, E, B1, B2 e B3), interviene
come regolatore dello sviluppo cellulare e aiuta a riequilibrare le funzioni dell'organismo in caso di nausea, vomito e mal di testa. È preferibile usarlo crudo dato che, quando cotto, si altera la concentrazione dei grassi polinsaturi con una loro diminuzione e aumento dei monoinsaturi.

Olio di soia: contiene lecitina, acidi grassi polinsaturi della serie omega 6 e omega 3, sali minerali e vitamina E, dall’azione antiossidante. Viene consigliato durante la menopausa per alleviarne i disturbi.

Olio di semi di girasole: ha un buon rapporto fra acidi grassi polinsaturi (il 65%) e monoinsaturi, svolge un’azione a livello della mucosa intestinale e inibisce l’assorbimento del colesterolo. È inoltre ricco di
vitamina E.

Olio di semi di lino: è quello che contiene un maggior numero di acidi grassi del tipo omega 3, ha quindi una funzione antipertensiva, anticolesterolo, antitumorale, oltre a essere adatto durante la gravidanza e
l'allattamento per la presenza di omega 3 di orgine vegetale. È indispensabile per lo sviluppo del sistema nervoso del feto e poi del bambino. Va usato esclusivamente a crudo e irrancidisce facilmente.

Olio di noce: ha un elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi.

Olio di vinaccioli: è ricco di acidi grassi polinsaturi e vitamina E.

Olio di semi di zucca: contiene delle sostanze che alcuni autori ritengono siano in grado di prevenire il tumore prostatico, acidi grassi polinsaturi soprattutto del tipo omega 3, vitamina A e oligoelementi.

Olio di oliva: presenta il 74% di acidi grassi monoinsaturi e il 16% di saturi, non sono invece presenti quelli polinsaturi e c’è una proporzione di omega 6 e omega 3 di 9 a 1.

-

Tabella tratta dal libro Gravidanza: la dieta ideale

Suggerimenti pratici su come mangiare, sui nutrienti e le combinazioni più opportune, analizzando anche che cosa accade a mamma e feto durante i tre trimestri, per una dieta sana ed equilibrata non solo in caso di disturbi e carenze nutrizionali, ma come scelta obbligata per tutte le donne che vogliono condurre una gravidanza consapevole.

Oltre alle ricette, il volume contiene numerosi consigli utili per affrontare con metodi naturali nausea e vomito, stitichezza, fastidi vaginali, ma anche ipertensione, diabete gestazionale ed eclampsia.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra