La finanza nella testa

La finanza è un gioco pericoloso, un gigantesco tira e molla tra euforia e paura. Nicole Foss, ricercatrice fuori dal coro esperta in tema di picco del petrolio, ci aiuta a capirne i meccanismi e ci dà i suoi consigli per far fronte alla crisi economica.

30 Gennaio 2012

Crisi economica, picco del petrolio e finanza
Ormai è chiaro: l'era «post petrolio» non sarà caratterizzata dalla fine del petrolio in sé. Per quanto ne sappiamo, di greggio sotto i nostri piedi ce ne potrebbe essere ancora tantissimo. Si tratta però di una risorsa che già allo stato attuale è sempre più difficile, e quindi costoso, raggiungere: aumenta il numero dei pozzi off-shore, si moltiplicano le guerre per accaparrarsi i giacimenti, si trivellano aree prima scartate per la scarsa qualità del petrolio estratto, come nel caso della Sicilia, dell'Abruzzo e della Basilicata. Insomma, non è finito il petrolio, ma sta finendo il petrolio a basso costo. Di questo ci accorgiamo già ogni volta che andiamo a fare benzina. Il petrolio però non serve solo a muovere le nostre automobili, ma è l'ingrediente essenziale per un intero sistema di vita di cui ognuno di noi fa parte, volente o nolente.

Ne abbiamo parlato recentemente con  Nicole Foss, ricercatrice finanziaria esperta di picco petrolifero, che ha risposto alle  nostre domande in un'interessante intervista intitolata "Les jeux sont faits", che trovate sul numero di  Febbraio 2012 del Mensile Terra Nuova.

Chi è Nicole Foss?
E' co-editrice del blog The Automatic Earth, dove scrive sotto lo pseudonimo di Stoneleigh. Il sito integra finanza, energia, ambiente, psicologia, demografia e politica per tentare di dare una risposta alla seguente domanda: perché ci troviamo nella situazione attuale? Prima di fondare questo sito, Nicole Foss era direttrice di The Oil Drum Canada (www.theoildrum.com), dove scriveva su finanza e picco petrolifero. Ha precedentemente vissuto nel Regno Unito, dove era ricercatrice presso la Oxford Institute for Energy Studies, specializzandosi in sicurezza nel settore nucleare.
Le sue qualifiche accademiche includono una laurea in biologia presso la Carleton University (Canada), un diploma post-laurea in controllo dell'inquinamento atmosferico e acquatico e un diploma LLM in legge internazionale dello sviluppo presso la University of Warwick (Uk).


La versione completa dell'articolo "Les jeux sont faits - intervista a Nicole Foss" è pubblicata nel numero cartaceo della rivista Terra Nuova Febbraio 2012 disponibile anche come eBook.  



di Nicholas Bawtree e Martina Rafanelli

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra