Dentifricio fai da te all'argilla bianca

Ecco come prepararvi a casa un’alternativa al dentifricio in pasta, molto comodo quando siete in viaggio, perché si preleva una piccola quantità con un cucchiaino, dove si intinge lo spazzolino umido; si usa poi come un normale dentifricio cremoso. Unica accortezza, non immergere mai lo spazzolino umido direttamente nel barattolo.

05 Gennaio 2017
Dentifricio fai da te all'argilla bianca

Per 20 g circa di dentifricio occorrono:

3 cucchiai di argilla bianca finissima (si trova in farmacia anche con il nome di caolino farmaceutico)

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1 cucchiaino di sale integrale fino

1 cucchiaino di tè verde

1 cucchiaio abbondante di salvia e menta in polvere

Mettere bicarbonato, sale, tè e spezie nel macina caffè per ridurli in polvere finissima. Setacciare in un sacchettino ottenuto da un collant velato di recupero. Aggiungere l’argilla ed eventualmente qualche goccia di olio essenziale. Trasferire in un barattolo di vetro con coperchio.

Consigli utili e conservazione

- si conserva per più di 6 mesi

- se entra a contatto con l’acqua potrebbe ossidarsi

- data l’azione abrasiva del prodotto, sarebbe preferibile alternarlo con un dentifricio in pasta biologico

- non è indicato per gengive sensibili

di E. Nicoli


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra