Ricette naturali per la manutenzione e cura della lavastoviglie

Senza detersivi chimici, antiodoranti e anticalcare inquinanti, impariamo i piccoli trucchi, le ricette naturali e i consigli utili per mantenere pulita e funzionante la lavastoviglie.

11 Gennaio 2017
Ricette naturali per la manutenzione e cura della lavastoviglie

I detersivi per lavastoviglie sono senz’altro più aggressivi di quelli per i lavaggi a mano, contengono infatti cloro (come disinfettante) e a lungo andare risultano responsabili della distruzione dei colori della porcellana e della ceramica.

I brillantanti, che contengono acidi organici e tensioattivi, si depositano generalmente sulle stoviglie formando un leggero strato difficilmente eliminabile con il risciacquo.

Se proprio non volete fare a meno della lavastoviglie, provate ad “addolcire” l’acqua con un filtro per limitare la quantità del detersivo.

Il sale azzurrante può essere sostituito dal normale sale da cucina, che ha un prezzo inferiore.

Per mantenere in buon uso la lavastoviglie ed evitare dannose incrostazioni di calcare ogni tanto fare un lavaggio a vuoto aggiungendo all’acqua calda del programma un litro di aceto.

Piatti e stoviglie vanno sempre ripuliti da eventuali residui di cibo, prima di introdurli nella lavastoviglie, per evitare di intasare troppo frequentemente il filtro.

Consigliamo di mettere in funzione l’elettrodomestico a pieno carico, differenziando le stoviglie più delicate da quelle più resistenti a detersivi più aggressivi e ad alte temperature. Come nel caso della lavatrice, usando acqua meno dura ci sarà bisogno di una minore quantità di detersivo e sale.
Evitare l’uso del brillantante, sostituibile con acido citrico, succo di limone e aceto, che non vanno mai dispersi dentro la lavastoviglie ma solo versati nell’apposita vaschetta.

Non introdurre in lavastoviglie:

• stoviglie e pentole troppo ingombranti: meglio non sprecare lo spazio;

• tazze o altri oggetti in porcellana decorata;

• le posate con manico di legno;

• teiere e caffettiere;

• gli utensili in legno come cucchiai, posate o il tagliere;

• gli oggetti di plastica sensibile al calore.

- Per una buona e semplice manutenzione mensile, fare un lavaggio a vuoto aggiungendo un litro di aceto.

- In alternativa al brillantante nella vaschetta della lavastoviglie aggiungere un cucchiaio di acido citrico o versavi 1 bicchiere di aceto oppure nel portaposate mettere un limone diviso a metà.

Testo tratto da: Pulire al naturale

Ricette semplici ed ecologiche per la casa e il bucato senza l'utilizzo di prodotti tossici e inquinanti

Per ottenere un pulito splendente dobbiamo per forza intossicarci e inquinare? Questo libro ci conduce in modo leggero e divertente a scoprire le alternative più efficaci e sicure per le pulizie domestiche, nel pieno rispetto dell'ambiente e della salute.

Nasce dalla necessità di difendersi dall'aggressione chimica di detersivi, spray, deodoranti e biocidi responsabili dell'inquinamento indoor, una delle maggiori cause delle alterazioni del nostro sistema immunitario, con conseguenti sensibilizzazioni ad allergie e intolleranze.

Un valido prontuario di rapida consultazione, con tutti i consigli pratici e i trucchi del mestiere, raccolti nel corso degli anni dalla ricerca e dall'esperienza dell'Associazione Uomini Casalinghi, corredato da ricette per l'autoproduzione, schede di approfondimento e istruzioni per risparmiare tempo e denaro. Un vero e proprio vademecum ecologico per districarsi in modo creativo tra le faccende domestiche.

In offerta SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra