Animal watching: sulle tracce di orsi e balene

Sognate di incontrare degli animali selvatici nel loro habitat naturale? Non bisogna andare lontano. Il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente e in compagnia di guide esperte.

06 Agosto 2017
Animal watching: sulle tracce di orsi e balene

Osservare gli animali selvatici nel loro habitat naturale, senza gabbie e costrizioni: questo è l’obiettivo primario dell’animal watching, un’attività che non si limita a promuovere l’incontro ravvicinato con diverse specie, ma invita anche a scoprirne le caratteristiche e i comportamenti, il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente.

In principio c’è stato il birdwatching, vale a dire l’osservazione degli uccelli, ma oggi le iniziative in questo campo si stanno moltiplicando, facilitando l’approccio con numerosi tipi di animali selvatici. Un vero viaggio di scoperta, non solo del mondo animale, ma anche dei bellissimi scenari naturali che li ospitano.

Vi piacerebbe partire per un avventuroso weekend sulle tracce degli orsi o lungo la scia di una balena? Non c’è bisogno di fare un safari o volare in un altro continente: la nostra penisola nasconde luoghi di grande fascino dove fare incontri magici.

Santuario Pelagos: alla scoperta dei cetacei

Conosciuto anche come «Santuario dei cetacei», il Santuario Pelagos è un tratto di mare compreso tra Sardegna, Toscana, Liguria, Principato di Monaco e Francia.
Si tratta di un’area caratterizzata da una particolare composizione chimico-fisica che attira numerose forme di vita, tra cui diverse specie di cetacei, come capidogli, delfini e balene, ma anche tartarughe, pesci luna e pesci spada. A causa della sua altissima biodiversità, dal 2011 il Santuario è tutelato da un accordo internazionale che ne protegge il patrimonio naturale e può essere visitato in compagnia di associazioni ed enti certificati, registrati sul sito web ufficiale dell’area.

Tra questi si trova il Consorzio Liguria Via Mare, che in primavera ed estate organizza numerose escursioni con partenza da vari porti liguri, come Varazze, Savona, Genova e Loano. Le uscite proposte non permettono solo di passare un’emozionante giornata in compagnia di splendidi esemplari di cetacei, ma hanno anche un’alta valenza educativa e scientifica. Su ogni imbarcazione infatti sono presenti ricercatori e biologi che illustrano i meccanismi dell’ambiente marino e raccolgono dati e immagini per diversi istituti di ricerca e tutela dell’ambiente, come CIMA Research Foundation, Arion e Aurora Polare.

Per saperne di più:
www.sanctuaire-pelagos.org www.whalewatchliguria.it www.liguriaviamare.it

Nella Marsica, per incontrare gli orsi

Scendendo verso il Centro Italia, al confine tra Abruzzo e Lazio, si trova un altro territorio perfetto per l’avvistamento di animali selvatici: la Marsica. Conosciuta soprattutto per la presenza di orsi, quest’area montana ricca di riserve naturali ospita anche altre specie animali, fra cui cervi, cinghiali, caprioli e lupi.

Per permettere ai turisti di scoprire le ricchezze di questa regione, il Parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise organizza un’ampia gamma di escursioni in compagnia di guide esperte, che comprende anche trekking di più giorni e laboratori didattici pensati per le scuole.

Per ammirare la fauna locale e mettersi sulle tracce degli orsi, l’associazione Ecotour organizza invece itinerari tematici dedicati all’orso marsicano, di una sola giornata o con pernottamento notturno. Passeggiate naturalistiche rigorosamente condotte secondo i principi dell’ecosofia, senza dimenticare il rispetto per la natura e comportandosi da ospiti educati.

Per saperne di più:
www.parcoabruzzo.it/eventi.php www.ecotur.org/it/escursioni/Week-end_orso_(bearwatching).xhtml

-

Articolo tratto dal mensile Terra Nuova Marzo 2017

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online  

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

di Alice Borali


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra