Bevande sportive

Che cosa contengono queste bottiglie dai colori sgargianti? E soprattutto, servono davvero? Facciamo chiarezza...

23 Maggio 2014
Bevande sportive

Bevande sportive

È un mercato in forte crescita, quello delle bevande sportive; si calcola che nel 2006 il consumo in Europa occidentale si sia aggirato sui 4,5 miliardi di litri, con una crescita del 40% rispetto al 2001. E questo mercato estremamente redditizio – le vendite del 2006 hanno portato a guadagni per oltre 13 miliardi di euro – è destinato a crescere ulteriormente perché tali bevande vengono consumate non solo dagli atleti, ma anche e soprattutto da chi pratica un’attività sportiva non particolarmente impegnativa (ginnastica, trekking…), magari un paio di volte alla settimana. Ma che cosa contengono queste bevande dai colori sgargianti e, soprattutto, servono davvero?

Sudore e sali minerali
Le cosiddette bevande sportive sono integratori idrosalini composti da acqua (l’ingrediente principale), zuccheri, sali e additivi. Soprattutto quando fa caldo e quando lo sforzo fisico è prolungato, servono a compensare quanto perso con la sudorazione: acqua e sali minerali. La prima è una componente fondamentale dell’organismo: costituisce una parte preponderante del plasma, la componente liquida del sangue. Se il volume del plasma cala in seguito a una forte disidratazione, subentra un rischio cardiovascolare. Perciò occorre bere molto per reintegrare i liquidi perduti.

Non meno importante è il recupero dei sali minerali, che costituiscono il 4% del peso complessivo del nostro organismo e regolano varie funzioni fisiologiche. Queste sostanze sono essenziali per costruire i tessuti, trasportare l’ossigeno alle cellule, consentire il funzionamento muscolare, avere ossa e denti robusti. Normalmente è sufficiente l’alimentazione per coprire il fabbisogno di minerali, tanto più che un’assunzione eccessiva tramite gli integratori può costringere i reni a un superlavoro per lo smaltimento. Nel caso lo sforzo fisico sia stato eccessivo e prolungato, si può ricorrere a centrifugati di frutta e verdura. Il minerale che se ne va più facilmente con la sudorazione è il sodio; più «resistenti» sono invece potassio, magnesio e calcio. Sono questi, insieme al ferro, i minerali più importanti per gli sportivi.

Gli ingredienti principali

A grandi linee, le bevande sportive in commercio, ad eccezione di quelle bio, presentano praticamente gli stessi ingredienti: cambiano soltanto i coloranti e gli aromi, necessari per dare il gusto di arancia, limone o di qualche altro frutto. In sostanza, si paga l’acqua colorata, addizionata di zucchero e sale da cucina.

Zuccheri. Oltre allo zucchero bianco, notoriamente nocivo, le bevande contengono altri dolcificanti. A cominciare da destrine e maltodestrine quasi sempre ottenute per via sintetica o da mais geneticamente modificato.

Lo sciroppo di glucosio è ricavato dall’amido e ha effetti collaterali analoghi a quelli degli zuccheri semplici (carie, obesità, picco glicemico…). Anche il destrosio è un glucosio. Alcune bevande contengono poi dolcificanti artificiali come l’aspartame, di cui è stata confermata la cancerogenicità da ricerche recenti. Sospetti simili gravano anche sull’acesulfame K.

Sali minerali. Predomina il cloruro di sodio, cioè il comune sale da cucina. Sono presenti anche magnesio e potassio, ma in quantità abbastanza contenute. Il potassio, per esempio, si aggira sugli 8 mg per 100 ml; le albicocche ne forniscono 320, i kiwi 400, le banane 350.

Additivi. Si tratta di aromi e coloranti di origine sintetica. Alcuni, come E 110 o E 122, sono ritenuti possibili cause di allergie (vedi Aam Terra Nuova di giugno 2006). Lo stesso vale per la gomma arabica (E 414), un noto stabilizzante.

Le bevande bio
Tra gli alimenti bio non vi è un grande assortimento di bevande energetiche, sul mercato si trovano solo due bevande: Restart e Energy rice. Il primo a base di estratti vegetali energetici e dolcificato con sciroppo di mais, costituito per il 90% da carboidrati semplici, quindi paragonabile ad altri sciroppi quanto all'effetto energizzante, ma con il vantaggio di essere privo di glutine. Il secondo è ottenuto da latte di riso arricchito con zucchero di canna, maca, quinoa e amaranto. La maca, o ginseng peruviano, è una pianta tonificante e stimolante; mentre quinoa e amaranto sono alimenti privi di glutine ed energetici. Inoltre presentano il vantaggio di essere assimilati lentamente, al contrario di quanto avviene con lo zucchero raffinato e gli sciroppi derivati presenti nelle bevande convenzionali.

Buoni consigli per chi fa sport:

  • Non indossare tessuti che impediscono alla pelle di respirare.
  • Non bere bevande troppo fredde o troppo calde.
  • Non aspettare di aver sete per bere.
  • Non trangugiare grandi quantità d’acqua tutte insieme ma bere a piccoli sorsi.
  • Per rimediare all’acidosi causata dall’attività sportiva, possono servire acque minerali bicarbonato-alcaline.
  • Utilizzare bevande sportive contenenti ingredienti naturali o ricorrere a preparati casalinghi.

Piccolo ricettario: Ecco alcune bevande adatte a chi pratica un’attività sportiva leggera. Gli atleti devono attenersi alle indicazioni dei medici sportivi.

  • Una soluzione di 2/3 di acqua e 1/3 di succo di mela.
  • Tè verde, miele e succo di limone.
  • Latte di mandorle e miele.
  • 250 ml di acqua, 2 cucchiai abbondanti di sciroppo di acero, 3 cucchiai di succo di limone.
  • 1 vasetto di yogurt naturale frullato con 1 cetriolo e diluito in acqua, sale e prezzemolo tritato.

Articolo tratto dal mensile Terra Nuova Maggio 2008.

-

ENTRA NEL MONDO TERRA NUOVA

Abbonarsi a Terra Nuova è sempre più conveniente: 

per saperne di più visita www.terranuovalibri.it alla voce "ABBONAMENTI".

Non conosci ancora il mensile  Terra Nuova? 

Richiedi una COPIA OMAGGIO telefonando al numero 055 3215729 int. 2, oppure leggila comodamente online QUI.

-

TERRA NUOVA EDIZIONI

Oltre 130 titoli dedicati a chi pratica o è interessato a praticare uno stile di vita sano per sé e sostenibile per l'ambiente.

L'alimentazione e la medicina naturale, la permacultura e l'orticoltura biologica, l'ecobricolage e la cura degli amici animali, la ricerca interiore e la saggezza dei popoli nativi, la bioedilizia e nuove forme dell'abitare, la decrescita e il vivere vegan sono i temi principali dei libri presenti nel catalogo di Terra Nuova Edizioni. Tutti i libri sono in offerta su: www.terranuovalibri.it.

A CIASCUNO IL PROPRIO SCONTO: spedizione gratis, offerte convenienti e omaggi, vi presentiamo tutte le interessanti proposte dal mondo Terra Nuova.

- 15% per gli abbonati al Mensile Terra Nuova (per usufruire dello sconto è necessaria l'abilitazione da richiedere a: distribuzionelibri@aamterranuova.it -  tel 055 3215729 int.1)

- 10% per i non abbonati al Mensile Terra Nuova

- LE SPESE DI SPEDIZIONE SONO GRATIS... per ordini con una spesa minima di € 20

Visita www.terranuovalibri.it e sfoglia online il catalogo di Terra Nuova Edizioni.

 

di G. Lomazzi

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra