Quale via per la permacultura?

Inauguriamo con questo articolo il racconto di un cammino, personale e collettivo, nella direzione della sostenibilità e di una scelta permaculturale. L'intento è quello di tirare le fila dei percorsi di singoli, di coppie o gruppi che si adoperano in Italia e all'estero per mettere in pratica i principi e le pratiche della permacultura.

25 Marzo 2011

L'obiettivo di questo primo articolo, come quello di un libro e di un documentario che seguiranno, è quello di disegnare un quadro delle esperienze di permacultura in Italia e fare una mappatura elastica e funzionale utile a chiunque voglia conoscere in maniera più approfondita le realtà esistenti e i tempi con cui i principi e le tecniche di progettazione sono messe in pratica. Per chi vuole fare permacultura, questo progetto in evoluzione può diventare una guida multimediale da consultare e arricchire volta per volta di nuove applicazioni e realtà.1 Usando il linguaggio della permacultura, si potrà creare un sistema pulsante ed efficiente, nonostante le poche risorse a disposizione. Questo lavoro consegnerà una galleria di volti e storie personali dislocate lungo tutta la nostra penisola: il lato umano quindi, oltre che tecnico,
sarà il riferimento principale.

Le prime esperienze in Italia
Per chi scrive, il cammino di avvicinamento alla permacultura comincia intorno al 2008 con il corso di progettazione in permacultura presso la Cascina Santa Brera di Milano, e prosegue negli anni con l'approfondimento e la messa in pratica di quanto letto e studiato, con l'obiettivo anche di accreditarsi come progettista in permacultura. Da allora questa disciplina ha rappresentato per me un'esperienza pratica e teorica ricca e stimolante, che ha cambiato profondamente la mia vita. La finalità di questo lavoro è l'acquisizione di stimoli e modelli che possano dare fiducia a questo tipo di esperienza, contribuendo a fare rete e sviluppare le interrelazioni. Tralasciamo per il momento l'elenco di principi e tecniche della permacultura. Per questo si può fare riferimento al volume Introduzione alla permacultura di Bill Mollison (Terra Nuova Edizioni) e al sito ufficiale dell'Accademia italiana (www.permacultura.it), dove ne vengono riportati i principi e la storia, nonché i corsi organizzati in Italia.

Cerchiamo invece di ripercorrere i passaggi fondamentali che hanno portato la permacultura nel nostro Paese..


Sempre nell'articolo:

>> I pionieri che oggi diffondono la permacultura: incontro con Marino Barboncini

>> Un progetto in continua trasformazione

>> Gli orti, la vigna e l'uliveto

>> L'importanza di fare rete nel proprio territorio

>> La permacultura come stile di vita

>> Imparare a leggere il territorio


La descrizione completa dell'articolo "Quale via per la permacultura?" è disponibile nel numero cartaceo di  Terra Nuova - Aprile 2011 o nella versione eBook.






La nostra rivista: TERRA NUOVA 




Abbonati a Terra Nuova

Acquista l'ultimo numero della rivista

Leggi on line la copia omaggio integrale della nostra rivista 


Letture consigliate:

- Introduzione alla permacultura
- Il mio orto biologico
- Il campo in conca. L'arte dell'orto
- Il libro di Pietro

di -

giuseppe

18/05/2011 19:01

La diffusione della permacultura e delle attività pratiche correlate tra cui l'orto sinergico sono estremamente interessanti, non solo per gli impatti concreti sull'ambiente e sul nostro stile di vita, ma soprattutto per una presa collettiva di coscienza che un mondo migliore è possibile partendo dalle nostre piccole azioni quotidiane. Spero che se ne parli sempre di piu'.

pietro da Torino

24/04/2011 22:01

L'argomento mi interessa molto.

pietro da Torino

24/04/2011 22:01

L'argomento mi interessa molto.

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra