Codex Alimentarius: pericolo reale o delirio mediatico?

Sul web spopolano le denunce allarmistiche: si va dal mettere fuorilegge i prodotti naturali a piani di sterminio di massa. Facciamo un po' di chiarezza sul Codex Alimentarius, mostrandone i rischi e i limiti reali.

07 Aprile 2010
Sono in tanti negli ultimi tempi a chiedersi cosa abbia a che fare il cosiddetto Codex Alimentarius con la sicurezza degli alimenti e la possibilità di continuare a reperire sul mercato vitamine e integratori naturali. Il web ha ospitato denunce allarmistiche e sono state anche teorizzate cospirazioni che si sarebbero poste come obiettivo quello di eliminare dal mercato i cibi biologici e gli integratori a base di vitamine e minerali.

Cos'è il «Codex»
Il Codex Alimentarius però non è un documento o un insieme di documenti che mettono fuorilegge i prodotti naturali e non è nemmeno una direttiva vincolante per Stati e governi. Il Codex Alimentarius è, appunto, una sorte di codice, formulato e revisionato da una commissione istituita nel 1963 dalla Fao e dall'Oms di cui fanno parte rappresentanti di pressoché tutti gli Stati del mondo, compresa l'Italia.

Tale codice contiene le raccomandazioni per i limiti ammissibili nei cibi di additivi e residui di pesticidi e farmaci veterinari. L'adesione alle raccomandazioni contenute in questo codice non è però obbligatoria, ciò significa che i governi possono decidere di attenervisi ma possono anche decidere di applicare proprie normative, più o meno restrittive......


Sempre nell'articolo:

>> Secondo alcuni le raccomandazioni contenute nel Codex non garantiscono la salute del consumatore. Ecco il perchè...

>> Si all'ormone della Monsanto per bovini e a sostanze tossiche già bandite nel 2001 da 176 nazioni

>> Le pressioni delle lobby dell'industria chimica

>> Link utili


La versione completa dell'articolo è disponibile nel numero cartaceo Aprile 2010 di Terra Nuova o come eBook.






La nostra rivista: TERRA NUOVA 

Abbonati a Terra Nuova

Acquista l'ultimo numero della rivista

Leggi on line la copia omaggio integrale della nostra rivista 

di Beatrice Salvemini

Barbara

13/05/2010 21:04

mi dispiace ma il codex diventa vincolante sotto il profilo econimico per i paesi che aderiscono al wto, nel momento in cui dovesse esserci una controversia commerciale tra un paese aderente al codex ed uno non aderente infatti verrebbe riconosciuto automaticamente il diritto del paese aderente

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra