Uniti per salvare il fiume Peace - Sage e Kristi

L'inedita alleanza fra bianchi e indigeni per salvare la valle del Peace River. Il terzo e ultimo video che racconta una formidabile storia di resilienza e resistenza. Anche questo terzo videoreportage è stato realizzato per Terra Nuova da Paola Rosà e Antonio Senter.

21 Aprile 2017

Nel nordest della British Columbia, provincia del West canadese, la protesta contro la diga Site C, terza diga sul fiume Peace, prende da anni diverse forme, dai ricorsi in tribunale ai raduni fino allo sciopero della fame. E proprio durante i venti giorni di digiuno nella primavera 2016, a Vancouver, si sono conosciuti Sage e Kristin, lo scrittore e l'attivista. Qualche mese dopo eccoli a più di mille chilometri a nordest, lungo le sponde del Peace River, il fiume per cui hanno lottato insieme. Sage Birley, autore e poeta che ha scelto di coltivare la terra di famiglia, accompagna Kristin Henry a conoscere gli agricoltori che cercano di scongiurare la creazione del bacino artificiale su oltre 5000 ettari di terreno fertile. Nell'orto di Sage, i due parlano di attivismo e ambiente, di diritti umani e cibo, di industrializzazione e ritorno alla terra.

Su Terra Nuova di aprile la storia integrale di questa straordinaria resistenza.

Autori
Paola Rosà è coautrice insieme ad Antonio Senter del videoreportage a puntate Upstream - controcorrente di prossima uscita. Per saperne di più: http://rosasenter.weebly.com/

QUI il primo dei videoreportage sul Peace di Paola Rosà e Antonio Senter

QUI il secondo videoreportage

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra