Imparare all'aperto in città: al via il corso

“City Bound. Educazione esperienziale all’aria aperta in città” è il corso che si terrà a Firenze il 18 e 19 novembre, per mettersi in gioco in modo nuovo.

25 Agosto 2017

Due giorni per conoscere un metodo educativo peculiare, mettersi in gioco e incontrare Firenze in modo nuovo. È l’opportunità fornita dal corso “City Bound. Educazione esperienziale all’aria aperta… in città” che si terrà a Firenze il 18 e 19 novembre, organizzato dal team di Nature Rock in collaborazione con Terra Nuova . I momenti teorici del corso si terranno presso la sede di Terra Nuova, in via Ponte di Mezzo 1, mentre il resto delle attività si svolgerà all’esterno, appunto, in città.

Nel City Bound i fondamenti della pedagogia esperienziale outdoor vengono ripresi e adattati all’ambiente urbano per soddisfare quanti – educatori, genitori, studenti e abitanti – siano interessati ad indagare il valore pedagogico delle nostre città. Il corso intende fornire strumenti per pensare la città in maniera inusuale, rendendola ambiente e interlocutrice privilegiata per i processi di apprendimento.

Il corso è strutturato in sessioni contenenti giochi e attività capaci di favorire la sperimentazione spontanea delle abilità individuali, in un contesto di gruppo stimolante e protetto, in relazione con l’ambiente urbano e i suoi abitanti. Queste sessioni saranno seguite da attività di riflessione più o meno strutturate, che consentiranno al gruppo di produrre saperi e conoscenze originali e propri.

Ci sarà modo di parlare di pedagogia, di città, di relazioni educative e vi inviteremo a sperimentare in prima persona un metodo che considera la città nella sua capacità di offrire esperienze significative di crescita ai più giovani

Programma e orari

Sabato 18 novembre 2017

10.00 Incontro presso la sede di Terra Nuova

10.00/13.00 L’incontro – Agio emotivo e sicurezza fisica.

Presentazione del gruppo.

Caffè pedagogico per scoprire insieme la pedagogia esperienziale e il metodo City Bound.

Attività introduttiva volta alla costruzione di un clima di gruppo basato sulla fiducia e la convivialità.

13.00/14.30 pranzo libero

14.30/18.00 Il cambiamento di prospettiva – Imparare con testa, cuore, mani.

Attività di City Bound, per entrare nel vivo della metodologia esperienziale e giocare insieme nella meravigliosa Firenze, con i suoi edifici e con i suoi abitanti.

Attività di riflessione in gruppo, per avvicinarci allo strumento della condivisione, essenziale per restituire senso all’esperienza e renderla base per nuove opportunità di apprendimento.

Domenica 19 novembre 2017

H.9.00/12.30 La sfida – Uscire dalla zona di comfort per entrare nella zona di apprendimento.

Attività di City Bound per approfondire il metodo e sperimentare le potenzialità del gruppo e la rilevanza degli estranei.

Attività di riflessione, per proseguire nell’esplorazione di modalità capaci di mettere a fuoco l’esperienza e renderla significativa.

12.30/14.00 Pranzo libero

14.00/17.00 La metafora – Il legame dell’esperienza con le esperienze successive

Attività conclusiva per salutare Firenze, definire i caratteri delle attività di City Bound e mettersi alla prova nelle abilità e competenze sperimentate.

Riflessione conclusiva, per mettere a fuoco quanto affrontato in termini di contenuto e di vissuto, nella sperimentazione attiva della costruzione di saperi in gruppo.

A scelta del gruppo un gioco o un brindisi per salutarci.

Costi e modalità di iscrizione

90 euro a persona comprensivi di: 13 ore di formazione suddivise nelle giornate di sabato e domenica, materiali.

Il pagamento su conto corrente è richiesto al momento dell’iscrizione.

Il modulo di iscrizione e le coordinate vi verranno comunicate tramite mail.

Per informazioni e iscrizioni, potete rivolgervi a Christian Mancini e Simona Conti ai seguenti indirizzi :

christian.mancini@web.de

simona.conti@opere.com

Per informazioni sul City Bound: https://www.apprendimento-esperienziale.it/h3-formazione-in-città/

di Terra Nuova

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra