Farmaci per il colesterolo: raccomandato il ritiro

L’European Medicines Agency ha concluso che i rischi sono superiori ai benefici per Tredaptive, Pelzont e Trevaclyn, medicinali a base dello stesso principio attivo usati per il colesterolo e trigliceridi alti e ha raccomandato che questi medicinali debbano essere sospesi.

16 Gennaio 2013

Il Comitato per la valutazione del Rischio in Farmacovigilanza (PRAC) dell’European Medicines Agency ha concluso che i rischi sono superiori ai benefici per Tredaptive, Pelzont e Trevaclyn, medicinali a base dello stesso principio attivo usati per il trattamento di pazienti adulti con dislipidemia (livelli ematici anormalmente elevati di grassi quali trigliceridi e colesterolo) e ha raccomandato che questi medicinali debbano essere sospesi. Come si legge nel documento diffuso anche dall'Aifa, l'Agenzia Italiana del Farmaco, "l'EMA ha iniziato la rivalutazione di Tredaptive, Pelzont e Trevaclyn nel dicembre 2012, dopo che si sono resi disponibili nuovi dati che mettono in dubbio i loro benefici, derivanti da un ampio studio a lungo termine che coinvolge più di 25.000 pazienti. I risultati dello studio, che sono ancora preliminari, hanno indicato che l'associazione di questi medicinali alle statine (medicinali usati per ridurre il colesterolo) non ha ridotto il rischio di eventi vascolari maggiori (come infarto e ictus) rispetto al trattamento con statine in monoterapia. Inoltre è stata osservata una maggiore frequenza di effetti collaterali non-fatali, ma gravi, nei pazienti trattati con questi medicinali in associazione con statine rispetto ai pazienti che assumono statine in monoterapia". "Il PRAC ha concluso che i risultati preliminari dello studio hanno chiaramente dimostrato che l'assunzione di Tredaptive, Pelzont o Trevaclyn in associazione ad una statina non ha alcun beneficio aggiuntivo significativo nel ridurre il rischio di eventi vascolari maggiori, come infarto e ictus, nei pazienti ad alto rischio di malattia cardiovascolare (problemi con il cuore e i vasi sanguigni).Anche se Tredaptive, Pelzont o Trevaclyn hanno effettivamente ridotto i livelli di grassi e trigliceridi e aumentato i livelli di HDL, colesterolo 'buono', dai dati dello studio non è emerso che questo abbia portato a migliori esiti clinici nei pazienti, e l’ Azienda farmaceutica non è stata in grado di identificare uno specifico gruppo di pazienti che potrebbe trarre beneficio dai medicinali. Inoltre, lo studio ha mostrato un aumento della frequenza di effetti collaterali gravi, come sanguinamento, debolezza muscolare, infezioni e diabete, in pazienti che assumono questi medicinali. Pertanto, alla luce dei dati più recenti dello studio, il PRAC ha ritenuto che il rapporto rischio-beneficio per Tredaptive, Pelzont o Trevaclyn sia negativo, e ha raccomandato di sospendere le autorizzazioni all'immissione in commercio di questi medicinali".
Intanto la multinazionale farmaceutica Merck ha già iniziato a ritirare dal mercato il  Tredaptive; l'operazione dovrebbe terminare entro marzo.

Per maggiori informazioni qui la nota diffusa dall'EMA

di Alexis Myriel

Farmaci per il colesterolo: raccomandato il ritiro
  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.8/5 (6 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

genfranco

08/08/2013 12:00

Questa è una buona notizia, che dimostra la pericolosità delle statine che servono solo ai venditori per fare soldi, poichè questa è una delle MALATTIE INVENTATE più pericolose al mondo in quanto inibiscono il FEGATO di produrre quanto al corpo necessita, dato che questo corpo, sono certo che con l'"AUTOGUARIGIONE" sà perfettamente come comportarsi altrimenti non ci sarebbe più vita sulla terra. Il COLESTEROLO è "INDISPENSABILE" ALLA VITA, altrimenti quale ragione avrebbe di produrselo AUTONOMAMENTE? Tra le maggiori funzioni, questo COLESTEROLO CATTIVO, viene trasmutato in vitamina D, anch'essa "ESSENZIALE" per TUTTI gli animali al mondo. E chi non sà che i bambini che crescono senza SOLE CRESCONO RACHITICI? L'altra funzione importante è la trasmutazione in "ORMONI STEROIDEI". E come vivrebbe la femmina senza questi se questi sono la base della loro SESSUALITA'? La funzione più importante però è quella di evitare l'INCUS e L'INFARTO al contrario di quanto ci racconato per VENDERCI queste PERICOLOSISSIME "MEDDICINE CHIMICHE". Ecco cosa recita la pagina: """La completa rottura delle PARETI ARTERIOSE ed il dissanguamento tipici dello SCORBUTO, sono un'eccezione, molto più ricorrente è invece il graduale indebolimento della PARETE ARTERIOSA nel corso dei decenni. Anche in questo caso si formano milioni di piccolissime striature nella parete arteriosa, poichè tutto ciò avviene molto più lentamente che in caso di SCORBUTO, ossia in diversi anni, il corpo ha il tempo di reagire, il FEGATO produce più sostanze per la riparazione come le LIPOPROTEINE raffigurate quì in giallo, piccole particelle destinate al trasporto dei LIPIDI nel sangue.
Queste LIPOPROTEINE penetrano fra le cellule della PARETE ARTERIOSA e tentano di ripararla (in sostituzione del COLLAGENE mancante data la CARENZA di ACIDO ASCORBICO).
Con l'avanzare di questo processo, si accumulano sempre più LIPIDI ed altre sostanze riparatrici ed infine si formano i temuti depositi:
LE PLACCHE.
Se queste PLACCHE si formano nei vasi coronarici le coronarie infine si occludono totalmente e sopraggiunge l'INFARTO CARDIACO.
Nelle ARTERIE che forniscono il sangue al cervello, tali depositi conducono all'ICTUS APOPLETTICO.
Nella prossima sequenza di immagini mostriamo l'effetto curativo dell'ACIDO ASCORBICO sulla PARETE ARTERIOSA. Una sufficiente somministrazione di ACIDO ASCORBICO che circola nel sangue, consente alle molecole di questo ACIDO ASCORBICO di inserirsi nelle parti danneggiate della PARETE ARTERIOSA e di ripararle.
L'ACIDO ASCORBICO stimola la produzione di molecole di COLLAGENE che permettono alla TUNICA di tessuto connettivo che conferisce solidità ai vasi sanguigni di rigenerarsi. Inoltre le microlesioni tra le cellule dell'ENDOTELIO si richiudono allo stesso modo in cui rientrano i danni da SCORBUTO mediante in ottimale somministrazione di ACIDO ASCORBICO, anche i depositi delle pareti arteriose possono essere eliminati. Ciò non porterà sempre in tutti i casi alla completa eliminazione del deposito, però saranno attivate quelle forze autocurative nelle zone ARTERIOSE capaci di rigenerarsi. Come nella fase di guarigione dello SCORBUTO per mezzo dell'ALIMENTAZIONE le molecole di ACIDO ASCORBICO nel sangue penetrano nella PARETE ARTERIOSA e la riparano, lo stesso avviene anche in caso di accumulo di diversi depositi, in tal modo naturalmente, anche i depositi di ulteriori LIPIDI e di altri materiali di riparazione nelle PARETI ARTERIOSE diventa superfluo, anzi le particelle di grassi già depositate vengono espulse dalla PARETE ARTERIOSA. Questa demolizione avviene lentamente, in molti mesi, molecola dopo molecola. E' un processo biologico, non meccanico.
A differenza dell'inserimento di un catetere di altri procedimenti di tipo meccanico durante i quali spesso frammenti causano l'occlusione del flusso sanguigno, la demolizione naturale con l'aiuto delle vitamine è un processo delicato e senza rischi.
Le molecole di LIPIDI eliminate, entrano nel sangue che le trasporta fino al FEGATO e lì sono bruciate. Quindi sono smaltite in maniera NATURALE.
Oltre l'ACIDO ASCORBICO anche gli aminoacidi di LISINA e PROLINA giocano un ruolo importante per la demolizione dei depositi dalle PARETI ARTERIOSE. Tali aminoacidi costruiscono una specie di strato di teflon intorno alle molecole di LIPIDI nel sangue contribuendo il loro allontanamento dei depositi. In tal modo i depositi delle PARETI ARTERIOSE si decompongono lievemente ed i maniera naturale. Nel frattempo studi clinici hanno accertato la naturale eliminazione delle calcificazioni ARTERIOSE. Da questi studi risulta che con una somministrazione ottimale dei programmi vitaminici da noi sviluppati si è ottenuto un arresto della calcificazione delle ARTERIE in un anno."""" http://www.youtube.com/watch?v=-cA-dzKN8U4 di questa pagina: http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/colesteroloragionamento.htm Allora, ora tiriamo le giuste conclusioni?
Sapendo con certezza che il mio COLESTEROLO se lo produce il mio corpo secondo il suo FABBISOGNO (quanto sia oggi la quantità necessaria l'80% o il 100%, lo sà SOLO LUI che NON CONOSCE valori di riferimento, vero?), che questo COLESTEROLO: "che svolge SICURAMENTE diverse ed importanti funzioni nel MIO organismo", che tra le più importanti evita alle mie ARTERIE di perdere il sangue data la mia CARENZA di ACIDO ASCORBICO formando quelle DEMONIZZATE PLACCHE che chiudono queste falle che mi portano a morte CERTA se non RIPARATE: "evitando la completa rottura delle PARETI ARTERIOSE ed il dissanguamento tipici dello SCORBUTO" ma che se ingoio giornalmente il fabbisogno per il mio corpo di ACIDO ASCORBICO queste PLACCHE (formate in caso di bisogno, è il SUO LAVORO, data l'AUTOGUARIGIONE) non solo non le forma, ma addirittura me le ELIMINA NATURALMENTE, ma col tempo, nella eventualità che ci siano. Sò anche che è indispensabile per la produzione di vitamina D: "(una delle molte funzioni positive del colesterolo) presente nella pelle e la converte in vitamina D" quindi se INIBISCO il mio fegato con le PASTIGLIE a produrmene, cado dalla padella nella brace, in quanto come sò, la vitamina D è ESSENZIALE per il mio corpo, è quella del SOLE: "in quanto l’azione dei raggi ultravioletti attiva una forma di colesterolo" dato che è la vitamina del sole. Altra cosa molto importante è la produzione di: "Gli ormoni steroidei sono messaggeri chimici prodotti a partire dal colesterolo ed in grado, come tutti gli altri ormoni, di influenzare l'attività di gruppi più o meno ampi di cellule bersaglio. Per via di questa origine comune, gli ormoni steroidei presentano la struttura tetraciclica (ciclopentanperidrofenantrene) caratteristica del colesterolo" che possono essere: "ESTROGENI: (specie in quello adiposo, che fornisce un contributo importante nell'uomo e nella donna dopo la menopausa), PROGESTINICI: ormoni steroidei che influenzano le caratteristiche e le capacità sessuali femminili; sono importanti per il corretto svolgimento del ciclo mestruale e della gravidanza." ciaooo Genfranco

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra