Farmaci per la pelle pericolosi

Alcuni unguenti contro la dermatite atopica potrebbero causare il cancro. Le raccomandazioni dell'Agenzia italiana per la sicurezza dei farmaci

03 Giugno 2012

La dermatite atopica colpisce sempre più persone, e non spetta a noi qua dire il perché. Il problema che vogliamo rilevare è che i farmaci utilizzati per lenire i fastidiosi dolori "a pelle" possono essere pericolosi.
Altroconsumo ci ricorda che già alcuni mesi fa si sono osservati casi di cancro alla pelle in pazienti che usavano i farmaci a base di immunosoppressori, in particolare due medicinali specifici: il Protopic ed Elidei.
Il Protopic potrebbe provocare linfoma a cellule T, soprattutto se l’uso è costante e continuativo. L’Agenzia italiana per la sicurezza dei farmaci (Aifa) diffonde un elenco di raccomandazioni su come utilizzarlo in modo corretto. Il farmaco andrebbe infatti usato solo in casi gravi. Ecco le raccomandazioni dell'Aifa:
    •    Protopic non dev’essere utilizzato nella dermatite atopica lieve, ma solo in quella moderata-grave;
    •    Protopic non dev’essere mai usato come terapia di prima scelta per il trattamento della dermatite atopica, ma solo quando il trattamento consigliato a base di cortisonici non ha funzionato o non è stato tollerato dal paziente (cioè ha avuto effetti collaterali pesanti);
    •    Protopic non dev’essere utilizzato nei bambini sotto i 2 anni d’età,  mentre in bambini di età compresa tra i 2 e i 16 anni si può usare solo l’unguento meno concentrato (cioè Protopic 0,03%);
    •    Protopic non dev’essere applicato su lesioni considerate potenzialmente maligne o pre-maligne;
    •    Protopic non dev’essere utilizzato in pazienti con sistema immunitario debole o compromesso (persone malate di cancro o AIDS, per esempio).

di Gabriele Bindi

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra