Burro di cacao: come scegliere?

Sono quasi un miraggio nelle fredde giornate invernali, ma le cere, il burro di cacao e gli oli estratti dalle piante possono essere ottimi alleati sotto forma di stick per labbra, occhio però agli ingredienti indesiderati. Come scegliere?

30 Gennaio 2012
Burro di cacao: come sceglire?
Lo chiamiamo burro di cacao. In realtà, lo stick che ci spalmiamo sulle labbra per proteggerle a volte non ne contiene nemmeno una goccia. Il nome riporta a una tradizione di burri naturali che però, con l'affermarsi della cosmesi moderna, è stata per molti anni abbandonata. Fabrizio Zago, chimico, formulatore e consulente Ecolabel, ne spiega i motivi: «Per fare un burro di cacao occorre una miscela di sostanze grasse, che a temperatura ambiente devono essere solide, ma devono poi liquefarsi sulle labbra. È necessario quindi che abbiano un punto di fusione fra i 36 e i 37 gradi, uguale alla nostra temperatura corporea. Per il formulatore è molto più facile arrivare a questo risultato utilizzando sostanze sintetiche, come i petrolati o la cera microcristallina derivata dal petrolio, che hanno punti di fusione precisi, a differenza dei burri e delle cere naturali, le cui proprietà variano in base al luogo di provenienza e fra una partita di prodotto e l'altra».

Che gli ingredienti del burro cacao siano il più possibile naturali è particolarmente importante visto che, essendo spalmato sulle labbra, viene inevitabilmente, almeno in parte, ingerito. Nell'articolo pubblicato sul mensile di Terra Nuova Febbraio 2012 trovate tutto quello che dovete sapere circa il burro di cacao, dalla sua composizione fino alla scelta corretta, per la salute e per l'ambiente. Immancabile il box "Prodotti a confronto", che mette sotto la lente d'ingrandimento 12 tra i maggiori stick labbra presenti in commercio analizzandone gli ingredienti.


La versione completa dell'articolo "Labbra di velluto" è pubblicata nel numero cartaceo della rivista Terra Nuova Febbraio 2012 disponibile anche come eBook.  



La nostra rivista: TERRA NUOVA 


Abbonati a Terra Nuova

Acquista l'ultimo numero della rivista Leggi on line la copia omaggio integrale della nostra rivista

di Nadia Tadioli

Yuki

29/02/2012 03:56

Le tinte per lrbbaa non le ho mai provate, temo un po' questo spettro del "seccano le lrbbaa", le mie sono particolarmente sensibili e capita che si secchino un pochino causa vento o freddo.Altra cosa, mi preoccupa il fatto che possano macchiare, ti e mai capitato? e un timore fondato il mio? approfitto della tua esperienza per chiedertelo :)ciaooo

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra