Focaccia al rosmarino e salvia

Una ricetta per preparare una focaccia semplice ma dal gusto irresistibile, ottima per un pranzo veloce o come stuzzichino per un fresco aperitivo.

12 Agosto 2017
Focaccia al rosmarino e salvia

Ingredienti:

• Impasto per focaccia (vedi sotto)
• 20 olive nere e 20 olive verdi
• 10 pomodorini ciliegia freschi
• 2 rametti di rosmarino
• 10 foglie di salvia
• 1 C di origano
• 1 t di olio
• 1 t di acqua
• 1 c di sale

-

Procedimento:

Accendete il forno a 230-240 °C. Tritate grossolanamente il rosmarino e la salvia. Stendete l’impasto su una spianatoia, spennellate con un cucchiaio di olio, cospargete con il rosmarino e la salvia tritati. Lavorate energicamente per qualche istante, incorporando bene gli ingredienti e formando una palla. Coprite con la carta da forno il fondo della teglia. Stendetevi l'impasto con i polpastrelli, picchiettando in modo da coprire tutta la carta, e lasciate lievitare la pasta per almeno 1 ora circa o finché non sarà raddoppiata di volume. Distribuite in superficie le olive, i pomodorini tagliati a metà e privati dei semi, l’origano.

Premete delicatamente con il palmo delle mani per fare affondare in parte gli ingredienti nella pasta. Condite con un mix di olio, acqua e sale.
Infornate per circa 25-30 minuti o fino a quando la focaccia non avrà preso un bel colore dorato. Sfornate, lasciate raffreddare e servite.

Nota: se lo desiderate potete farcire la focaccia ormai fredda con delle salse per tramezzini.

Impasto per focaccia

• 100 g di farina di Manitoba
• 300 g di farina di grano tipo “0”
• 100 g di farina di avena
• 250 g di biga o poolish
• 280 ml di acqua
• 80 g di olio
• ¾ C di sale integrale
• ½ T di acqua
• 2 c di sale per la superficie della pasta

Procedimento:

Il procedimento per la focaccia è simile a quello della pizza. Cambia solo la quantità degli ingredienti. Inoltre l’impasto viene condito con una miscela di acqua e sale; il sale viene anche distribuito sulla superficie. Per decorarla e insaporirla, si possono aggiungere dei pomodorini freschi tagliati a metà senza i semi, delle olive verdi o nere, delle fette molto fini di cipolla di Tropea, del rosmarino fresco e così via, secondo il gusto.

Nota: le dosi degli ingredienti per la pizza e la focaccia sono sufficienti per una teglia da forno casalingo.

Ricetta tratta dal libro Oltre 100 ricette per mangiare fuori casa

Ormai sempre più persone dedicano una crescente attenzione al cibo buono, sano e stagionale, cucinato in modo semplice e naturale. A tavola dominano alimenti integrali, biologici e biodinamici, possibilmente a km 0. Ma oltrepassata la porta di casa sorgono mille dubbi: come faremo per la pausa-pranzo in viaggio, al lavoro o a scuola? Come sfuggire alla minaccia dei panini farciti con le salse indigeste, delle insalatone che mescolano cibi che fanno a pugni tra loro, dei piatti precotti ricchi di sale e grassi?

Questo libro dimostra che è possibile, senza troppi sforzi, mangiare bene anche fuori dalle mura domestiche. Linda Busato insegna ad autoprodursi il pranzo, a partire dal pane e dai tramezzini fino al seitan, al tofu e ai wurstlel vegetariani che rappresentano saporiti ripieni. Le ricette, tutte rigorosamente vegetariane, guidano alla produzione di pizze e focacce, tramezzini, torte salate, farce, salse crude e cotte e piacevoli stuzzichini, ottimi sul lavoro e per piacevoli picnic all'aperto.

L'introduzione di Giuliana Lomazzi si sofferma sulle problematiche delle pause-pranzo fuori casa, sulla scelta di menu sani ed equilibrati nell'ottica della scelta "verde", ribadendo i principi della cucina naturale, sempre utili da ricordare o riscoprire prima di dedicarsi allegramente alla preparazione del proprio cibo.

In OFFERTA SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra