Ravioli di zucca alle erbe e noci

Per questa ricetta è indispensabile usare una zucca dolcissima e soda, come la qualità Delica ad esempio, per ottenere un ripieno poco umido e compatto dal sapore irresistibile.

29 Dicembre 2016
Ravioli di zucca alle erbe e noci

Ingredienti:

1 zucca dolcissima

4-5 manciate di noci

1 pizzico di sale

1 pizzico di pepe

1 pizzico di noce moscata

pan grattato q.b.

5 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio e mezzo di salsa di soia

1 ciuffo di salvia

1 rametto piccolo di rosmarino

1 rametto di timo

Per i ravioli:

300 grammi di semola

125 ml di acqua tiepida

sale q.b.

Tagliare la zucca a metà senza sbucciarla e metterla in una teglia con poca acqua e un pizzico di sale, infornare con il lato tagliato verso il basso fino a quando la punta di un coltello la penetra facilmente.

Quando la zucca è cotta, ricavarne tutta la polpa con un cucchiaio, eliminando la buccia. Pesare 450 grammi di questa polpa e schiacciarla bene con una forchetta.

Lasciarla scolare bene, poi aggiungervi due manciate di noci ridotte in polvere fine, un pizzico di sale e pepe, una grattugiata di noce moscata ed eventualmente pan grattato per ottenere un composto ben asciutto.

Lasciar riposare il ripieno e preparare la sfoglia: lavorare la semola aggiungendo gradualmente l’acqua tiepida in cui avrete sciolto una presa di sale. Impastare fino ad ottenere una palla liscia, consistente e ben asciutta.

Stendere con il matterello in una sfoglia sottilissima e uniforme (se si usa la macchina da pasta tirarla alla penultima tacca).

Tagliare delle strisce di pasta larghe circa 15 cm. Su uno dei lati lunghi delle strisce disporre delle palline di ripieno distanti circa 4-5 cm l’una dall’altra; inumidire i bordi con un pennellino intinto in acqua, e ripiegare quindi la sfoglia coprendo il ripieno.

Aver cura di schiacciare bene con le dita intorno ad ogni pallina per far uscire l’aria, poi tagliare i ravioli in quadrati di circa 6 cm. Oppure tagliare dei quadrati di pasta di circa 15 cm di lato e distribuire il ripieno in mucchietti al centro di ogni quadrato; piegare a triangolo la pasta e chiudere a mo’ di tortello.

Scaldare l’olio a fuoco dolcissimo con uno spicchio di aglio e le erbe, poi aggiungere la salsa di soia.

Lessare i ravioli o tortelli in acqua leggermente salata, scolarli con la schiumaiola via via che vengono a galla e ripassarli in padella.

Aggiungere le restanti noci tritate grossolanamente e decorare con un ciuffo di erbe fresche.

Ricetta tratta dal libro Cavoli e zucche in cucina 

Perché cavoli e zucche? Sono piante concrete, domestiche e affidabili, di particolare bellezza nella loro rusticità. Sin dall'antichità, appartengono alle tradizioni culinarie di moltissimi popoli che ne hanno apprezzato il sapore e le virtù salutari. Oggi questi ortaggi comuni, facilmente reperibili ed economicamente accessibili, sono rivalutati per i loro effetti positivi e protettivi per l'organismo umano. Crescono negli orti con una certa facilità e senza la necessità di utilizzare sostanze chimiche, aiutandoci così a sviluppare il consumo di prodotti biologici, più sostenibili per la nostra salute e il mondo in cui viviamo. 

Ne onoriamo la bontà con questa raccolta di ricette, che esplora le preparazioni più tipicamente italiane e regionali, con spunti e incursioni nelle cucine di altre porzioni di mondo, suggerendo anche combinazioni a noi magari insolite. I suggerimenti contenuti nel volume ci invitano a portare in tavola sapore e salute, illustrando con semplicità la ricchezza dei principi nutritivi e le caratteristiche dei diversi ortaggi. 

Con oltre 100 ricette vegetariane e corredato di splendide immagini, il libro racconta tutto il piacere di poter frequentare orti e mercati, di poter scegliere i prodotti migliori e sedersi a tavola con la natura.

In offerta SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it 

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra