Nessun pericolo per la salute da lana di roccia e lana di vetro

Uno studio effettuato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul cancro e dall'Organismo dell’Organizzazione mondiale della sanità conferma che le lane minerali non sono pericolose per la salute dell’uomo, non sono prodotti cancerogeni e quindi possono essere manipolate ed utilizzate in assoluta sicurezza.

26 Giugno 2013

Vi contatto a nome di Fivra (Fabbriche isolanti vetro roccia associate) per fare alcune precisazioni in merito alla lettera pubblicata sulla vostra rivista nel mese di febbraio 2013 nella rubrica ‘Terra Nuova dei Lettori’ e per chiedere una eventuale nota di rettifica. La lettera è la risposta del dottor Scudeller alla richiesta di una lettrice, dal titolo Come isolare al Naturale.
Innanzitutto vorrei precisare, in merito al perdurare delle caratteristiche di isolamento dei due materiali (lana di roccia e lana di vetro), che non è corretto affermare che se l’isolante non viene applicato correttamente e protetto dall’umidità, le prestazioni si riducono drasticamente, parlerei più che altro di temporanea diminuzione delle prestazioni: contrariamente ad altri materiali che se esposti all’umidità subiscono un degrado persistente che va a danneggiare irrimediabilmente il materiale stesso con conseguenze negative sulla capacità di isolamento, la lana di roccia e la lana di vetro, essendo prodotti di origine minerale, non sono soggette ad attacchi da parte di agenti biologici e chimici, sono imputrescibili e incombustibili.
Inoltre, per quanto riguarda la questione della salubrità per l’uomo, vorrei sottoporre alla vostra attenzione l’esistenza di uno studio (1) effettuato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul cancro (Iarc) organismo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che conferma che le lane minerali non sono pericolose per la salute dell’uomo, non sono prodotti cancerogeni e quindi possono essere manipolate ed utilizzate in assoluta sicurezza. Nel suddetto studio, lo IARC non include le lane minerali tra le sostanze cancerogene sospette: le lane minerali (lana di vetro e lana di roccia) sono inserite nel Gruppo 3, ovvero tra le sostanze non classificabili per quanto riguarda la cancerogenicità rispetto all’uomo, proprio come il the e la caffeina.
I prodotti degli associati Fivra, sono inoltre conformi alla NOTA Q (2), introdotta dalla Direttiva 97/69/CE quindi fibre biosolubili. La biosolubilità delle fibre è una ulteriore garanzia di non cancerogenicità, descrivendo la capacità di una sostanza di essere facilmente e rapidamente eliminata dal  corpo umano e non rappresentare quindi un pericolo per la sua salute. A garanzia delle caratteristiche di biosolubilità delle proprie produzioni, gli associati Fivra si sottopongono volontariamente ad una certificazione di prodotto con organismi notificati da enti di certificazione, che prevede un controllo costante della produzione.
Le società aderenti a Fivra sono naturalmente a disposizione per fornire ulteriori informazioni e chiarimenti.

________________

(1) Monografia  IARC Vol. 81 2002
(2) NOTA Q (Direttiva 97/69/CE) - la classificazione “cancerogeno” non si applica se è possibile dimostrare che il materiale rispetta una delle condizioni espresse nella direttiva riguardanti la biosolubilità, cioè la capacità di essere facilmente e rapidamente eliminato dal corpo umano.

di Staff Fivra

Nessun pericolo per la salute da lana di roccia e lana di vetro
  • Attualmente 4.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.6/5 (25 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra