Come liberarsi dai rovi

Francesco Beldì, collaboratore di Terra Nuova e autore di vari manuali di agricoltura naturale, risponde alla domanda di una lettrice che vuole ripulire il suo terreno, infestato dai rovi.

10 Luglio 2019
Come liberarsi dai rovi. Agricoltura naturale

Gentile redazione,

sono vostra lettrice da sempre e abbonata da tanto. Mi rivolgo a voi conoscendo le vostre competenze serie e precise.

Devo cambiare casa e acquistare allo scopo un terreno a 600 m di quota, infestato abbondantemente dai rovi.

Per renderlo abitabile e, soprattutto, coltivabile con ortaggi, potete indicarmi il trattamento più opportuno e proficuo e possibilmente la sua spesa?

Risponde Francesco Beldì, autore della rubrica dedicata all’agricoltura naturale nell’Almanacco di Terra Nuova e di numerosi manuali nel nostro catalogo.

Con le lavorazioni ripetute del terreno i rovi tendono a sparire, quindi in un orto di solito non causano problemi. Per accelerare la loro eliminazione consiglio di provvedere al più presto alla loro trinciatura e di farla seguire da una prima lavorazione del terreno, a mano o a macchina. La prima lavorazione porta alla luce numerose radici di rovo, che conviene allontanare rapidamente.

In autunno si può ripetere la lavorazione e seminare un cerale, preferibilmente segale, da tenere in coltura almeno fino alla primavera successiva (maggio-giugno). La segale aiuta a ridurre la pressione delle erbe accompagnatrici e consente di avviare l’orto occupandosi più delle piante coltivate che di quelle selvatiche.

__________________________________________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dalla rubrica Terra Nuova dei lettori

Leggi la rubrica completa sul mensile Terra Nuova Luglio-Agosto 2019

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

Se avete domande, commenti, critiche, lettere, poesie... e chi più ne ha più ne metta, scrivete a Terra Nuova dei Lettori, via Ponte di Mezzo 1, 50127 Firenze - lettori@terranuova.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DELLA RIVISTA

 

POTREBBE INTERESSARTI

IL MIO ORTO BIOLOGICO

Un manuale pratico dedicato a tutti coloro che desiderano coltivare ortaggi senza ricorrere a concimi e pesticidi di sintesi. Primo nel suo genere in Italia, Il mio orto biologico va oltre le soluzioni a basso impatto ambientale praticate dall’agricoltura biologica, riunendo nello stesso volume anche i suggerimenti e i consigli offerti dalla permacultura e dall’agricoltura sinergica.

Frutto dell’esperienza degli autori in oltre vent’anni di lavoro, il libro spiega con grande chiarezza e il supporto di oltre centocinquanta tra foto e disegni a colori, come effettuare tutte le operazioni nell’orto, dalla preparazione del terreno alla semina, fino alla raccolta.
La seconda parte del testo è occupata da oltre 40 schede di coltivazione dei principali ortaggi, con indicate modalità e tempi di semina, operazioni colturali, consociazioni, metodi di lotta naturali contro le principali avversità e tutto quello che può servire per una crescita sana ed equilibrata delle piante.

Un vero e proprio prontuario per l’orticoltore, semplice da usare per chi è alle prime armi, ma utile anche ai professionisti del settore e a chiunque ami l’arte di coltivare e di produrre alimenti buoni e sani. Come dice Chesterton: «La vera contentezza è una cosa attiva, come l’agricoltura. È la capacità di tirar fuori da una situazione tutto quello che contiene».

Una sola raccomandazione: non riponete questo libro su uno scaffale, ma piuttosto portatelo nell’orto e «sporcatelo di terra»!

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento