Consigli per un cenone di Capodanno veloce e sano

Come preparare un buon cenone di fine anno in pochissimo tempo, senza eccedere nella spesa e soprattutto senza rinunciare al piacere della festa.

31 Dicembre 2019
Consigli per un cenone di Capodanno veloce e sano. Alimentazione sana

L'arrivo del nuovo anno si può celebrare in tanti modi e spesso lo si fa a tavola. C’è chi preferisce piatti esotici e sofisticati e chi invece guarda alla tradizione.

Noi vogliamo presentarvi un menù di Capodanno al passo con i tempi: veloce da preparare, non chiede più di due ore di preparazione, ed economico, ma nello stesso tempo raffinato, gustoso ed equilibrato. Un po’ tradizionale, soprattutto negli ingredienti, e un po’ trasgressivo nel modo di presentare i piatti, tutti comunque rigorosamente vegetariani e bio. I pochi latticini utilizzati nelle ricette possono essere sostituiti da ingredienti vegetali (indicati nelle varie ricette).

Un ruolo fondamentale è quello della frutta secca, tradizionale alimento natalizio, presente in tutti i piatti dall’antipasto al dolce. Il grano saraceno, un cereale oramai quasi del tutto dimenticato sulle nostre tavole, costituisce invece un invito a riscoprire i piaceri antichi della nostra storia gastronomica. Le lenticchie non hanno bisogno di presentazione. I porcini e l’avocado sono dedicati agli amanti dei cibi più esclusivi e raffinati.

È possibile preparare un menù ricco e appetitoso rispettando i principi dell’alimentazione naturale, senza per questo tradire l’atmosfera gaudente e gioiosa di fine anno? A noi sembra proprio di esserci riusciti. Ora tocca a voi.

Menu

- Crostini con crema di avocado, tofu e mandorle

- Crespelle alla bietola

- Sformato di grano saraceno con lenticchie

- Fagottini di lattuga ripieni di ricotta

- Lenticchie al naturale

- Insalata di funghi

- Zelten

 

Crostini all'avocado

Ingredienti
• 1 avocado di medie dimensioni ben maturo
• 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
• 2 cucchiaini di succo di limone
• 1/2 spicchio d'aglio
• prezzemolo
• sale

Procedimento
Sbucciate l'avocado e, dopo aver eliminato il grosso seme centrale, sminuzzate la polpa con l'aiuto di una forchetta, fino a ottenere una pasta cremosa che verserete in una terrina. Condite con un pò di sale, succo di limone e olio. Spalmate la crema sui crostini e cospargeteli con il prezzemolo e l'aglio tritati finemente.

 

Crostini al tofu

Ingredienti
• 150 g di tofu
• una decina di olive nere
• 1 scalogno
• erba cipollina
• 2 cucchiaini di sesamo tostato
• 3 cucchiaini di aceto di mele
• 3 cucchiaini di olio extravergine di oliva
• sale

Procedimento
Tritate finemente le olive precedentemente snocciolate, lo scalogno e l’erba cipollina. Incorporateli al tofu sminuzzato e condite con il sale, l’aceto di mele e l’olio. Spalmate la crema sui crostini e guarnite con semi di sesamo.

 

Crostini alle mandorle

Ingredienti
• 50 g di mandorle tostate
• prezzemolo (in abbondanza)
• 1 cucchiaio di capperi
• 1/2 spicchio d'aglio
• 5-6 cucchiaini di olio extravergine di oliva
• sale

Procedimento
Macinate finemente le mandorle, mettetele in una scodella e aggiungete il prezzemolo, l’aglio e i capperi tritati. Condite con un po’ di sale e olio extravergine di oliva. Spalmate la crema sui crostini e decorate ogni tartina con una mandorla intera.

 

Crespelle alla bietola

Ingredienti

Per le crespelle:
• 125 g di farina integrale o bianca
• 2 uova (si possono anche non mettere: aggiungere al posto delle uova 100 g di farina di ceci)
• 1/4 di litro di latte di soia o avena (in alternativa acqua)
• 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
• sale

Per il ripieno:
• 400 g di bietola
• 50 g di pinoli
• 1 spicchio d'aglio
• olio extravergine di oliva
• salsa di soia o sale
• salvia e rosmarino

Procedimento

In un tegame ben capiente, munito del cestello per la cottura a vapore, portate a bollore l’acqua. Nel frattempo tagliate a pezzetti le bietole. Quando l’acqua comincia a bollire, mettete a cuocere le bietole nel cestello per 15 minuti. A parte preparate l’impasto per le crespelle: in una ciotola disponete la farina, le uova e un pizzico di sale. Amalgamate gli ingredienti e stemperate con il latte. Infine aggiungete un cucchiaio di olio extravergine di oliva. In un tegame antiaderente (con un diametro di circa 20 cm) riscaldate un filino d’olio e cominciate a preparare le crespelle una per volta, utilizzando per ognuna un mestolino di pastella. Iniziate a farlo quando la padellina leggermente unta è ben calda. Per ottenere delle crespelle molto sottili è necessario far espandere l’impasto sino ai bordi del tegame, muovendo e inclinando la padella da tutti i lati finché la sottilissima frittata non si rapprende. Dopo qualche istante voltate la crespella in modo da completare la cottura. Ripetete l’operazione fino all’esaurimento della pastella. Con queste dosi dovreste ottenere circa 10-12 crespelle, per la cui cottura saranno sufficienti non più di 8 minuti.

Quando finite di preparare le crespelle, assicuratevi che le bietole siano cotte e spegnete. Saltate le bietole con un po’ d’olio, uno spicchio d’aglio e i pinoli, condite con shoyu o sale. Farcite le crespelle con il ripieno di bietola e arrotolate le sfoglie in modo da ottenere dei grandi cannelloni. In una teglia leggermente unta d’olio disponete in ordine le crespelle guarnendo con un po' di pinoli e con un trito di rosmarino e salvia. Infornate per una decina di minuti a forno caldo.

 

Sformato di grano saraceno

Ingredienti
• 1 bicchiere di grano saraceno
• 3 bicchieri di acqua calda
• 1 cipolla media
• 200 g di cavolo cappuccio
• un pizzico di paprica
• olio extravergine di oliva
• sale

Procedimento
Tostate per qualche minuto il grano saraceno finché assume una colorazione rossiccia. Aggiungete tre bicchieri di acqua calda e un pizzico di sale, coprite il tegame con un coperchio e fate cuocere per una quindicina di minuti. In una casseruola rosolate in un po’ d’olio una cipolla affettata finemente, poi incorporate il cavolo rosso tagliato a striscioline sottili. Fatelo appassire aggiungendoci un po’ d’acqua per facilitarne la cottura. Quando il cavolo rosso si è ammorbidito condite con lo shoyu, insaporite con un pizzico di paprica e aggiungete il grano saraceno. Saltate il tutto per alcuni minuti. Versate il contenuto della casseruola in uno stampo da forno stretto e lungo (tipo «plum-cake»). Infornate per 45-50 minuti a 220 °C. Quindi lasciate raffreddare per una decina di minuti e rovesciate la forma su un piatto da portata ovale. Guarnite lo sformato con le lenticchie ancora fumanti.

 

Fagottini di lattuga ripieni di ricotta

Ingredienti
• 8 foglie di lattuga
• 300 g di tofu affumicato
• 50 g di arachidi sgusciate
• 4-5 foglie di salvia
• 1 rametto di rosmarino
• alcune foglie di prezzemolo
• olio extravergine di oliva
• sale

Procedimento
Sfogliate la lattuga scegliendo le foglie più integre, ma non troppo grandi. Lavatele e asciugatele con un canovaccio. Preparate il ripieno, aggiungendo alla ricotta la salvia, il rosmarino, il prezzemolo tritati e le arachidi macinate in maniera grossolana. Salate (solo nel caso usiate arachidi non salate) e condite con due cucchiai di olio extravergine di oliva. Farcite le foglie di lattuga con il ripieno di tofu, precedentemente lasciato marinare nello shoyu e arachidi, e richiudete formando un fagottino. Disponete i fagottini in una teglia appena unta d’olio, spolverizzando con un po’ di arachidi e di erbe aromatiche spezzettate.

 

Lenticchie al naturale

Ingredienti:
• 1 bicchiere di lenticchie (preferite quelle di montagna, più piccole e quindi veloci da cucinare e anche più saporite)
• 2 foglie di alloro
• alcune bacche di ginepro
• olio extravergine di oliva
• sale

Procedimento
Lasciate a bagno le lenticchie per almeno 12 ore prima di iniziare la cottura. In una pentola a pressione versate insieme alle lenticchie cinque bicchieri d’acqua, l’alloro, il ginepro e il sale, calcolando a partire dal fischio 20 minuti di cottura per le lenticchie di montagna e 30 per quelle comuni. Condite con un filino d’olio e guarnite il piatto utilizzando delle foglie di alloro.

 

Insalata ai funghi

Ingredienti
• 2 cespi di indivia belga
• 4-5 cappelle di funghi champignon (o megli ancora porcini)
• 1 carota media
• 1 mela renetta
• 1 limone
• una decina di gherigli di noce
• olio extravergine di oliva
• sale

Procedimento
Lavate accuratamente le foglie di insalata belga e disponetele a raggiera in un piatto da portata. Pulite i funghi con uno straccino umido e affettateli. Tagliate a fette sottilissime la mela e a dadini il pecorino. Distribuite sopra le foglie di indivia in modo uniforme la mela e i funghi. Guarnite l’insalata con la carota grattugiata e le noci. Condite con sale, limone e olio extravergine di oliva.

 

Zelten

Ingredienti
• 200 g di farina integrale o bianca
• 60 g di tofu
• mezzo avocado ben maturo schiacciato
• 1/2 bustina lievito pasta madre secco
• 2 cucchiaini di malto di riso
• 1 bicchiere di latte di riso
• 100 g di fichi secchi
• 100 g tra nocciole e noci sgusciate
• 50 g di uva passa
• 50 g di pinoli
• 50 g di scorza di arancia

Procedimento
In una ciotola mettete a bagno l’uvetta. Sciogliete mezza bustina di lievito in un po’ d’acqua tiepida. Versate la farina in una terrina. Nell’incavo centrale mettete un pizzico di sale, l’avocado ridotto a purea e due cucchiaini di malto. Amalgamate gli ingredienti con un cucchiaio di legno incorporando lentamente la soluzione di lievito e un bicchiere di latte o di riso. Aggiungete il tofu ridotto a crema in un frullatore (aiutatevi con poca acqua) e continuate a mescolare finché il tutto non risulti ben cremoso. Infine arricchite l’impasto con fichi secchi tagliati a tocchetti, uvetta, buccia d’arancia a pezzi, noci, nocciole e pinoli. Lasciate lievitare per circa 30 minuti. Versate l’impasto in una teglia rotonda e guarnite con i gherigli di noce e le nocciole spezzettate. Ponete tutto in un forno caldo a 220°C per 45-60 minuti. Per verificare la cottura infilzate con uno stecchino lungo la torta. Se lo ritirate ancora umido deve restare ancora in forno, eventualmente abbassate la temperatura se temete che bruci. Lasciate raffreddare lo zelten su una gratella e poi servitelo in un bel piatto rotondo.

__________________________________________________________________________

Le ricette presentate sono tratte dai libri della collana ALIMENTAZIONE NATURALE

Acquistali con il BUONO SCONTO di 5€

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento