Diabete: I cibi da escludere e gli alimenti alleati

I principali imputati sono gli zuccheri, in particolare quello bianco , di cui si abusa in caffè, yogurt, biscotti, torte, bibite, cereali per la colazione, mais e piselli in scatola, succhi di frutta, piatti pronti e alcuni tipi di pane.

31 Gennaio 2017
Diabete: I cibi da escludere e gli alimenti alleati

Se pensate che ricorrere ai dolcificanti artificiali possa aiutarvi, vi sbagliate, perché il loro sapore dolce lancia un potente segnale che dà il via, nelle ore successive, a un crescente desiderio di zucchero o cibi ricchi di calorie e carboidrati.

Non va meglio neanche con il fruttosio, che predispone alle malattie cardiovascolari e si sospetta favorire sovrappeso e obesità (altri fattori di rischio per il diabete). Anche i cereali raffinati contengono zuccheri «cattivi», occhio quindi al consumo di alimenti come pasta, riso e prodotti da forno, come il pane e la pizza.

Non meno nocive sono le  proteine animali, il cui eccessivo consumo è stato associato all’insorgere di stati di acidosi metabolica, assolutamente deleteri per la nostra salute (per approfondire vedi «L’equilibrio acido base ».

Gli alimenti alleati

Quando si tratta di diabete, la prevenzione può fare molto, soprattutto a tavola, dove saranno i benvenuti le verdure di stagione, crude e cotte, i legumi, i cereali integrali e tutti cibi ricchi di fibre. I chicchi più indicati sono orzo  e avena , per l’indice glicemico medio e le ottime fibre, ma anche il grano saraceno. Quanto al riso, meglio il basmati integrale o il parboiled.

Sì al pane, ma non si esageri e lo si scelga di grani antichi , con pasta madre e a lievitazione naturale . La buona notizia è che anche chi è già malato può trarre grande beneficio dal consumo di questi alimenti.

Regole ed espedienti

Patate: hanno un indice glicemico alto, ma sono cibi validi per la presenza di fibre, vitamine, minerali e antiossidanti.

Come fare se si è diabetici?
Vanno cotte al vapore con la buccia, spruzzate di aceto e fatte raffreddare, per poi mangiarle pelate in insalata.

Topinambur : gustoso rizoma reperibile in autunno-inverno, il topinambur contiene inulina, una fibra solubile che nutre la flora intestinale, ma anche vitamine
e minerali come il ferro. Ipocalorico e antiossidante, stimola il sistema immunitario e aiuta a regolare la glicemia. Buono crudo, cotto al vapore o stufato.

Pizza : quella da preferire (bassa e cotta ad alte temperature) ha un indice glicemico elevato. Meglio scegliere piccoli tranci e sostituire la mozzarella con fagioli piccanti, lenticchie speziate ecc.

Pasta: meglio integrale e cotta al dente, servita con tante verdure. Se di formato lungo ha un indice glicemico un po’ più basso.

Semi oleosi: ottimi per gli snack, hanno pochi amidi e lipidi che agevolano le funzioni dell’insulina.

Verdure crude: mangiate a inizio pasto aiutano a controllare la glicemia.

Verdure cotte: non devono mai mancare.

Barrette di cereali e frutta : ottimi spuntini, magari con yogurt.

Libri consigliati:

Non arrendersi al diabete

Come comportarsi a tavola per prevenire e curare

Chi l’ha detto che il diabete è inesorabilmente scritto nel DNA? Come altre malattie non trasmissibili, tipiche del nostro tempo, si manifesta soprattutto a causa di squilibri nello stile di vita. Qual è allora il modo migliore per prevenirlo e curarlo?

L’autore propone una serie di pratiche e accorgimenti che, oltre a combattere il diabete, aiutano a riportare il cibo alla sua autentica dimensione, quella del nutrimento. La prima parte di questo libro spiega con esaustività e chiarezza che cos’è il diabete, analizza le sue origini e propone semplici strategie per affrontarlo in modo attivo, con utili consigli su come gestire le varie categorie di alimenti.

La seconda parte contiene oltre 90 ricette ricche e variegate, che rielaborano piatti tradizionali come la pizza di scarola o le zuppe di legumi oppure propongono elaborazioni più insolite: Tzaziki di zucchine, Cavolfiore alla crema di mandorle, Gnocchi di ceci al pesto di rucola e molte altre idee.

Non mancano gustosi e sani dessert, solitamente proibiti: Ciambella lievitata alla frutta, Crostata di susine, Semifreddo alle fragole e anche una buona Mousse al cioccolato (senza esagerare!).

In offerta SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it

-

-

Sindrome metabolica

Ricette e consigli per prevenire sovrappeso, diabete, ipertensione e ipercolesterolemia

Il sovrappeso è il principale fattore di rischio nella Sindrome metabolica. E' stato calcolato che nel mondo le persone con un indice di massa corporea superiore a 30 sono circa il 7%. Ma valutando la frequenza all'obesità nelle regioni del mondo, ci si accorge dell'enorme prevalenza di pazienti obesi che vivono nell'Occidente industrializzato; il loro numero è largamente superiore a quello degli affetti da ogni altro tipo di malattia acuta o cronica.

Basterebbe poco per avere effetti importanti sulla salute. Un calo di peso del 10% negli uomini corrisponde alla riduzione del 20% della malattia coronarica correlata a modificazione dei lipidi ematici, dell'ipertensione, dell'insulino-resistenza, delle alterazioni del sistema emocoagulativo.

Florio Cocchi, medico che da anni segue il metodo Kousmine, aiuta a combattere l'obesità o meglio il sovrappeso a partire dalla tavola.

Il manuale offre suggerimenti e consigli calibrati a misura per ciascun bisogno.

In offerta SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it

-

Abbasso l'indice glicemico!

54 ricette con l'IG al minimo

L’indice glicemico è un indicatore fondamentale per la nostra salute, rileva la capacità di un alimento di aumentare la glicemia nel sangue. Questo non significa che dobbiamo rinunciare a pane, pasta, dolci… ma che è meglio sostituire alcuni ingredienti con altri a basso IG.

Mettiamo quindi al bando farine raffinate, zucchero bianco, cibi industriali e sostituiamoli con prodotti integrali, con dolcificanti naturali come stevia, agave, cocco, betulla e miele
d’acacia, con cereali e pseudocereali come quinoa, amaranto, grano saraceno, orzo e avena. E poi portiamo in tavola tanti legumi, semi oleosi, ortaggi e frutta a chilometro zero. Insomma è importante privilegiare ingredienti a basso IG, di stagione e possibilmente biologici, rispettosi della nostra salute e dell’ambiente.

Provando le ricette proposte in questo libro – i primi e i piatti salati, i finger food e i dolci, senza dimenticare i consigli per la colazione – potremo finalmente dire a gran voce: «Abbasso l’indice glicemico!».

In offerta SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento