L'importanza di probiotici e prebiotici

Durante la gravidanza e la prima infanzia i probiotici svolgono un'azione fondamentale per costruire la salute del futuro adulto. Scopriamo di più.

15 Settembre 2018
L'importanza di probiotici e prebiotici. Salute naturale

Perché il microbiota possa insediarsi nell’intestino ha necessità delle fibre prebiotiche (zuccheri complessi che favoriscono la proliferazione dei batteri) del tipo Fos (fruttoligosaccaridi) e Gos (galattoligosaccaridi), che sono in realtà indigeribili per l’uomo; tuttavia sono presenti nel latte materno e rappresentano l’alimento prediletto dei bifidobatteri, che vengono trasmessi al bambino per via vaginale fin dal momento del parto, provenienti dall’intestino della mamma.

Il bifido raggiunge il neonato anche tramite il latte materno; la mamma trasmette quindi al proprio figlio sia i batteri che il loro cibo.
I bifidobatteri sono essenziali per la vita del neonato perché, oltre a presiedere e a controllare lo sviluppo del suo sistema immunitario, stimolano molte delle funzioni intestinali e intervengono in caso di stitichezza, coliche gassose, pelle secca, crosta lattea, dermatiti atopiche.

Le fibre prebiotiche sono contenute nel latte materno in misura ben dieci volte superiore rispetto al latte vaccino; pertanto, qualora non sia possibile l’allattamento al seno ma solo quello artificiale, è necessario somministrare i bifidobatteri e le tipologie descritte di fibre prebiotiche. I prebiotici di tipo Fos e Gos sono contenuti altresì in diversi alimenti: cereali, aglio, cipolle, banane, legumi, porri, carciofi, asparagi, cicoria e topinambur, che ne sono invece straordinariamente ricchi.

La ricerca scientifica si è concentrata da circa vent’anni sui batteri probiotici e, in questo periodo, nei mass media si è diffusa l’idea, non confermata dalla scienza, che “i probiotici sono presenti nello yogurt”. La corretta informazione è invece che lo yogurt contiene batteri, che però non sono tutti probiotici, in quanto incapaci di colonizzare l’apparato digerente.
I batteri di regola utilizzati nello yogurt sono lattobacilli della specie Lactobacillus bulgaricus e uno streptococco, Streptococcus termophilus; entrambi sono termofili, ossia attivi a una temperatura superiore ai 42-45°; per questo nell’uomo non possono certamente essere vivi, dato che l’ambiente corporeo ha 37° e che tali microrganismi non resistono sempre all’acidità gastrica.

_________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal libro Imprinting alimentare

I primi anni di vita, a partire dal concepimento fino al secondo anno di età, sono fondamentali per la salute del bambino e del futuro adulto: è in questo periodo che le difese immunitarie vengono programmate in modo definitivo, determinando anche il benessere fisico di lungo periodo.

I due autori si concentrano specialmente sui benefici dell’alimentazione fisiologica a base vegetale che, escludendo i cibi di provenienza animale, fornisce tutti i nutrienti necessari per promuovere una flora batterica (microbiota) sana e difese immunitarie ottimali per tutta la vita.
Nel libro consigli e menu per imbastire una gustosa dieta vegetale sono accompagnati da tanti approfondimenti sugli stili di vita e le buone pratiche che aiutano a stare in salute: yoga in gravidanza, parto naturale, allattamento al seno, divezzamento tardivo, riduzione drastica dell’uso di antibiotici.

Un manuale scritto per le mamme e le coppie in attesa, e per tutti coloro che voglio prepararsi ad accogliere nel miglior modo possibile un figlio.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO


di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento