Le cause della cistite

Come si manifesta la cistite e quali sono le cause che la scatenano? Scopriamo di più.

12 Agosto 2018
Le cause della cistite. Salute naturale

Almeno il 10-20% delle donne, ha sofferto di cistite nell’ultimo anno; il 37,5% che non ha mai avuto questo tipo d’infezione l’avrà entro i prossimi dieci anni e persino il 2-4% delle donne, apparentemente in salute, presenta elevati livelli d’infezione nelle urine.

La cistite è un’infiammazione della vescica, in genere d’origine batterica, tipicamente femminile, ma molto rara tra gli uomini, eccettuati i bambini, in cui indica generalmente un’anomalia anatomica.
Ne esiste anche una forma cronica, la “cistite interstiziale”, non legata a fattori infettivi. Si tratta di una patologia, molto più rara, in cui l’infiammazione colpisce l’interstizio circostante la parete vescicale.

In ogni caso, le infezioni delle vie urinarie non vanno mai sottovalutate poiché nel 55% dei casi possono arrivare fino ai reni, causando pielonefriti che possono determinare danni progressivi a carico degli organi escretori.

L’ingresso dell’infezione

In che modo si diffonde la cistite? L’urina è un liquido sterile, almeno sino a quando non raggiunge l’uretra; da questa poi, raggiunge l’orifizio uretrale esterno. I batteri, responsabili dell’infezione possono raggiungere il tratto urinario risalendo dall’uretra (per lo più dalle feci, e nelle donne, anche dalle secrezioni vaginali) e più raramente, attraverso il sangue. A favorire la cistite sono tutte le condizioni che determinano ristagno d’urina; al contrario, il flusso libero e un elevato volume urinario, lo svuotamento completo della vescica, un’ottimale funzione intestinale e del sistema immunitario contribuiscono ad evitare la cronicizzazione dell’infezione.
Questo perché il flusso urinario allontana eventuali batteri presenti.

Anche la superficie della vescica, così come il pH delle urine contribuisce a inibire la crescita dei batteri; mentre negli uomini è la prostata a svolgere un’azione antimicrobica. Ad aumentare i fattori di rischio di cistite sono inoltre: gravidanza, rapporti sessuali, in particolare alcune pratiche omosessuali (ma questo solo tra gli uomini) e soprattutto anomalie strutturali del tratto urinario che bloccano il libero flusso dell’urina.

In genere, la cistite acuta si manifesta con bruciore e minzione urgente, dolorosa e frequente; dolori nella zona sovrapubica e spesso anche nel fondo schiena; minzioni anche notturne. Nelle donne si può avere anche presenza di sangue nelle urine. Il dolore che sale nella regione lombare e si diffonde verso l’alto nella schiena, i brividi, la febbre e talora anche la comparsa di nausea e vomito indicano l’estensione dell’infezione a livello del rene.

___________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal libro Curarsi con il cibo

Ogni giorno, introduciamo nel nostro organismo alimenti per nutrirci e sostenerci. Ma non tutto il cibo che assumiamo ha lo stesso effetto: ci sono alimenti che possono fare ammalare e altri che possono guarire o prevenire i disturbi più comuni.

Il principale intento di questo libro è stimolare la consapevolezza del «potere del cibo» e del ruolo fondamentale che una corretta alimentazione può svolgere per la salute.

Nel volume sono illustrati i sintomi e la genesi delle più comuni malattie e il modo in cui, attraverso l’alimentazione, è possibile intervenire per prevenire o contrastare il decorso di ogni specifica patologia. Infine vengono indicati, caso per caso, i cibi che è bene evitare e quelli che invece è consigliabile assumere per difendere e rafforzare la nostra salute.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento