Le principali cause dell’infertilità femminile

Un elenco dei principali fattori che possono determinare l'infertilità nella donna.

12 Luglio 2019
Le principali cause dell’infertilità femminile. Salute naturale

L’orologio biologico

Si tende a dimenticarlo, ma il principale fattore che limita la fertilità rimane l’età della donna. Per ottimizzare le possibilità di riuscita, le donne che desiderano avere un figlio dovrebbero cercare una gravidanza prima dei 35 anni. Il numero di ovuli di cui disponiamo alla nascita (la nostra riserva ovarica) cala infatti a un ritmo molto più rapido di quel che si crede: la fertilità femminile è al suo livello massimo a 20 anni, mentre a 35 anni a una donna rimane solo il 12% dei propri ovuli… e appena il 3% a 40 anni.

Quando le ovaie non funzionano o funzionano male

Le cause più frequenti dell’infertilità femminile sono l’assenza di ovulazione (in tal caso si parla di anovulazione) o i disturbi dell’ovulazione (disovulazione). Questi disturbi di origine ovarica si traducono nella mancata produzione di ovociti fecondabili. I medici ricorrono spesso a queste diagnosi in caso di mestruazioni irregolari o assenti. Ciò può essere dovuto:

• alla sindrome dell’ovaio policistico, la quale coinvolge tra il 5 e il 10% delle donne in età fertile ed è caratterizzata dallo sviluppo di un gran numero di follicoli sulle ovaie, provocando mestruazioni irregolari

• a un’insufficienza ovarica, la quale interessa l’1% delle donne ed è caratterizzata da un’assenza totale di ovulazione, la maggior parte delle volte in via definitiva.

Problemi alle tube

Rappresentano la seconda causa di infertilità. Le tube di Falloppio – attraverso le quali l’ovulo transita par raggiungere l’utero – possono risultare ostruite, e in tal caso la fecondazione è impossibile. Questa ostruzione delle tube è la causa della salpingite, che sembra in aumento negli ultimi anni. Questa infezione delle tube è provocata da dei germi trasmissibili sessualmente.

Utero inospitale

Quando lo spermatozoo incontra l’ovulo nell’utero, la partita non è ancora vinta! Può capitare che l’ovulo non riesca a impiantarsi nell’utero a causa di una malformazione o della presenza di fibromi o polipi uterini. A volte è il muco cervicale secreto dal collo dell’utero, necessario per permettere il passaggio degli spermatozoi, a essere insufficiente o inesistente.
In tal caso può essere proposto un semplice trattamento ormonale per aumentare questa secrezione.
L’endometrio può causare dei problemi al concepimento se la sua consistenza non è buona. La mucosa uterina può infatti essere troppo sottile ed impedire all’embrione di annidarsi, o al contrario può essere troppo abbondante. In quest’ultimo caso, i medici parlano di endometriosi.

Endometriosi

L’endometriosi è caratterizzata dalla presenza dell’endometrio sulle ovaie, sulle tube, e talvolta persino sulla vescica e l’intestino. L’ipotesi attualmente più diffusa per spiegare la presenza di questa mucosa al di fuori della cavità uterina è quella del reflusso: durante le mestruazioni, il sangue che dall’endometrio dovrebbe scorrere verso la vagina risale invece verso le tube e si ritrova nella cavità addominale, dove crea delle lesioni endometriosiche, ovvero delle aderenze tra gli organi. In generale le donne che soffrono di endometriosi hanno delle mestruazioni molto dolorose, e il 30-40% di loro ha difficoltà a rimanere incinta. Per curare l’endometriosi esistono due metodi principali: un trattamento ormonale o uno chirurgico. In caso di endometriosi, l’indicazione migliore per avere un figlio è rappresentata dalla FIV.

Malformazioni che ostacolano l’impianto

• La cavità uterina è il luogo in cui l’embrione s’impianta, ma se l’utero presenta una malformazione (utero bicorne, aderenze o tessuti cicatriziali) l’impianto può risultare ostacolato.

• Un’anomalia del collo dell’utero (dovuta a un’infezione o a un precedente trattamento delle lesioni del collo dell’utero) può impedire la secrezione di muco cervicale, il quale ha la facoltà di favorire gli spermatozoi fornendo loro l’energia necessaria a raggiungere l’ovulo.

• Un fibroma dell’utero è un tumore benigno (non cancerogeno) situato sulla parete dell’utero. Solo o in gruppo, può ostacolare l’impianto di un eventuale embrione.

Le infezioni sessualmente trasmissibili

Se non vengono trattate in maniera tempestiva, alcune infezioni, in particolare la clamidia, possono causare l’ostruzione delle tube o un’endometrite (infezione della parete uterina) e impedire l’impianto di un embrione.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal libro Infertilità

Desideri da tempo diventare mamma, o papà, e non ci riesci? I medici incontrati finora sono stati poco incoraggianti? Non sopporti più le domande di amici e familiari? La voglia di avere un bambino sta mettendo a dura prova il tuo equilibrio psicologico e quello di coppia? Ebbene, questo libro ti può essere di grande aiuto.

Forte della sua lunga esperienza di sostegno alle coppie infertili, l’autrice spiega, in modo documentato e con un linguaggio semplice, in cosa consiste la procreazione medicalmente assistita (PMA), quali sono le tecniche utilizzate e le procedure da seguire.

Non mancano, insieme alle indicazioni di carattere medico, consigli pratici, riflessioni e suggerimenti che mirano a preservare l’equilibrio individuale e della coppia in un momento cruciale come quello segnato dal desiderio di genitorialità.

Chiude il libro un capitolo interamente dedicato alle medicine e alle pratiche complementari (agopuntura, osteopatia, sofrologia ecc.), il cui apporto si sta dimostrando di grande aiuto per vivere meglio il percorso di preparazione alla procreazione.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO

" target="_blank"><iframe allowfullscreen allow="fullscreen" style="border:none;width:100%;height:326px;" src="//e.issuu.com/embed.html?d=infertilit_&u=terranuovaedizioni"></iframe>

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento