Tisane: occhio alla bustina

Per riconoscere una tisana di buona qualità ed "ecologica" è importante prestare attenzione anche alla bustina che la contiene. Ecco come dovrebbe essere.

14 Marzo 2019
Tisane: occhio alla bustina. Alimentazione naturale

• I filtri con punto metallico sono indice di scarsa qualità e possibili contaminazioni di sostanze estranee. In sostituzione viene usato anche il polipropilene, che durante l’infusione potrebbe rilasciare sostanze nocive, come il famigerato Bisfenolo A. Da preferire i filtri con chiusura a nodo.

• Il filo dovrebbe essere preferibilmente in cotone proveniente da agricoltura biologica per scongiurare la presenza di pesticidi. Questa coltura, infatti, è una delle più a rischio.

• Di solito il filtro è in cellulosa.
Meglio scegliere le marche che garantiscono l’uso di quella non sbiancata con agenti aggressivi.

• Le materie prime devono essere di qualità: la selezione delle piante è importante per escludere la contaminazione con specie che possono contenere alcaloidi pirrolizidinici.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Brano tratto dall'articolo Ti sana?

Leggi l'articolo completo sul mensile Terra Nuova Marzo 2019

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DELLA RIVISTA


 

POTREBBE INTERESSARTI

ESTRATTI, CENTRIFUGATI, SMOOTHIES E TISANE

Una delle nuove tendenze nutrizionali arriva dagli Stati Uniti, si chiama juicing (da juice, succo) e si “beve”: nel bicchiere finiscono variopinti e fantasiosi smoothies, frullati, estratti e centrifugati. Fresche e allegre, ricche di sapore, queste bevande sono sempre più popolari, e contribuiscono a diffondere uno stile di vita sano grazie ai tanti pregi di frutta e verdura

Nella prima parte del libro, gli autori illustrano caratteristiche e benefici dei diversi succhi e dei loro ingredienti, soffermandosi in particolare sulla produzione casalinga, sulle centrifughe e gli estrattori che sono ormai entrati in molte delle nostre cucine.

Nella seconda parte, oltre 150 ricette propongono gustose bevande, che accostano con sapienza gli ingredienti più consueti (carota, sedano, mela, pera, fragola, arancia, banana, zenzero) con altri più originali (cavolo, carciofo, barbabietola, melograno, fico d'India, bacche di goji, semi di canapa o di chia, e tanti altri ancora).

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento