Coltivare l'Aloe con il fai da te

Le quasi 400 specie e ibridi di Aloe, con i loro appariscenti fiori tubulari rossi, arancioni e gialli, sono tutte perfette per essere coltivate in vaso, ma solo alcune di queste succulente desertiche crescono bene negli ambienti interni. Ecco le regole per coltivare queste splendide piante con il fai da te.

10 Maggio 2018
Coltivare l'Aloe con il fai da te. Giardinaggio fai da te

Solo alcune specie di Aloe crescono bene in appartamento. Tra queste, l’Aloe vera è la più popolare; altre specie considerate piante da appartamento sono l’Aloe aristata e l’Aloe humilis, alte da 20 a 25 cm, e l’Aloe variegata, alta fino a 30 cm e con le foglie a striature.

L’Aloe vera diventa alta 30-60 cm e larga 15-30 cm, e forma delle rosette di foglie rigide, spesse e carnose. Le foglie sono lunghe 45 cm, di colore verde-grigio con delle macchioline biancastre, e presentano dei piccoli denti bianchi lungo i bordi. Si tratta di una perenne sempreverde tropicale che produce dei germogli basali, ovvero dei nuovi piccoli cloni di se stessa. Quando ha 3-4 anni, in estate l’Aloe vera emette delle infiorescenze formate da piccoli fiori gialli tubolari, sorrette da peduncoli lunghi 90 cm. Per poter fiorire ha bisogno di molta luce, quindi, se la vostra pianta non dovesse fiorire, provate a esporla una luminosità maggiore.

L’Aloe vera viene usata in medicina da millenni ed è un ingrediente comunemente impiegato in ambito cosmetico, nelle creme per la pelle e nelle creme solari. Tagliando o rompendo a metà una foglia, fuoriesce una linfa mucillaginosa e curativa che può essere applicata direttamente sulla pelle come lenitivo, doposole e altri numerosi impieghi.

CONDIZIONI AMBIENTALI OTTIMALI

LUCE ABBONDANTE. Questa succulenta ama la luce molto intensa ma filtrata e cresce bene con una finestra esposta a sud, est o ovest. Riesce a sopportare molto bene l’esposizione diretta ai raggi solari purché venga acclimatata lentamente alla luce intensa e al calore durante un periodo di due settimane. Se esposta al pieno sole, la punta delle foglie diventa arancione.

TEMPERATURE MODERATE. 20-25°C di giorno e 15-20°C di notte.

ACQUA MEDIA. Annaffiate tutte le volte che la parte superficiale del terriccio è asciutta fino a una profondità di 2,5 cm ed evitate di bagnare le foglie. Annaffiate molto poco in inverno.

UMIDITÀ. Come la maggior parte dei cactus e delle succulente, l’aloe tollera molto bene l’aria secca presente nelle nostre abitazioni.

TERRICCIO. Biologico, altamente drenante, di buona qualità e specifico per cactus e succulente, contenente fertilizzante organico, funghi micorrizici e altri microrganismi benefici.

FERTILIZZANTE. Usate un fertilizzante organico bilanciato. Applicate una volta al mese durante il periodo di crescita. Non fertilizzate durante il periodo di riposo invernale.

INVASATURA. Quando la vostra pianta deve essere rinvasata, trasferitela in un contenitore dal diametro di 5 cm più grande di quello attuale. L’aloe cresce lentamente e ha bisogno di essere trapiantata solo ogni tanto.

PROPAGAZIONE. L’aloe può essere propagata separando con cura i germogli basali dalla pianta madre.

PROBLEMI PIÙ COMUNI

Scottature, cocciniglie e marciume radicale.

-

Articolo tratto dal libro Curare le piante da appartamento senza veleni

Le fronde delle felci si stanno ingiallendo? I fiori e le foglie della tua begonia preferita mostrano preoccupanti macchie scure? L’orchidea è quasi avvizzita e la rosa sul balcone è piena di pidocchi? Niente paura: seguendo i consigli di questo libro potrai curare e mantenere al meglio le tue piante, senza usare pericolosi prodotti tossici.

In queste pagine troverai tutte le indicazioni per prenderti cura di oltre 140 specie tra piante perenni, bulbose, orchidee, palme, cactus, rampicanti, felci e arbusti. A ognuna di esse è dedicata una scheda dettagliata con le esigenze in tema di luce, acqua, terriccio e cure colturali.

Una sezione specifica del libro è dedicata al riconoscimento dei parassiti e della malattie più comuni e alla loro cura con l’impiego di formulati biologici e naturali come propoli, sapone di Marsiglia, olio di Neem, macerato di ortica e Bacillus thuringiensis.
Un testo indispensabile per tutti gli amanti del verde attenti al benessere delle proprie piante, ma anche al rispetto dell’ambiente.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DELLA RIVISTA


di Terra Nuova


Forse ti interessa anche: