Conosci te stesso con lo Human Design

Dalla dimensione psicologica a quella spirituale, passando dai talenti e dalla propria vocazione, uno strumento di ricerca e indagine attraverso il quale riflettere su se stessi e la propria natura più profonda.

23 Marzo 2020
Conosci te stesso con lo Human Design. Ricerca interiore

L’uomo contemporaneo è molto più complesso rispetto a quanto non fossero i nostri antenati. Viviamo in un mondo altamente specializzato e al tempo stesso globale, dove le distinzioni tra scienza e spiritualità, Oriente e Occidente, macrocosmo e microcosmo interiore si fanno sempre meno definite. Oggi ci sono molte tecniche, pratiche, strumenti e approcci per chi vuole intraprendere un percorso di esplorazione e conoscenza di sé. Lo Human Design è uno di questi e ha la particolarità di integrare ben quattro antiche mappe della coscienza umana – l’astrologia, i chakra, gli I Ching e la Cabala – per poi diventare un sistema a sé che è molto di più della somma delle sue parti: è infatti al tempo stesso una poderosa sintesi e anche un upgrade, nel senso informatico di «aggiornamento», poiché include anche elementi della scienza moderna.

Come funziona?

Utilizzando i dati di una persona al momento della nascita, lo Human Design determina l’esatta posizione, nello spazio e nel tempo, in relazione al sistema solare e ai campi stellari, in cui siamo immersi al momento della nascita. Attraverso la generazione di un grafico, mostra la nostra «impronta» genetica e cosmica.

Sappiamo che in astrologia il cielo è diviso nei dodici segni dello Zodiaco, invece lo Human Design lo divide in sessantaquattro settori, o Porte, che corrispondono ai sessantaquattro codoni del codice genetico umano e ai sessantaquattro esagrammi dell’I Ching, gli antichi archetipi della tradizione cinese. Ciascuno di questi sessantaquattro settori è portatore di un significato particolare che conferisce a ogni individuo gli elementi distintivi della sua natura peculiare di essere umano.

Come ci suggerisce la fisica particellare, è il flusso dei neutrini, emessi dai corpi celesti, a rendere possibile tutto ciò, poiché questi ultimi hanno la proprietà di trasferire informazioni da una parte all’altra dell’universo, un po’ come fanno le api che trasferiscono il polline da un fiore a un altro. Al momento della nascita, dunque, restiamo «impregnati» dal flusso dei neutrini che, attraversandoci e lasciandoci le informazioni ricevute dai pianeti del Sistema Solare, definisce la nostra impronta genetica.

La meccanica del nostro Io profondo

«In questi tempi in rapida evoluzione, la scienza sta scoprendo sempre di più sui misteri della vita» dice Chetan Parkyn, autore del libro. «Lo Human Design è il luogo in cui la scienza e la spiritualità si fondono come mai prima d’ora, per farti conoscere l’essenza della tua vita: ti fornisce una chiave per leggere la tua impronta genetica neutrinica e per vedere il tuo Disegno. Ciò che ti ritroverai di fronte è un riflesso del tuo essere interiore».

Ed è esattamente ciò che vediamo nel nostro grafico: la meccanica del nostro stesso essere, espressa in simboli, forme, colori, linee e numeri. A differenza dell’astrologia, che prende in considerazione solo le posizioni planetarie al momento della nascita, lo Human Design utilizza anche un’altra serie di informazioni, calcolate automaticamente dal software che si utilizza per generare il grafico (scaricabile gratuitamente dal sito di riferimento www.humandesignforusall.com ), e che si basano su un istante, preciso al secondo, circa tre mesi prima della nascita, per l’esattezza 88 giorni. Questo magico momento, che accade circa al compimento del sesto mese di gravidanza della madre, da un punto di vista fisiologico è il momento in cui nel cervello de bambino si attiva la neocorteccia nel lobo frontale; metafisicamente potremmo definirlo come il momento in cui l’anima si incarna nel veicolo corpo, o più semplicemente il momento in cui il nascituro comincia il suo processo per diventare un individuo.

I dati planetari relativi a questi due istanti cruciali si combinano e sono elaborati attraverso gli altri tre elementi: la mappa dei Chakra, l’IChing e la Cabala. Tutte queste informazioni insieme costituiscono un grafico di Human Design.

Centri, Porte e Canali

A differenza del sistema dei Chakra, che vede la presenza di sette centri energetici che operano all’interno dell’individuo, assolvendo funzioni specifiche, nello Human Design i Centri sono nove: la Corona, la Mente, la Gola, il Sé, il Cuore (o centro della Volontà), il Sacrale, le Emozioni, la Milza e la Radice.
I nove Centri sono dei Chakra a tutti gli effetti, cioè sono delle valvole circolari che si aprono e si chiudono, regolando il flusso di energia nel nostro essere. Non si tratta di energia fisica in senso stretto, ma di energia vitale, analoga al Chi, al Ki, al Prana o a l’Elan Vital delle varie tradizioni spirituali del mondo, che è energia indifferenziata che può prendere qualsiasi forma. Ogni Centro, secondo le sue caratteristiche specifiche, «riceve, assimila, modifica ed esprime questa energia, trasformandola in una funzione, percezione, consapevolezza, istinto o comportamento umano. Essa scorre attraverso di noi e fuori di noi, a ogni istante di ogni giorno, connettendoci a tutti coloro che si trovano intorno a noi».

I nove Centri si distribuiscono all’interno di una complessa rete di trentasei Canali, ciascuno dei quali rappresenta ed esprime precise caratteristiche e proprietà. Ogni Canale è una combinazione di due delle sessantaquattro Porte, che insieme trascendono il significato di entrambe per diventare un elemento a sé stante, con il suo valore e la sua identità.

Vedere il proprio conscio e l’inconscio

Ogni grafico di Human Design contiene dunque nove Centri, trentasei Canali e sessantaquattro Porte e ciascuno di questi elementi ha la sua storia da raccontare, contribuendo a definire la natura di un individuo con un’incredibile precisione.

Ogni persona possiede tutti i Centri, tutte le Porte e tutti i Canali all’interno del proprio disegno, ma questi possono essere attivati oppure no, a seconda delle posizioni dei pianeti nelle due date di cui abbiamo parlato sopra: il momento della nascita e circa tre mesi prima.

Nel grafico le posizioni relative al momento della nascita sono contrassegnate come numeri di colore nero, quelle relative a tre mesi prima sono invece i numeri di colore rosso. Sono rispettivamente gli elementi consci e inconsci della nostra struttura. «È conscio tutto ciò che facciamo intenzionalmente, di cui siamo per lo più consapevoli. Questi sono gli elementi “svegli e vigili” della nostra personalità e del nostro modo di comportarci» spiega Chetan Parkyn. «L’inconscio è il nostro lato nascosto, rappresenta le correnti sotterranee che influenzano ogni comportamento automatico o involontario che modella il nostro carattere. Questi aspetti potrebbero non essere immediatamente riconoscibili per noi, ma senza dubbio saranno familiari alle persone che ci osservano. Ti è mai capitato che qualcuno ti dicesse qualcosa del tipo: “Questo lo fai esattamente come il nonno” oppure “La tua bisnonna diceva sempre cose del genere”? Queste affermazioni significano che hai ereditato delle caratteristiche riconoscibili, ma inconsce, provenienti da varie parti del tuo albero genealogico. Io dico sempre che il conscio è la punta dell’iceberg, mentre l’inconscio è ciò che si trova sotto la superficie del nostro essere».

E tu, che tipo sei? Le Tre Chiavi

Dall’osservazione di migliaia di grafici è stato possibile raggruppare gli esseri umani secondo alcuni parametri: il Tipo – con la sua Strategia – l’Autorità e il Profilo. Tipo e Autorità si basano sull’osservazione di quali Centri sono collegati tra loro, se lo sono e come lo sono.
Esistono 5 Tipi nello Human Design: Generatore, Generatore Manifestante, Proiettore, Manifestatore e Riflettore. Ogni Tipo ha caratteristiche specifiche e ci informa sulla qualità dell’energia della persona e sulla strategia per impiegarla al meglio.

L’Autorità – ce ne sono ben sei – indica per ciascun individuo il modo giusto per prendere le decisioni importanti della propria vita.

Un altro parametro fondamentale dello Human Design è il Profilo, che si ottiene osservando l’esatta posizione di Sole e Terra, consci e inconsci, rispetto alle sei linee della Porta, o esagramma, in cui si trovano.

Tipo, Autorità e Profilo sono le tre chiavi di lettura fondamentali dello Human Design che, insieme alle informazioni di natura più specifica fornite da Centri, Canali e Porte, forniscono un quadro preciso e completo della persona, sia a livello di personalità che a livello di natura intrinseca.

Incontrare se stessi

Nella mia esperienza di analista di Human Design non ho mai visto nessuno restare deluso dalla sua lettura, anzi, ho visto le persone essere spesso totalmente folgorate dal modo in cui una perfetta estranea, quale ero io per loro, potesse «leggere» la loro vita con così tanta precisione. È sull’onda di questa certezza che vi invito dunque a esplorare il vostro disegno seguendo le istruzioni presenti nel libro di Chetan Parkyn, augurandovi un bellissimo incontro…con voi stessi!

_______________________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal numero di Terra Nuova Novembre 2019

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

 

 

 

IL LIBRO

HUMAN DESIGN

Quante volte ci sentiamo in una vita che non ci piace, non ci soddisfa e non ci appartiene! Insieme a questa frustrazione, si accompagna spesso la sensazione di non riuscire a essere pienamente noi stessi. Chi siamo davvero, quali sono i talenti che ci rendono unici e che possiamo coltivare per riuscire a incarnare la nostra essenza più autentica? Rispondere a queste domande non è mai semplice, soprattutto se per molto tempo abbiamo portato una maschera con la quale alla fine ci siamo totalmente identificati e che ci impedisce di essere davvero felici.

Lo Human Design è uno strumento di consapevolezza che intende mettere a fuoco qual è la strada per tornare a essere, agire e sentirsi se stessi. La rivelazione è possibile grazie a un grafico natale che può essere interpretato come il disegno universale che guida il nostro cammino.

L’autore, Chetan Parkyn, unisce saperi antichi diversi: astrologia, I Ching, Chakra e Cabala.

Per conoscere il proprio Human Design basta sapere il luogo, il giorno e l’ora di nascita. Dopodiché non resta che consultare le pagine del libro per iniziare a scoprire la propria natura intrinseca: ciò che ci appassiona, quali sono le persone con cui instaurare relazioni amicali, sentimentali e professionali appaganti, quali sono i punti di forza e di debolezza del nostro carattere, e molto altro ancora.

Un manuale pratico, semplice e accessibile, per chi desidera fortemente un cambiamento e cerca la motivazione e il coraggio necessari per aderire pienamente alla propria visione di vita.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Marga Eleonora Scroppo


Forse ti interessa anche:

Posta un commento