Villaggio Solidale (Venezia)

Dall'esperienza di MCF, mondo di comunità e famiglia, nasce la comunità il Grappolo, di Mirano.

via Miranese 13 - Mirano VE
0415728372 - 392 9974145
www.villaggiosolidale.it

Nel Villaggio Solidale abitano le famiglie della comunità solidale “Il Grappolo” e persone che stanno attraversando un periodo particolarmente difficile della loro vita (mamme sole con figli, persone disoccupate, persone con disabilità o lieve disagio psichiatrico, anziani con disagio economico, ecc).
Il Grappolo riunisce famiglie e singoli che abitano stabilmente nel Villaggio per vivere e promuovere un “vicinato solidale”, condividendo tempo, spazio e iniziative e cercando di essere attenti, sensibili e disponibili con i proprio vicini. Il cammino di queste famiglie fa parte dell’esperienza dell’associazione nazionale MCF - Mondo di comunità e famiglia. Il Villaggio offre a tutti i suoi abitanti un contesto sereno e ricco di relazioni, in cui ognuno mette a disposizione le proprie competenze e risorse personali per il benessere di tutta la comunità.
La vita nel Villaggio Solidale è simile a quella che si svolge in ogni altro quartiere, ma l’attenzione reciproca tra le persone, la facilità di incontrarsi e di condividere molte occasioni rendono le giornate più piene e piacevoli, ricreando il clima di relazioni tipico delle corti rurali di un tempo. Grazie alla quotidianità del Villaggio, alle feste, agli eventi e alle tante attività promosse durante l’anno, si creano in modo semplice e diretto relazioni autentiche e genuine tra gli abitanti e la comunità locale.
LA FONDAZIONE CAV. GUIDO GINI ONLUS
l’Ing. Mario Gini, toccò con mano la fragilità delle persone meno fortunate: la sorella era disabile dalla nascita, un fratello era rimasto indelebilmente segnato dalla crudeltà della Seconda Guerra Mondiale. La realtà dell'antica corte rurale, luogo nel quale egli stesso era vissuto, era presente nella mente di Mario Gini come modello per i momenti di incontro, le relazioni genuine, la solidarietà e l’accoglienza. Da questo nucleo ideale ha preso spunto, in seguito, l’idea del Villaggio Solidale.