AUSTRALIA - CRYSTAL WATERS

Crystal Waters è un ecovillaggio situato a nord di Brisbane, in Australia. La sua fondazione risale al 1987 e nel 1996 ha ricevuto il riconoscimento del World Habitat Award per il lavoro pionieristico effettuato in campo ambientale.

Crystal Waters Co-operative - Crystal Waters Permaculture Villane MS 16 Maleny, Queensland 4552, Australia 61-754944653
cwcoop@ozemail.com.au

Un villaggio di permacultura
La proprietà si estende per 239 ettari, di cui una piccola parte, circa un quinto, è stato suddiviso in 83 lotti privati, e in un area riservata ai visitatori. Il restante 80% è di proprietà comune, include alcuni piccoli laghi, aree per agricoltura e orticoltura, foreste e ampi spazi non abitati. Le terre migliori, identificate nella pianificazione, sono state tenute in comune e sono accessibili a tutti. Si tratta di un villaggio di permacultura, progettato nel 1985 da Permaculture Services, realizzato in una zona che soffriva di disoccupazione a causa del declino delle industrie tradizionali (legname e trasformazione casearia). La popolazione migrava verso le città, i servizi e la scuola si impoverivano, l'economia locale andava verso il sottosviluppo. Il gruppo dei promotori dopo aver individuato delle possibilità di attuare un progetto di sviluppo ecologico ha presentato un piano specifico alle autorità. Dopo un'intensa opera di lobbyng e di informazione, il progetto è stato approvato dalle istituzioni locali. La realizzazione è finita nell'87 e i vari lotti privati sono stati finiti nel giugno '88. Nel villaggio vivono più di 200 persone. Il centro più vicino è Maleny, un posto molto sensibile ai nuovi stili di vita anche grazie alla vicinanza di Crystal Waters: molte persone interessate al discorso ecologico che non sono riuscite ad insediarsi nell'eco-villaggio, si sono trasferite nella città e fanno un po' da satelliti. Lì ci sono tanti negozi del biologico, un credito cooperativo, una banca del tempo... Prima che arrivasse Crystal Waters, Maleny era un po' in contrazione demografica e con la nascita di questo centro è stata rivitalizzata da tutti i punti di vista.

Vita sociale
I visitatori spesso descrivono Crystal Waters come un posto isolato, perché ci vogliono 25 minuti di macchina per arrivare alla città più vicina. In realtà vi è una brillante vita sociale dove si alternano feste e pranzi comuni, concerti fra residenti, jam session, cene intorno al camino, gite nel vicino Parco e al mare. Un luogo di aggregazione sociale per definizione è il “cafè” che funziona regolarmente e ospita spesso scrittori e musicisti. Le persone si incontrano per parlare di yoga, api, teatro, musica o per organizzare iniziative all'interno della comunità. Ci sono club privati, cene di gruppo, pasti comunitari, gruppi di meditazione, gruppi femminili, gruppi di gioco per bambini, il brunch domenicale “brunch” (unione della parola “breakfast”, colazione, con la parola “lunch”, pranzo, che indica un pasto consumato a metà tra l'ora di colazione e quella di pranzo, solitamente la domenica quando ci si alza molto tardi), il mercato del sabato, la pallavolo, per la quale vengono a giocare anche dalla città più vicina, tennis-tavolo, cinema, musica, corsi, riunioni, gruppi di lavoro, feste... per non parlare del casuale “cuppa”, un termine colloquiale, forma contratta di “cup of”, letteralmente “una tazza di” - solitamente the offerto a qualcuno di passaggio per una chiacchierata o per prendere in prestito, prestare o donare qualcosa.

In armonia con l'ambiente
A Crystal Water si vive in un'integrazione armoniosa con la natura, soddisfacendo sia i bisogni materiali che quelli non materiali. Il tutto in un contesto di eco-sistema produttivo che ha la stabilità, la diversità e la flessibilità degli ecosistemi naturali. Il principio di riferimento è: massimo di osservazione e minimo di interferenza. Sono stati quindi individuati alcuni bisogni fondamentali a cui dare risposta: acqua, aria, cibo pulito, espressione spirituale, integrazione sociale, lavoro che abbia un senso, giochi sicuri, adeguata abitazione. C'è molto terreno pubblico, circa l'80% dei 259 ettari è amministrata dal comitato dell'ente giuridico con l'ausilio di manager esterni a part-time. Una grossa percentuale di questo terreno è un habitat naturale, come la foresta, le strade e le dighe, e non è disponibile per l'agricoltura. Ma ci sono anche preziosi ettari di collina e pianura, che i residenti possono prendere in affitto per un prezzo modesto. Dopo quindici anni di osservazione e la compilazione di registri delle precipitazioni, i primi residenti di Crystal Waters sono molto in armonia col loro ambiente; sono capaci di “leggere” il tempo atmosferico, e quindi pianificare la semina e le altre attività: l'arrivo di alcuni uccelli migratori, le abitudini riproduttive degli uccelli e dei pesci gatto, i cambiamenti nella direzione del vento - questi e molti altri indizi aiutano nella produzione del cibo, nella progettazione degli appezzamenti, nell'uso dell'acqua e anche nella nostra vita sociale. Sulla proprietà producono tutta la legna da ardere e lavorano il legname che utilizzano per le costruzioni comuni. Molti coltivano fiori o allevano animali utili, ma non sono accettati cani e gatti, semplicemente per tutelare l'incolumità dei numerosi animali selvatici che vivono nei terreni dell'ecovillaggio. Collaborano spesso con i loro vicini e ci sono aree per bambini. Mentre per i visitatori, che giungono numerosi, è stata allestita un'area appositamente attrezzata e con l'organizzazione di visite guidate e corsi, oltre alle attività comuni.

Trasporto
Lo svantaggio di avere un villaggio rurale talmente sparso, è la distanza dei servizi essenziali come la banca, il dentista o l'ufficio postale. A Crystal Waters non c'è trasporto pubblico e i residenti dipendono dalle automobili molto di più di quanto vorrebbero. Alcuni ce la fanno senza auto, ma sono vincolati dai passaggi degli altri. È un sistema informale ma ben integrato. Mentre i residenti che hanno attività commerciali dipendono da automobili e motociclette all'interno del villaggio, gli spostamenti in genere sono di distanze modeste, tranne per coloro che vanno a lavorare fuori dalla comunità. Auspicano un futuro in cui le automobili senza combustibili fossili saranno una realtà diffusa e abbordabile.

Ecologia domestica
Crystal Waters è stato progettato con l'aspettativa che i residenti riducano il loro consumo energetico. La combinazione di design infrastrutturali e progetti educativi con il buon esempio di molti, è stata un vero successo. Alcune abitazioni sono completamente staccate dalla rete elettrica principale, e dipendono in gran parte dal sole per i loro bisogni energetici.
Altri hanno deciso di avere sì le proprie risorse energetiche, ma con una connessione alla rete in caso di necessità. Altri ancora usano un sistema di pannelli solari in rete, dando o prendendo energia a seconda della disponibilità e del consumo.

Educazione e attività
Crystal Waters ha un grande programma educativo per bambini e adulti, ed offre anche consulenza per progetti eco-compatibili. Ci sono vendite per corrispondenza di prodotti della permacultura, libri e ortaggi biologici.
Sono disponibili ritiri salutari alternativi e c'è la possibilità di seguire una varietà di terapie complementari. Ci sono anche artisti e artigiani di talento, carpentieri, eco-costruttori e... piantatori d'alberi.
Già da molti anni organizzano corsi per permacultura e progettazione di eco-villagi. L'EcoCentre, costruito nel 2001, ha dato l'opportunità a Crystal Waters di offrire corsi legati alla sostenibilità, con un livello sempre più alto di professionalità e comfort, insegnando in una costruzione che è un esempio di quello che si sta insegnando, dove l'acqua è raccolta, i rifiuti riciclati e l'energia autoprodotta; dove è fresco d'estate e caldo d'inverno, usando un buon design piuttosto che dei gadget ad alto costo ambientale. Il villaggio così diventa parte integrante dell'educazione: gli studenti possono imparare da coloro che stanno vivendo il messaggio in prima persona ed essere immersi nella loro vita.

Il futuro
Crystal Waters, uno dei primi eco-villaggi costruiti con i principi della permacultura, sta passando da uno stadio pionieristico ad un insediamento umano che sta rispondendo a un numero sempre maggiore di bisogni umani, sociali, spirituali, economici, di sostentamento, di riparo e di educazione.

SCHEDA
Inizio del progetto: 1985
Emanazione dei titoli dei lotti: giugno 1988
Numero di lotti: 85, di cui 83 residenziali e 2 cooperative commerciali (un campeggio per i visitatori e un'area centrale). Ogni lotto ha accesso alla rete idrica, elettrica e telefonica. C'è anche una rete telefonica interna chiamata Centel.
Terreno totale: 259 ettari.
Terreno privato: 14% circa.
Terreno di cooperative: 6% circa.
Terreno comune: 80% circa.
Corpi legali: Community Title (ente giuridico non imprenditoriale), Cooperativa (imprenditoriale).
Tipo di villaggio: sparso con nucleo centrale per uso commerciale
Luogo: Sud-est del Queensland, Australia, 120 Km a nord-est di Brisbane.
Clima: sub-tropicale - estate: calda e umida (dicembre - febbraio); autunno/inverno/primavera: miti e asciutti (aprile - ottobre).
Popolazione: circa 200 persone, più i visitatori.
Attività commerciali: Ci sono un bel numero di attività commerciali e organizzazioni basate a Crystal Waters: questi includono il Global Eco-village Network Oceania/Asia Inc, EcoLogical Solutions Ltd, Green Harvest e Crystal Waters Co-operative. Molte persone lavorano da casa, anche perché questa possibilità è stata parte del progetto iniziale.