E.V.A ecovillaggio autocostruito (L'Aquila)

Dopo aver perso la casa durante il terremoto il 6 Aprile 2009, alcuni cittadini di Pescomaggiore, vicino l'Aquila, si sono rimboccati le maniche avviando un progetto di costruzione di case ecologiche ed economiche....

- Pescomaggiore AQ
eva.pescomaggiore.org
eva@pescomaggiore.org

Siamo un gruppo di semplici cittadini di Pescomaggiore, l'antico borgo in montagna vicino l'Aquila. Il 6 aprile alle 3,32 abbiamo perso la casa. Solo 1 su 10 di noi questo inverno sarà il “fortunato” cui verrà offerto un tetto sotto cui ripararsi. Un tetto a 10 km dal paese.

Invece di lamentarci abbiamo preferito rimboccarci le maniche. Meglio una casa vera, specie se costa come un container. Tre generosi compaesani ci hanno messo a disposizione un terreno, con un panorama da mozzare il fiato, a pochi passi dal centro s torico.

Con l'aiuto di avvocati e architetti volontari, abbiamo progettato e cominciato a costruire sette piccole abitazioni che devono essere pronte prima del freddo, della pioggia e della neve, cioè entro due mesi. Stiamo dimostrando che è possibile costruire case economiche, ecologiche e rapide da realizzare se usiamo prevalentemente materiale naturale, economico e reperibile sul posto: la struttura portante in legno, la tamponatura in balle di paglia, il cemento ridotto al minimo, le stufe a pellet per scaldarci, i pannelli solari e fotovoltaici che ci daranno l'energia elettrica e l'acqua calda di cui avremo bisogno.

La mano d'opera siamo noi stessi che impugniamo gli attrezzi del mestiere e preferiamo la fatica attiva all'indolenza obbligatoria del terremotato.

Così, con la cifra di 150 mila euro con cui voi normalmente paghereste una casetta, noi possiamo costruirne sette; ma ricordate che no i abbiamo perso tutto e che lo Stato non ci sta aiutando, quindi anche quei pochi soldi che servono, per noi sono tantissimi.

Meglio la solidarietà diretta. Gli italiani sono già stati generosi ed hanno sottoscritto molti soldi per il terremoto; purtroppo però a noi è arrivata solo qualche tenda e molte chiacchiere. Questo ulteriore sforzo che chiediamo, invece, va direttamente da voi a noi: avrete nome e cognome di chi li usa, potete controllare su questo sito come procedono i lavori, soprattutto potrete partecipare alle decisioni.

Questi bilocali e trilocali ci permetteranno di non abbandonare Pescomaggiore in attesa della ricostruzione e di mantenere vivi i nostri rapporti sociali.

Aggiornamento marzo 2011:

Dal 2007 il Comitato per la Rinascita di Pescomaggiore promuove la riconversione ed il ripopolamento  dell'omonima frazione montana del Comune di L'Aquila (1.000 mt s.l.m. - 15 km dal capoluogo).
Dopo il sisma dell'aprile 2009 è stata proposta la realizzazione di un complesso di abitazioni in bioedilizia per gli sfollati con la diretta partecipazione dei beneficiari e di volontari provenienti da tutta Europa.
EVA - eco villaggio auto costruito - accoglie in 4 abitazioni in legno, acciaio e paglia una dozzina di abitanti stabili (sfollati senza casa agibile) ed altrettanti temporanei in strutture provvisorie.
L'insediamento recupera le acque piovane, smaltisce i reflui in fitodepurazione, trae energia da solare termico e fotovoltaico, accoglie ed organizza workshops e visite.
Gli abitanti, associati in MISA a.p.s. e formalmente impegnati nel processo di rinascita della Terra di Pescomaggiore,  conducono collettivamente terreni di compaesani ed esercitano i diritti di uso civico sul demanio universale della frazione traendone per l'autoconsumo cereali, legumi, tuberi, frutta, ortaggi, miele, e concorrendo alla manutenzione del paesaggio rurale.

Narrazioni

Isabella Tomassi
http://www.radiopopolareroma.it/taxonomy/term/2952

Filippo Tronca e Piero Lopez

Antonio Cacio
http://www.fuoriaula.com/fuori-aula-network/il-triangolo-delle-bermude/terremoto-de-laquila
(al 35')

Puoi trovarci anche su Facebook!