Novembre: Gli ultimi lavori prima del gelo

L'undici novembre termina, ufficialmente, l'annata agraria...

31 Dicembre 2002
L'undici novembre termina, ufficialmente, l'annata agraria. E' il giorno in cui scadono i vecchi contratti e hanno inizio i nuovi tra proprietari ed affittuari di aziende e terreni agricoli. La data dell'undici novembre, non è importante solo gli agricoltori professionisti, ma anche per tutti coloro che coltivano un piccolo orto o un frutteto familiari. Intorno alla prima metà di novembre, infatti, la maggior parte delle colture concludono il loro ciclo produttivo e l'attività nei campi si riduce drasticamente.
Diminuiscono la temperatura e le ore di luce diurna e se l'andamento del tempo è particolarmente sfavorevole, possono già verificarsi le prime brinate (specialmente nelle zone più esposte del nord Italia). Di conseguenza le semine che si possono effettuare sono veramente poche; se non si è già fatto in ottobre, si possono ancora seminare i piselli e impiantare i bulbilli di aglio ma solo in zone a clima mite con terreni sciolti e inverni poco piovosi. Si possono anche seminare, ma solo in coltura protetta e in zone ben esposte, ravanelli, rucola e radicchi da taglio.
Proteggere dal gelo
Per proteggere dal gelo invernale alcuni ortaggi come radicchi, sedani e porri è consigliabile estirparli con abbondante pane di terra, mondarli dalle foglie secche e rovinate, ed infine sistemarli sotto serra dentro un solco, l'uno accanto all'altro,: Ricoprendoli di terra per circa i due terzi e lasciando libera la parte superiore delle foglie. In questo modo si riuscirà a proteggere meglio gli ortaggi anche dall'attacco dei topi campagnoli, che sono particolarmente ghiotti di queste piante e che ne rosicchiano le radici.
Per ridurre al minimo la proliferazione dei parassiti è pratica comune rimuovere i residui colturali dalle aiuole e accumularli nei pressi dell'area destinata al compostaggio, insieme ad altro materiale organico raccolto dal giardino e dal frutteto (sfalcio del prato, foglie e residui di potatura) oltre agli avanzi di cucina.
Equiseto
Per migliorare la struttura dei terreni compatti e argillosi si può irrorare tutto il terreno con una soluzione di Equiseto all'1%. All'inizio della primavera il terreno sarà più friabile e facilmente lavorabile.
Dato che in questo periodo i lavori in campagna si riducono drasticamente, si può approfittare del maggior tempo libero per pianificare interventi di fondo. Per esempio: siamo sicuri che il nostro l'orto gode di una buona esposizione? La risposta è molto semplice, le migliori sono a sud-est, sud, sud-ovest con terreno in leggera pendenza. Oppure, che fare se nelle immediate vicinanze si trova una strada a traffico intenso o una zona ventosa? Se proprio non è possibile realizzare l'orto in una zona più protetta, potrà essere vantaggioso impiantare sul lato nord, nord-ovest si una siepe fitta. In questo modo sarà possibile proteggere gli ortaggi dall'inquinamento stradale, dai venti forti e dalle eccessive escursioni termiche. Inoltre, la siepe rappresenta un rifugio ideale per molti piccoli animali utili alla difesa delle piante: uccelli insettivori come la cincia, lo scricciolo, il pettirosso, la capinera, il merlo, ecc... e piccoli mammiferi come il riccio e il topo ragno, ottimi predatori di insetti e larve che danneggiano gli ortaggi.
E ancora: come sapere se il nostro terreno è acido o calcareo? Per saperlo è indispensabile rilevare il pH, in modo da poter effettuare le correzioni necessarie, tenendo presente che il miglior terreno da orto è quello neutro o leggermente acido, cioè con pH 6,5-7.
Conservare aglio e cipolle
Per conservare bene e a lungo alcuni ortaggi bisogna osservare alcune fondamentali regole: le cipolle e l'aglio vanno conservati in luogo fresco e asciutto, riposti in cassette a un solo strato o meglio, confezionati a mazzi o a trecce, da appendere non addossati alle pareti per favorire la circolazione dell'aria ed evitare la formazione della temibile muffa grigia, che colpisce queste Liliacee anche in magazzino.
Le zucche vanno raccolte a completa maturazi

di Gemma Tavella e Eden Ferrari

Novembre: Gli ultimi lavori prima del gelo
  • Attualmente 4.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.7/5 (17 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!