Anticancro

Dalla dieta all'esercizio fisico: affinare le armi contro il cancro con le raccomandazioni del ricercatore francese David Servan-Schreiber.

27 Ottobre 2011
«Ho vissuto più di un addio»: questo il titolo laconico del libro-testamento di David Servan-Schreiber, sigillo conclusivo dei suoi ultimi vent'anni.
David si è spento a luglio, dopo due decenni di lotta contro un tumore aggressivo al cervello. Come tanti, penserete voi. Certo, ma quello che rende straordinaria la storia di David è l'esperienza di quegli anni drammatici raccontata in Anticancro - prevenire e combattere i tumori con le nostre difese naturali1, e soprattutto la sua capacità di ridare speranza a tante persone travolte dalla tempesta.

Un percorso doloroso
Immaginate di essere un brillante ricercatore trentenne con un dottorato in neuroscienze, specializzando in psichiatria. Nel corso di alcune ricerche David scopre, in modo del tutto casuale, di avere un tumore al cervello capace di «uccidere in sei settimane senza cure, e in sei mesi con una terapia», come osserva lui stesso vedendo la «noce» nella sua testa. Si sottopone dunque alle cure necessarie e riprende l'attività. Ma qualche anno dopo il cancro si ripresenta.
A quel punto Servan-Schreiber decide di non limitarsi ad affrontarlo con le terapie convenzionali: proprio lui, che si definisce «fiducioso nella scienza pura», ammette la propria arroganza e comincia a vagliare strade diverse, dalle medicine tradizionali alle tecniche di rilassamento. Sconfigge dunque per la seconda volta un tumore cerebrale, questa volta sacrificando parte della propria personalità di ricercatore «non molto attratto dal contatto con il paziente» per trasformarsi in uno psichiatra profondamente umano per il fatto di aver dovuto «attraversare lo specchio».

Anticancro racconta tutto questo: affronta con chiarezza il cancro e la sua origine, parla delle ricerche che lo riguardano, della prevenzione e della cura della malattia. Se è un libro arido quello che vi aspettate, ricredetevi: Servan-Schreiber si mette a nudo senza falsi pudori, con i suoi dubbi e le sue certezze, il suo desiderio di vita e la sua serena accettazione della morte, insomma tutta la sua straripante umanità. Ci parla con il cuore in mano e arriva dritto al nostro cuore. Grazie a questo mix eccezionale, la sua storia sa trasmettere un'immensa speranza a chi si ammala e a chi teme di ammalarsi, lasciandoci una straordinaria lezione di vita, una lezione intatta nonostante la morte dello scrittore. Come affrontare dunque il cancro, e come prevenirlo?...

Sempre nell'articolo:

>> Le armi per combattere il canco
>> Farmaci e stress
>> I ritmi fisiologici
>> A caccia dei cibi amici...
>> ... eliminando i cibi cattivi


Box1: Coerenza cardiaca e Mindfulness
Box2: I cibi anticancro stilati dai ricercatori

La versione completa dell'articolo è pubblicata nel numero cartaceo della rivista Terra Nuova - Novembre 2011 disponibile anche come eBook.


La nostra rivista: TERRA NUOVA 

Abbonati a Terra Nuova

Acquista l'ultimo numero della rivista

Leggi on line la copia omaggio integrale della nostra rivista 



Letture consigliate:

- Prostata: cure naturali e alimentazione
- Osteoporosi senza medicine
- Alimentazione e menopausa
- Erbario della salute
- Curarsi con il cibo
- Scegli la salute
- ABC dell'alimentazione naturale
- Guida ai rimedi naturali

di Giuliana Lomazzi

Posta un commento