Brasile: già 72.000 incendi, boom rispetto al 2018. La metà in Amazzonia

Secondo l'Instituto Nacional de Pesquisas Espaciais (National Institute for Space Research), il Brasile ha avuto oltre 72.000 incendi quest'anno, con un incremento dell'84% rispetto allo stesso periodo del 2018. Il presidente francese Macron ha scritto in un Tweet che il G7 dovrebbe farne una crisi internazionale. Il presidente brasiliano Bolsonaro lo accusa di "speculare" sulla situazione per guadagnare visibilità personale. Intanto anche le celebrità lanciano appelli.

23 Agosto 2019

L'allarme sui social si è levato per lo più dopo la diffusione "virale" del video in cui una donna di etnìa Pataxò affermava che c'era chi stava dando fuoco alla loro riserva per accelerare la deforestazione dell'area in questione.  Il video è stato condiviso sui social network dal Sunrise Movement, che ha sede negli Stati Uniti, e vista anche l'emergenza incendi chesta sconvolgendo la Siberia, la notizia ha destato l'attenzione dell'opinione pubblica, anche perché il governo del neo-presidente Bolsonaro si è guadagnato critiche feroci dal punto di vista delle politiche ambientali.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha scritto un tweet in cui ha affermato che questi incendi sono una «crisi internazionale» e che devono essere una priorità nell'agenda del G7; Bolsonaro ha subito replicato accusando Macron di utilizzare l'Amazzonia come pretesto per guadagnare visibilità personale e politica.

Intanto il segretario generale dell'ONU, Antonio Guterres, si è detto preoccupato per gli effetti che questi incendi potrebbero avere sull'emergenza climatica e persino celebrità come Madonna e Cristiano Ronaldo sui loro profili Twitter hanno esposto preoccupazione e denunciato la situazione.

Secondo l'Instituto Nacional de Pesquisas Espaciais (National Institute for Space Research), citato dal Guardian e dal quotidiano El Pais , il Brasile ha avuto oltre 72.000 incendi quest'anno, con un incremento dell'84% rispetto allo stesso periodo del 2018, secondo i dati del National Institute for Space Research. Oltre la metà si sono verificati in Amazzonia.

C'è stata un'accelerazione nella deforestazione e i giornali locali affermano come ci siano agricoltori che in alcune regioni stanno appiccando incendi per approfittare dei minori controlli da parte delle autorità.

di Terra Nuova

Posta un commento