Ogm: i rischi per il biologico

L'articolo riporta l'intervista a Giuseppe Altieri riguardo i limiti della normativa europea relativa alle produzioni modificate geneticamente. La normativa che introduce la cosiddetta “soglia di tolleranza” dell'1% per gli ogm autorizzati, e che stabilisce ch

15 Dicembre 2003
Professore di Agroecologia e Entomologia Agraria, Giuseppe Altieri è tra i pionieri dell'agricoltura biologica in Italia. Fondatore dell'Accademia di Agroecologia impegnata nella salvaguardia delle tradizioni alimentari, ha collaborato a numerose inchieste televisive (Ambiente Italia, Report, Rai Educational "La storia siamo noi", ecc.) sui temi ogm, pesticidi e biologico. E' inoltre direttore di Agernova, equipe di esperti impegnati al fianco degli agricoltori che vogliono liberarsi dai pesticidi. Lo scorso luglio ha coordinato il simposio di critica scientifica e alternative agli ogm tenutosi a Perugia, con i massimi esperti mondiali. A Giuseppe Altieri abbiamo chiesto di fare il punto sul regolamento emanato dalla Unione Europea, che disciplina le produzioni geneticamente modificate e i rischi esistenti per i consumatori e le produzioni agrobiologiche. È possibile leggere l'intervista in toto sul numero di novembre 2003 di Aam Terra Nuova.

di Mimmo Tringale