5G: mobilitazioni in tutta Italia il 15 e 21 giugno

Tra giugno e luglio è prevista in Italia l'introduzione massiccia della tecnologia 5G con milioni di nuove antenne un po' ovunque; questo dopo la sperimentazione che era partita in diverse città nei mesi scorsi. Esperti, scienziati e associazioni organizzano mobilitazioni in tutta Italia il 15 e 21 giugno per chiedere la moratoria in nome della salute pubblica.

06 Giugno 2019

Tra giugno e luglio è prevista in Italia l'introduzione massiccia della tecnologia 5G con milioni di nuove antenne un po' ovunque; questo dopo la sperimentazione che era partita in diverse città nei mesi scorsi.

Si prevede dunque l'avvio ufficiale e l’installazione di una nuova infrastruttura tecnologica quantificabile, parrebbe, in milioni di nuove antenne (da sommarsi alle decine di migliaia di Stazioni Radio Base già esistenti) per arrivare a coprire il 98% del territorio nazionale servendo il 99% della popolazione italiana. Ciò significherà, come hanno messo in guardia ricercatori ed esperto, un’irradiazione massiccia, permanente, multipla e cumulativa di radiofrequenze e in Italia, in maniera ubiquitaria.

Ogni rete civica territoriale, ogni comitato, gruppo e/o associazione, qualsiasi cittadino consapevole dei pericoli derivabili dal 5G è invitato ad aderire all’iniziativa, in maniera coordinata ma autonoma e spontanea, nel pieno rispetto di leggi, normative e regolamenti in tema di ordine pubblico, senza l’adozione di sigle partitiche, ma nel massimo rispetto delle legittime e fisiologiche diverse appartenenze.

Chiunque nella propria Città, Comune, località può organizzare:

  • Flash Mob
  • Incontri/dibattiti
  • Azioni di informazione pubblica (banchetti, volantinaggi etc,)
  • Sensibilizzazione la comunità sui gravi pericoli del 5G, servendosi di canali social e mezzi di comunicazione interattiva, puntando su organi decisori politico-istituzionali locali e mezzi di informazione territoriale

La mobilitazione Stop 5G in tutta Italia è per le giornate di Sabato 15 Giugno e Venerdì 21 Giugno 2019.

Per aderire all’iniziativa si può scrivere una email all’indirizzo stop5gmeeting@gmail.com indicando:

  1. Città/Comune/Località
  2. riferimento dei/del proponente
  3. tipo di iniziativa programmata 

Nelle scorse settimane, inoltre, cinque deputati (Sara Cunial prima firmataria insieme a Silvia Benedetti Gloria Vizzini, Veronica Giannone e Schullian Manfred) hanno depositato una mozione parlamentare che punta a impegnare il Governo in una moratoria nazionale sul 5G e a non modificare al rialzo i limiti delle esposizioni della popolazione all'alettrosmog.

QUI il testo completo della mozione , che cita gli studi nazionali e internazionali che attestano una mancanza di sicurezza e una possibile esposizione della popolazione a pericoli con questa nuova tecnologia.

È stata promossa anche una petizione nazionale che riafferma la richiesta di moratorie e di non innalzamento delle soglie limite di esposizione, petizione lanciata dal giornalista Murizio Martucci e appoggiata dalla dottoressa Fiorella Belpoggi dell'Istituto Ramazzini.

QUI per firmare

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

perché è più dannoso Renato

19/06/2019 09:31

Il 5G è più dannoso perché lavora su frequenze più alte (fino a 24GHz). Queste non avendo la possibilità di superare gli ostacoli dovranno essere diffusissime sul territorio. Quindi ci ritroveremo antenne ad ogni angolo di strada. E' vero che avranno meno potenza ma saranno ad un palmo di naso. A me va anche bene senza 5G!!!

Campagna sbagliata Antonio

17/06/2019 10:14

È una campagna sbagliata... non potete fermare il 5G! Tra l'altro non fa più male delle altre reti! Il problema è un altro... io farei una campagna seria per togliere tutte le altre antenne dalle gsm a quelle 3g e 4g ... in modo che ce ne siano di meno! Avere solo ripetitori 5g in una zona è molto meno dannoso che avere tutte le antenne per ogni rete! Cosa invece amcora più difficile sarebbe usare dei ripetitori solo 5g per tutti gli operatori, ma questa la vedo impossibile..

Cancer !! MARCOS ELENILDO FERREIRA

08/06/2019 06:15

Projeto Illuminati ... eliminar a população mundial ... destruir a natureza ... malditos Draco reptilianos !!!

Posta un commento