Elezioni europee, boom dei Verdi

Ecologia e ambiente, emergenza climatica, biodiversità a rischio: con l'urgenza di affrontare e risolvere questi temi e forse anche grazie alle grandi mobilitazioni dei giovani di questi ultimi mesi, i Verdi hanno ottenuto un aumento generalizzato dei consensi alle elezioni europee, ad eccezione però dell'Italia.

28 Maggio 2019

Ecologia e ambiente, emergenza climatica, biodiversità a rischio: con l'urgenza di affrontare e risolvere questi temi e forse anche grazie alle grandi mobilitazioni dei giovani di questi ultimi mesi, i Verdi hanno ottenuto un aumento generalizzato dei consensi alle elezioni europee, ad eccezione però dell'Italia.

Nell'Europarlamento, gli ecologisti potrebbero arrivare a settanta seggi, mentre ne avevano 50.

Il risultato più eclatante è stato quello tedesco, dove al quartier generale dei Gruenen si è veramente festeggiato: hanno infatti ottenuto il 20%, diventando il secondo partito dopo la CDU della cancelliera Merkel. E come dice Sven Giegold, capolista per il parlamento europeo, "Il motto della nostra campagna è stato, vi porteremo sul sentiero di un'Europa di solidarietà, ecologia e soprattutto democrazia".

Il risultato tedesco è il più eclatante ma non l'unico. In Francia, i verdi diventano terzo partito dopo il Rassemblent National di Marine le Pen e il partito del presidente Macron. Per il leader dei verdi francesi Yannick Jadot, "siamo molto felici, è un successo anche in altri paesi europei, il nostro obbiettivo era mandare un ampio contingente verde al parlamento europeo".

«Ora, dicono i Verdi in Europa, "c'è un gruppo di europarlamentari verdi molto più potente, e con l'aumento dei populisti, per avere una maggioranza europista solida, i Verdi diventeranno indispensabili".

Insieme per salvare il mondo

Terra Nuova, che da sempre ha a cuore le tematiche ambientali, ha pubblicato il libro illustrato per bambini e ragazzi "Insieme per salvare il mondo" , che spiega l'emergenza climatica ai più giovani e offre spunti di riflessione e di azione. Un libro che diventa quanto mai attuale anche alla luce della sensibilità su questi temi uscita dalle elezioni europee con l'affermazione dei Verdi.

Sofia, la giovane protagonista di questo libro, è in sintonia con i tantissimi studenti che in tutto il mondo stanno scendendo in piazza chiedendo che gli adulti facciano qualcosa contro il riscaldamento globale e il cambiamento climatico. Gli scioperi per il clima e il movimento che si è creato intorno ai Fridays For Future testimoniano la nascita, nelle generazioni più giovani, della consapevolezza che se non interveniamo ORA, il pianeta e tutti i suoi abitanti non avranno futuro.
La presa di coscienza di Sofia, la solidarietà che esprime verso le specie e le popolazioni più a rischio raccontano che possiamo ancora fare qualcosa, che ognuno di noi può fare la differenza. Insieme per salvare il mondo è infatti una storia ottimista con un lieto fine che tutti auspichiamo.

Nella parte finale del libro sono presenti spiegazioni scientifiche molto utili sul cambiamento climatico e il riscaldamento globale, e approfondimenti che analizzano cosa sta succedendo ad alcune specie a rischio di estinzione: l'orso polare, la tigre del Bengala, la tartaruga di Kemp, le api e il fenicottero andino. Ma anche alcuni insediamenti umani sono gravemente a rischio: ad esempio la popolazione della Repubblica della Kiribati, i contadini siriani e i pescatori del New England potrebbero diventare presto i nuovi rifugiati climatici a causa della distruzione delle condizioni che consentono loro di sopravvivere nei luoghi di nascita.

di Terra Nuova

Posta un commento