Survival: «Nuova minaccia da Bolsonaro per le tribù incontattate del Brasile»

Denuncia e appello di Survival International: «Jair Bolsonaro in Brasile punta al furto delle terre indigene per allevamenti e attività minerarie. Ora ha nominato un missionario evangelico fondamentalista a capo del Dipartimento federale che dovrebbe proteggere i territori delle tribù incontattate. Aiutateci a far revocare la nomina».

28 Febbraio 2020

Survival International, organizzazione che tutela i diritti dei popoli indigeni nativi nel mondo, denuncia le scelte di Bolsonaro e lancia un appello.

«Jair Bolsonaro, controverso presidente di estrema destra del Brasile, sta promuovendo con tutte le sue forze il furto delle terre indigene e la loro apertura ad allevamenti e attività minerarie. Se dovesse riuscirci, con grande probabilità molti popoli verrebbero sterminati - spiegano da Survival - La sua ultima mossa è stata quella di nominare un missionario evangelico fondamentalista, Ricardo Lopes Dias, a capo del dipartimento federale incaricato di proteggere i territori delle tribù incontattate».

«Per anni, Lopes ha lavorato con New Tribes Mission, una delle organizzazioni evangeliche più estremiste. Ha passato dieci anni a evangelizzare i popoli della Valle Javari, dove abitano più popoli incontattati di qualsiasi altro luogo al mondo. Le organizzazioni indigene dell’area hanno denunciato con forza la sua nomina - prosegue l'organizzazione - Se questa manovra non sarà ostacolata, probabilmente verrà annullata la politica di protezione delle tribù incontattate dal contatto forzato, implementata da anni dal governo brasiliano. Interi popoli saranno spazzati via dalla violenza genocida e da malattie verso cui non hanno difese immunitarie».

L'appello è di «inviare subito una e-mail al Ministro della Giustizia del Brasile per sollecitarlo a revocare questa pericolosa nomina. I popoli incontattati non hanno bisogno del coronavirus per temere di morire perché a sterminarli potrebbe bastare un nostro semplice raffreddore. È già successo tante volte nel passato. Confermare Ricardo Lopes Dias al FUNAI potrebbe riaprire alcune delle pagine più drammatiche e dolorose della storia brasiliana. Non possiamo permettere che accada».

Questi indirizzi e testo della mail che vengono proposti da Survival.

A: chefiadegabinete@mj.gov.br
Cc: presidencia@funai.gov.bragenda.gab@mdh.gov.brcasacivil@presidencia.gov.br
Ccn: info@survival.it(questo è facoltativo, ma è importante per il monitoraggio dell'associazione)
Oggetto: Per favore, revochi la nomina di Ricardo Lopes Dias
Signor Ministro,
la esorto a revocare la nomina di Ricardo Lopes Dias presso il dipartimento agli affari indigeni FUNAI.
Cercherà senza alcun dubbio di aprire i territori indigeni, incoraggiando i missionari a contattare forzatamente le tribù incontattate o contattate di recente, e dando il via libera a trafficanti di legno, allevatori e altri invasori.
Intere tribù incontattate – i popoli più vulnerabili del pianeta – potrebbero essere spazzate via. Ovviamente, si tratterebbe di una violazione della costituzione brasiliana e della legge internazionale.
In Brasile vivono più tribù incontattate che in qualsiasi altro luogo al mondo. Per favore, si assicuri che la loro terra sia protetta perché possano sopravvivere e prosperare.
Cordiali saluti.

di Terra Nuova

Posta un commento