Tempo di smartworking, per chi può

A seguito delle restrizioni previste dai vari decreti del Presidente del Consiglio relativamente alla situazione che si è venuta a creare per il coronavirus, sono tantissime le realtà produttive che stanno impostando o hanno già impostato il cosiddetto smartworking, il lavoro intelligente, cioè il telelavoro nelle forme delle videoconferenze, delle trasmissioni digitali di materiale e così via. Ecco qualche consiglio utile in proposito.

14 Marzo 2020

A seguito delle restrizioni previste dai vari decreti del Presidente del Consiglio relativamente alla situazione che si è venuta a creare per il coronavirus, sono tantissime le realtà produttive che stanno impostando o hanno già impostato il cosiddetto smartworking, il lavoro intelligente, cioè il telelavoro nelle forme delle videoconferenze, delle trasmissioni digitali di materiale e così via.

Certo, non per tutti i lavori è possibile, ma per chi può al momento attuale è diventata pressoché una necessità, data l'impossibilità o la difficoltà di movimento.

Aiuta, innanzitutto, essere dotati o dotarsi di un computer aggiornato e di una connessione efficiente, poi avere gli spazi e l'atmosfera giusti. Da single o in coppia fattibile, può risutare più difficoltoso con i figli magari anche piccoli costretti anche loro a casa.

Se il lavoro è smart, anche l’ambiente dovrebbe essere smart

Perchè non cogliere il momento per rinnovare gli spazi di casa e renderli adatti a tutte le necessità? Ecco qualche consiglio utile:

Creare uno spazio di lavoro

Ciò può sembrare ovvio, ma uno spazio definito è fondamentale per il lavoro remoto. Una volta creato, è utile ricordarsi di alzarsi e camminare durante la giornata per prendersi delle pause. C'è molta letteratura medica sui pericoli di essere troppo sedentari e su cosa fare al riguardo. Quando si lavora da soli, capita di sedersi nell'area di lavoro e non alzarsi. Una delle cose più semplici da fare è impostare una sveglia. Servirà come promemoria per alzarsi, allungarsi e camminare per la stanza per alcuni minuti. È utile anche sfruttare al massimo gli spazi che si hanno a disposizione tramite organizzatori, custodie e portadocumenti, questo aiuterà a rendere il lavoro più agile e veloce e l'ambiente più facilmente sanificabile perchè non ingombro.

La giusta luce

La giusta illuminazione è la chiave per lavorare bene e creare un ambiente confortevole: è bene assicurarsi di avere sulla scrivania una lampada che faccia luce sul tavolo.

L'importanza della pausa

È utile concedersi una ottimale postazione da riposo per fare delle pause ogni tanto, o semplicemente per intercambiare la postura lavorativa, basta una poltrona, un pouf, o un semplice cuscino, pena dolori articolari.
È bene non sottovalutare il potere rilassante del profumo di una candela. Lavorare avvolti da una bella atmosfera, infatti, migliora l’umore e rende più produttivi. Sono poi una novità anche le fragranze antibatteriche

La preparazione

Meglio no al pigiama, sì ad abiti confortevoli che ci facciano stare comodi e non costringano. Però in ordine, lavati, pettinati, profumati! Per stare bene con se stessi!

di Terra Nuova

Posta un commento