Vaccini: a Bologna un lungo corteo per la libertà di scelta

Si sono ritrovati in tantissimi domenica 23 settembre a Bologna, dopo il tam tam in tutta Italia dei movimenti e delle associazioni per la libertà di scelta vaccinale. La manifestazione nazionale ha dato voce alla protesta delle decine di migliaia di genitori che in questo ultimo anno in Italia si sono schierati contro la legge Lorenzin che ha imposto dieci vaccinazioni e ha escluso da nidi e materne i bambini non in regola.

23 Settembre 2018

Un lungo corteo è partito da piazza XX Settembre intorno alle 14 e ha percorso via Indipendenza per arrivare a piazza del Nettuno a Bologna. Colorato, con bandiere, anche bambini e slogan che chiedevano a gran voce la libertà di scelta vaccinale e l'accesso a nidi e materne per tutti i bambini rimasti fuori dopo l'approvazione della legge Lorenzin.

Indossando magliette arancioni e al grido di 'Libertà, Libertà', ritmato con fischietti, tamburi e pentole, hanno aderito alla manifestazione un altissimo numero di cittadini provenienti da diverse regioni d'Italia.

La manifestazione ha avuto come riferimento organizzativo la coalizione di decine di movimenti e associazioni che si sono dati il nome di Gruppi Uniti .

Durante l'evento hanno preso la parola diversi rappresentanti di queste associazioni, tra cui Nadia Gatti, presidente del Condav, Coordinamento Nazionale danneggiati da vaccino, che accoglie e sostiene coloro che hanno riportato danni irreversibili o la morte a seguito di vaccinazione, fornendo aiuto anche alle famiglie.

Le motivazioni fornite dagli organizzatori erano assai chiare: «La manifestazione è a favore della libertà di scelta vaccinale e in ambito sanitario, del riconoscimento e sostegno dello Stato verso i danneggiati da vaccino e contro le inaccettabili esclusioni scolastiche dei bambini da nidi e materne».

Sono inoltre state consegnate in Parlamento le oltre 75.000 firme raccolte da un comitato formato da 65 realtà associative italiane per una legge di iniziativa popolare che chiede il superamento della legge sull'obbligo vaccinale.

In Parlamento, intanto, è stato convertito in legge il cosiddetto Decreto Milleproroghe, che conteneva un emendamento secondo cui 'autocertificazione per l'ammissione a nidi e materne per i dieci vaccini obbligatori introdotti dalla legge Lorenzin sarà possibile fino al 10 marzo 2019.

La guida per una scelta informata

È uscito il libro "Vaccini, guida per una scelta informata" (Terra Nuova Edizioni, ORDINABILE QUI ): traduzione e adattamento del libro del giornalista americano Neil Z. Miller.

Il manuale propone e raccoglie una enorme mole di dati provenienti dalla letteratura scientifica che permettono al lettore di esercitare il proprio senso critico sui benefici e i rischi delle malattie e delle vaccinazioni. Il lavoro del giornalista americano ha riscosso plauso e riconoscimenti; la prefazione è del neurochirurgo Russell Blaylock.

Nell'edizione italiana sono stati integrati dati nazionali ed europei, grafici e tabelle e indirizzi utili per fornire riferimenti alle famiglie che volessero chiedere aiuto e suggerimenti nel percorso effettivo di scelta nel nostro paese.

di Terra Nuova

Posta un commento