Bike tour: sei pronto a decrescere?

Dopo il successo dei primi due Bike Tour della Decrescita è in preparazione il viaggio che si svolgerà da venerdì 31 Agosto a domenica 9 settembre, alla scoperta del Centro-Sud Italia.

19 Giugno 2018

Da venerdì 31 Agosto a domenica 9 settembre, i membri del Movimento per la Decrescita Felice e tutti coloro che vorranno aderire al BikeTour, viaggeranno tra Roma e Napoli alla scoperta di realtà "decrescenti e felici" che "dal basso" si battono per il cambiamento.

Organizzato in collaborazione con Altri Mondi Bike Tour , questo appuntamento è, a detta degli organizzatori "un'importante occasione per consolidare lo spirito di gruppo e per diffondere e discutere su temi a noi cari, come il viaggiare lento e a basso impatto ambientale, l’eco-turismo, la mobilità alternativa, il viaggio come momento di conoscenza, incontro, scoperta. Durante il tragitto, avremo la possibilità di ammirare bellissimi paesaggi, visitare piccoli borghi nascosti, incontrare persone del luogo e conoscerci tra noi. Organizzeremo workshop, conferenze, aperitivi, letture e spettacoli teatrali". Per il secondo anno infatti, Altri Mondi Bike Tour, presenterà in alcune tappe, lo spettacolo di divulgazione scientifica e giocosa sulle meraviglie del Pianeta portando un messaggio amore e rispetto per la Terra.
Se vuoi unirti al BikeTour, vedi il Sito web o la pagina  Facebook        
 

Vuoi saperne di più sulla decrescita? Scopri il libro di Terra Nuova "Immaginare la società della decrescita"

Decrescita è un termine ormai entrato nel vocabolario mass mediatico, che però spesso ne banalizza il significato e i presupposti. Questo volume intende contrastare eccessive semplificazioni, pur mantenendo un linguaggio semplice e accessibile, e prova a prefigurare le caratteristiche di un nuovo modello sociale in cui sia stato superato il paradigma della produzione e del consumo di massa. Nel libro ogni autore propone un tema e un approccio, rendendo concreta la molteplicità di accezioni e implicazioni che una scelta improntata alla decrescita porta con sé. Bruna Bianchi si interroga sul ruolo delle donne, oggi e in una futura società post-sviluppista, illustrando il contributo reale che molte stanno già fornendo. Paolo Cacciari suggerisce di porre al centro del vivere il rispetto dei beni comuni, cioè la condivisione delle risorse e dei beni, oltre il paradigma lavorista e produttivista. Adriano Fragano si confronta con l'eticità delle nostre scelte quotidiane, da quelle relative all'educazione e all'impiego della tecnologia a quelle che riguardano il rapporto con le altre specie e con l'ambiente naturale. Infine, Paolo Scroccaro offre una rassegna dei concetti e delle tematiche che più possono aiutarci nella transizione al doposviluppo, che implicherà tra l'altro l'uscita dall'antropocentrismo che oggi caratterizza la nostra società.
In coda al libro 20 FAQ analizzano le parole chiave della decrescita, offrendo anche un'utile bibliografia per chi intenda approfondire questo pensiero e pratica di vita. Continua a leggere...

di Francesca Guidotti


Forse ti interessa anche:

Posta un commento