CicloVia Francigena: segnati i primi 150 km, il viaggio fino a Roma

È iniziato il posizionamento di oltre 3000 segnavia bianco-azzurri lungo 1000 km di percorso ciclabile della Via Francigena. Entro giugno sarà interamente segnalato il più lungo itinerario ciclistico d’Italia.

19 Maggio 2016

Grazie alla campagna di crowfunding - lanciata dallo Slow Travel Network e da SloWays, che ha permesso di raccogliere i fondi necessari per il progetto CicloVia Francigena, è partito il viaggio per posizionare la segnaletica dal Colle del Gran San Bernardo a Roma.

Il progetto CicloVia Francigena è indirizzato ai tanti ciclisti, sia italiani che stranieri, che vogliono percorrere su due ruote il tratto italiano della Via Francigena. In seguito al lavoro di tracciatura della via è attualmente possibile usufruire di mappe e itinerari GPS, scaricabili gratuitamente dal sito www.viafrancigena.bike . Il percorso è asfaltato per circa il 70% e i tratti su sterrato per la maggior parte sono su “strade bianche” con fondo stabilizzato, per evitare i tratti impraticabili per le biciclette.

Grazie agli oltre 170 donatori - cittadini, viaggiatori, cicloturisti, enti e associazioni che hanno sostenuto la campagna di finanziamento - è partita la seconda fase del progetto, il posizionamento di oltre 5000 segnavia lungo 1000 km - in media un segnale ogni 200 metri di percorso.

I primi 150 chilometri di pianura, in Lombardia e Emilia-Romagna, da Palestro a Piacenza, sono stati completati da Alberto Conte, fondatore di Sloways e Movimento Lento e da Stefano Mazzotti, esperta guida escursionista, che ripartirà nei prossimi giorni per lavorare sul percorso, superando il passo della Cisa e proseguendo per Toscana e Lazio.

Il lavoro di segnalazione si completerà entro la fine di Giugno: verranno posizionati i segnavia bianco-azzurri (fascette a nastro e adesivi tondi) lungo il percorso e ad ogni incrocio, per indicare la direzione da seguire.

Le comunità locali, i viaggiatori, turisti italiani e stranieri potranno usufruire del più lungo itinerario ciclabile in Italia provvisto di segnaletica. Una buona notizia per chi intende esplorare e intraprendere, beneficiando della bella stagione, un viaggio in bici seguendo il fascino della Via Francigena.

Stefano Mazzotti racconta così la sua esperienza: “Mi muovo lungo il percorso utilizzando uno strumento GPS e una bicicletta pieghevole equipaggiata con borse che contengono i segnavia, compiendo tappe medie di 50 km al giorno. Il tratto lombardo della CicloVia Francigena è stato completato con centinaia di segnavia, completando tre tappe, attraversando il Po e arrivando a Piacenza. Ora inizia uno dei tratti più difficili e più scenografici, il Passo della Cisa che dalla pianura porta fino a 1000 m. di quota”.

I PROMOTORI 

CicloVia Francigena è un progetto per la mobilità ciclistica della Via Francigena promosso da Slow Travel Network. Il network nasce dall’esperienza del Movimento Lento, associazione che da anni si occupa di comunicazione e divulgazione culturale nel settore del viaggio lento, alla quale si sono affiancate realtà con grande esperienza nella comunicazione e marketing territoriale, nell’organizzazione di viaggi e di eventi come lo Slow Travel Fest. Oltre a il Movimento Lento, le aziende Itineraria, Ciclica, S-Cape Travel, SloWays costituiscono una rete che collabora per diffondere la cultura del viaggio a piedi, in bicicletta e con altri mezzi di trasporto sostenibile.

di Terra Nuova

Posta un commento