Abitare collaborativo: una risorsa per l'Italia!

Per il terzo anno consecutivo, Acmos aderisce al Mese europeo dell’abitare collaborativo e lo fa attraverso il viaggio. Ecco il video della loro esperienza al cohousing Il Fragolone-La Mura San Carlo, e a Vernazza, a casa di Dorette Deutsch, giornalista esperta di cohousing in Europa.

11 Giugno 2018

Le giornate a porte aperte dell'Abitare collaborativo in Europa hanno raggiunto la terza edizione, con l'adesione di oltre venti realtà tra cohousing ed ecovillaggi taliani che si sono uniti alle centinaia di iniziative in tutta Europa.

Anche quest'anno, la Carovana Acmos è partita per il suo viaggio alla scoperta di modi "altri" di vivere. Quest'anno la scelta si è orientata verso il cohousing Il Fragolone-La Mura San Carlo (Bo), e a Vernazza (Sp), a casa di Dorette Deutsch, giornalista esperta di cohousing in Europa.

Acmos , acronimo di Aggregazione, Coscientizzazione, MOvimentazione Sociale, è un'associazione di promozione sociale nata nel 1999 a Torino e oggi attiva in diverse parti di Italia. La sua finalità è promuovere il protagonismo giovanile e l'educazione alla cittadinanza e alla legalità nelle scuole. Durante il proprio percorso, Acmos ha dedicato attenzione al tema dell'abitare sociale dal quale è scaturito l'ambito DAI - diventare adulti insieme, la realtà che comprende i progetti di coabitazione solidale, ritenute

"lo strumento attraverso il quale testimoniare con le scelte di vita, a partire dalla casa, la volontà di stare vicini gli uni agli altri, in spirito di accoglienza verso le persone che si incontrano e con il preciso obiettivo di incidere positivamente all’interno dei territori che animiamo" (Fonte: sito Acmos).

Dal viaggio è scaturito un breve video, gentilmente concesso a Terra Nuova e i suoi lettori, che riporta i contenuti e le riflessioni principali sull'abitare collaborativo.
Per info e contatti Acmos: isabella.spezzano@acmos.net

" title="Link a
" >

di Francesca Guidotti


Forse ti interessa anche:

Posta un commento