Digiuno per depurare il latte

La lista degli inquinanti intrauterini si allunga ogni giorno di più, così per semplificare i termini del problema punteremo l'attenzione sull'inquinamento prenatale e su quello del latte materno. Il motivo?

23 Dicembre 2002



La lista degli inquinanti intrauterini si allunga ogni giorno di più, così per semplificare i termini del problema punteremo l'attenzione sull'inquinamento prenatale e su quello del latte materno.

Il motivo? Semplice, sono scatenati dagli stessi agenti: i prodotti liposolubili. In ogni caso, va sottolineato che la contaminazione intrauterina si verifica in uno stadio precoce dello sviluppo umano ed allora è, anche se teoricamente, una preoccupazione più seria.

La differenza? Il trasferimento degli inquinanti attraverso la placenta è inevitabile: dove è implicato il nutrimento del bambino, c'è una scelta fra il latte umano e la formula chimica dei grassi. Nelle formule i lipidi del latte sono sostituti da lipidi di origine vegetale con un contenuto trascurabile di Pcb e diossina. Ma attenzione, secondo i risultati di uno studio condotto da alcuni ricercatori olandesi i ben conosciuti vantaggi dell'allattamento al seno superano i rischi legati all'inquinamento del latte materno.

In un periodo in cui nuovi dati sono pubblicati ogni giorno, i nostri lettori non specializzati dovrebbero almeno ricordare che tutti questi inquinanti, immagazzinati nei tessuti adiposi materni, sono trasferiti al bambino via placenta e con il latte materno in una fase critica dello sviluppo del piccino.

Fare chiarezza
Mettiamoci al posto di una donna informata che pensi di avere un bambino, qualsiasi sia il suo modo di vivere sa che, purtroppo, ha accumulato nei suoi tessuti adiposi diossina, Pcb e altri inquinanti che potrebbero incidere sullo sviluppo del proprio bambino durante una fase che è chiamata "periodo primario".

Oggi le donne che desiderano avere un bambino si trovano in una situazione senza precedenti. Vediamone il perché. Il fegato umano è incapace di dettossificare prodotti chimici ai quali non era stato mai esposto durante milioni di anni di evoluzione. Dunque, occorre inventare nuove strategie. L'unico approccio razionale che è possibile offrire nel prossimo futuro è incentrato sulla "mobilizzazione dei lipidi". Traducendo, rinnovare le scorte dei grassi.

Questa è la base del nostro programma di preparazione preconcezionale. E in effetti è inconfutabile che il primo passo per rinnovare i grassi è di ridurre l'ammontare di quelli immagazzinati e perciò perdere peso. E' abbastanza noto che la perdita di peso durante i primi giorni di digiuno rischia di essere drammatica: la mobilizzazione degli inquinanti liposolubili con il digiuno è stata confermata da esperimenti su animali diversi come topi, pipistrelli e piccioni.

L'esercizio è un altro meccanismo che tende a mobilizzare i grassi accumulati, gli effetti complementari dell'escrezione extrarenale di inquinanti attraverso iperemia e sudore sono stati studiati da lungo tempo, dopo la mobilizzazione dei lipidi, la vitamina C, niacina ed altri componenti del complesso B e minerali tipo lo zinco possono avere un effetto detossificante.

Strategie vincenti
Che fare? Innanzitutto assumere un cocktail di succhi e bagni di vapore, come prevede il nostro programma di disintossicazione. L'obiettivo non è infatti la semplice perdita di peso. Anzi, la maggior parte delle donne dovrebbe riacquistarlo in pochi giorni, e per scongiurare inutili rischi il consiglio è di ripetere un digiuno di due giorni, una volta al mese

Poi è necessario un incontro preliminare, prima che il corso inizi, tanto per fare un esempio, non accettiamo donne con malattie metaboliche, come il diabete insulino dipendente. La controindicazione principale? Il rischio per la donna di rimanere incinta prima, durante o immediatamente dopo l'incontro. Idealmente le donne, quando iniziano il corso, dovrebbero essere all'inizio del ciclo mestruale, rimanendo inattive sessualmente sino all'arrivo della prossima mestruazione.

di Michel Odent

Digiuno per depurare il latte
  • Attualmente 1.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 1.3/5 (7 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!