"Non solo ciripà" scrive al ministro Grillo: «Si favorisca la diffusione dei pannolini lavabili»

L'idea è stata dell'associazione nazionale "Non solo ciripà", che ha scritto al ministro della salute Giulia Grillo per chiedere che il Ministero formuli e diffonda linee guida per l'igienizzazione corretta dei pannolini lavabili. «Sarebbe utilissimo per dissipare le resistenze che ancora ci sono” spiega la presidente dell'associazione Valentina Buonavoglia.

17 Luglio 2019

L'idea è stata dell'associazione nazionale "Non solo ciripà" , che ha scritto al ministro della salute Giulia Grillo per chiedere che il Ministero formuli e diffonda linee guida per l'igienizzazione corretta dei pannolini lavabili. «Sarebbe utilissimo per dissipare le resistenze che ancora ci sono” spiega Valentina Buonavoglia, presidente dell'associazione nata nel 2010 da un gruppo di genitori presenti in tutta Italia, che per i loro figli hanno scelto di utilizzare i pannolini lavabili ed ora sono impegnati nella diffusione di questa buona pratica.

La lettera è stata inviata, oltre che al ministro Grillo, anche per conoscenza agli Assessori regionali alla salute.
«Dal 2010 ad oggi i genitori che scelgono di utilizzarli sono in progressivo aumento, sebbene ancora non significativamente rilevanti - scrive Buonavoglia nella lettera - Dal sito del Ministero della salute i neogenitori hanno la possibilità di scaricare un opuscolo riguardante le primissime cure del neonato, è stato molto incoraggiante leggere il suggerimento per l’utilizzo dei pannolini in tessuto. Siamo convinti che delle linee guida per la corretta igienizzazione dei pannolini lavabili consultabili e scaricabili dal sito del Ministero potrebbero favorire il dissiparsi di ingiustificate resistenze in merito alla scarsa igiene di questa pratica».

La corretta igienizzazione dei pannolini lavabili

«Riceviamo quotidianamente email di genitori che non si vedono supportati nella loro scelta né dai pediatri né dalle direzioni degli asili nido - prosegue la lettera - riteniamo che un impegno da parte del Ministero per una buona “Pratica di igienizzazione dei lavabili” potrebbe:
1. aiutare i genitori a legittimare la propria scelta
2. aiutare le amministrazioni regionali nel fornire corrette indicazioni di gestione dello stoccaggio di pannolini di proprietà dei bambini frequentanti i nidi o ancora prevedere la possibilità che il nido utilizzi in maniera esclusiva i pannolini lavabili per tutti i frequentanti (come già successo in Emilia Romagna).
In questi anni qualche ASL ha predisposto dei protocolli per la gestione nei nidi, ma si tratta di realtà isolate; serve un’azione di sistema.
La disponibilità dell’Associazione Non solo ciripà nel fornire supporto per quanto in nostra conoscenza è massima».

Ora l'associazione attende una risposta dal ministro.

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento