Pasta senza glutine: ecco tutti i tipi in commercio

La celiachia non è più un tabù, ma qualcosa di conosciuto con il quale si può serenamente convivere. È così da molto tempo, da quando sempre più persone si sono accorte di essere sensibili al glutine. Per chi soffre di questo disturbo i sintomi sono ben noti, tra i principali ricordiamo il gonfiore e il dolore addominale, la stanchezza cronica e la perdita di peso.

23 Settembre 2019

Per capire meglio di cosa si tratta è possibile definire la celiachia come una reazione immunitaria al glutine.

In commercio esistono numerosi tipi di pasta senza glutine, pensati per i celiaci ma anche per chi desidera variare la propria alimentazione. È importante sapere che esistono numerose marche che producono questi prodotti, tra quelle più scelte c’è la pasta senza glutine Felicia che propone il giusto apporto di calorie e proteine.

La scelta della tipologia dipende semplicemente dal gusto personale di ognuno e l’acquisto si può effettuare non soltanto nei negozi specializzati gluten free, ma anche nei comuni supermercati che da tempo si sono organizzati per far fronte a una richiesta sempre più importante, considerando i molti casi di celiachia.

Tipi di pasta gluten free

Non soltanto i classici tipi come la pasta di riso, in commercio oggi è possibile trovare moltissime varianti gustose e originali per concedersi un momento di piacere per il palato. Vediamo insieme quali sono i tipi che si possono acquistare.

- Pasta di riso integrale. Parliamo di quella più tradizionale. Quella a cui tutti siamo abituati a pensare quando parliamo di gluten free. 100 grammi di questa pasta apportano all’organismo 352 calorie, 25 grammi di proteine e 48 grammi di carboidrati.

- Pasta di lenticchie. Preparata esclusivamente con la farina di lenticchie senza l’aggiunta di quella di grano, questa pasta è ideale per una dieta senza glutine anche per la sua ricchezza di fibre e di proteine.

- Pasta di quinoa. La quinoa, ottima fonte di proteine vegetali, è da tempo un ingrediente molto utilizzato anche nelle cucine italiane. Solitamente la pasta viene preparata con questa farina con l’aggiunta di farina di mais e di riso. 100 grammi apportano nel nostro organismo 356 calorie, 8 grammi di proteine e 77 grammi di carboidrati.

- Pasta di mais. Anche qui ci troviamo di fronte a un “classico” per celiaci. Solitamente viene prodotta con farina di mais da agricoltura biologica. È possibile trovare questa pasta senza glutine in diversi formati come penne, fusilli, spaghetti e non solo.

Consigli sulla cottura

Nonostante la pasta senza glutine abbia raggiunto livelli qualitativi elevati, presenta ancora differenze di cottura con quella tradizionale. Per questo è importante seguire alcuni consigli per una perfetta riuscita del piatto. Quali? Eccoli.

Per prima cosa è necessario cuocere questa pasta in abbondante acqua, maggiore di quella usata per la pasta con il glutine. Durante la cottura è bene mescolate poco e con attenzione. Altro accorgimento utile è quello di anticipare i tempi di cottura indicati sulla confezione in modo da evitare che risulti troppo gommosa. Se dovesse risultare troppo al dente basterà farla riposare a fuoco spento per qualche minuto e il risultato sarà quello cercato.

di Sergio Tonon

Posta un commento