Gismondo dell'ospedale Sacco: «Coronavirus, è folle scambiarlo per pandemia letale»

La dottoressa Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze, laboratorio dell'Ospedale Sacco di Milano, attacca l'allarme sul coronavirus: «Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale. Non è così. Guardate i numeri».

23 Febbraio 2020

«Mio bollettino del mattino. Il nostro laboratorio ha sfornato esami tutta la notte. In continuazione arrivano campioni. A me sembra una follia. Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale. Non è così. Guardate i numeri. Questa follia farà molto male, soprattutto dal punto di vista economico. I miei angeli sono stremati. Corro a portar loro la colazione. Oggi la mia domenica sarà al Sacco. Vi prego, abbassate i toni! Serena domenica!». Così, i n un post su Facebook, Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze, il laboratorio dell'Ospedale Sacco di Milano in cui vengono analizzati da giorni i campioni di possibili casi di coronavirus Covid-19 in Italia.

La dottoressa rilancia le sue dichiarazioni sempre dalla sua pagina Facebook: «Leggete! Non è pandemia! Durante la scorsa settimana la mortalità per influenza è stata di 217 decessi al giorno! Per Coronavirus 1!!!». Molti i commenti positivi sotto i suoi post, a fronte di altri in cui viene attaccata.

Fonte: Il Mattino

Riportato anche da Il Sole 24 Ore, Ansa , Huffington Post e altri

di Terra Nuova