Il suono che cura

Negli ultimi anni in Italia si stanno esplorando interessanti possibilità in ambito sonoro per disintossicarci dall'inquinamento acustico, ricreando in noi una sana capacità di ascolto e un buono stato di salute. Vi presentiamo l'articolo "Il suono che cura".

28 Marzo 2012
Il suono che cura
Approfondiamo l'argomento con il maestro Fabio Pianigiani, musicologoe compositore senese, responsabile del dipartimento di suonoterapia presso la Scuola di agopuntura della città di Firenze e docente nel corso di counseling relazionale spirituale del Centro studi Bhaktivedanta.

Fabio, puoi spiegarci com'è nata in te l'esigenza di approfondire lo studio sul suono, che poi ha trovato espressione nelle tue lezioni-concerto sull'arte dell'ascolto?
Ho attraversato diverse esperienze in trent'anni di attività musicale, e oggi nella musica ricerco un significato arcaico, quello che viene da dentro e crea un ponte tra cielo e terra. Mi sono chiesto qual è il senso della musica, perché è nata e perché produciamo suoni da far ascoltare agli altri. L'aspetto del suono che mi ha sempre attratto è quello vibrazionale; per questo ho iniziato da qualche anno una ricerca nel campo delle frequenze sonore. La svolta nella mia vita di uomo e artista è stato l'incontro con il professor Ferrini, presidente e fondatore del Centro studi Bhaktivedanta. Attraverso un percorso di studio teorico e pratico della cultura vedica, collegato con un aspetto trascendente come la Bhakti, ho compreso il senso profondo del suono come «vibrazione sonora», che raggiunge e influenza il nostro inconscio.
Purtroppo nella nostra società stiamo pericolosamente perdendo la capacità di ascolto, con gravi conseguenze sul piano individuale e sociale. Le lezioni-concerto che propongo, aperte a tutti, nascono come sperimentazioni incentrate proprio sull'arte dell'ascolto; il mio scopo è rieducare l'orecchio e renderlo capace di decodificare i messaggi musicali.
Vorrei sensibilizzare e promuovere la conoscenza di una terapia diversa dalla musicoterapia, in cui la dimensione spirituale del suono può non solo curare, ma anche favorire la comunicazione attraverso una trasversalità di linguaggi, divenendo fonte di aggregazione e interculturalità.

L'esposizione a una cattiva qualità di suoni può danneggiare il nostro stato di salute. Per questo ci viene in aiuto il «paesaggio sonoro»: puoi spiegarci meglio di cosa si tratta?
La fisica ci ha dimostrato che il suono è una vibrazione, e che ogni corpo in movimento emette un suono; pertanto tutti i nostri organi vibrano, assieme alle cellule, alle molecole del DNA e agli atomi. L'orecchio umano è capace di percepire solo una ristretta gamma di suoni, ma esiste tutto un mondo di frequenze che noi non percepiamo, che però raggiungono in profondità le nostre strutture cerebrali, portando a progressive modificazioni inconsce...

La versione completa dell'articolo "Il suono che cura" è disponibile nel mensile Terra Nuova Aprile 2012 acquistabile anche come eBook.

La nostra rivista: TERRA NUOVA 

Abbonati a Terra Nuova

Acquista l'ultimo numero della rivista

Leggi on line la copia omaggio integrale della nostra rivista 




Libri Medicina Naturale:

- Prostata: cure naturali e alimentazione
- Osteoporosi senza medicine
- Alimentazione e menopausa
- Erbario della salute
- Curarsi con il cibo
- Scegli la salute
- ABC dell'alimentazione naturale
- Guida ai rimedi naturali

di Silvia Carri

Posta un commento