Le Medicine Non Convenzionali in Parlamento

Complessivamente nelle varie legislature che si sono succedute, dal 1986 sono state presentate a vario titolo circa una ventina di proposte di legge sulle MNC.....

24 Luglio 2007



La popolazione che in Italia utilizza le MNC secondo alcune rilevazioni:

>> ISTAT (1996-99): 9 milioni = 15,5% della popolazione;
>> DOXA (2003): 23% della popolazione;
>> ISPO (2003) il 65% della popolazione ha dimestichezza col termine MNC e le conosce;
>> FORMAT (2003) il 31,7% vi ha fatto ricorso almeno una volta; il 23,4% le utilizza regolarmente;
>> CENSIS poco meno del 50% le considera utili, più del 70% vorrebbe che fossero rimborsate dal Servizio Sanitario Nazionale, il 65% circa vorrebbe un maggior controllo da parte delle autorità sanitarie;
>> Menniti-Ippolito et al. (Annali Ist. Sup. Sanità 2004) su un campione di 52.332 famiglie per un totale di 140.011 individui, l'utilizzo di MNC da parte della popolazione italiana in un triennio è stato di almeno il 15,6% (Omeopatia 8,2%, Trattamenti manuali 7,0%, Fitoterapia 4,8%, Agopuntura 2,9%, altre MNC 1,3%);
>> EURISPES (Rapporto Italia 2006) circa 11 milioni gli italiani che ricorrono alla Medicina Omeopatica.

La Commissione Igiene e Sanità (XII) del Senato ha assegnato al Sen. Daniele Bosone (L'Ulivo) il compito di relatore di un testo unificato di iniziativa parlamentare sulle MNC dei seguenti disegni di legge: Silvestri (478), Massidda (447), Consiglio Regionale Emilia-Romagna (848), Ripamonti (993), Tomassini (1126) Cursi (1569),

In XV Legislatura sono stati finora presentati i seguenti progetti di legge/disegni di legge sulle MNC:

>> progetto di legge On. T. Pellegrino (Verdi): Atto Camera 1708
>> disegno di legge sen. N. Ripamonti (Verdi): Atto Senato 993;
>> disegno di legge sen. N. Ripamonti (Verdi): Atto Senato 1245
>> disegno di legge sen. G. Silvestri (Verdi): Atto Senato 478
>> progetto di legge On. G. Stucchi (LN): Atto Camera 996
>> progetto di legge On. F.P. Lucchese (UDC): Atto Camera 874
>> disegno di legge sen. P. Massidda (FI): Atto Senato 459
>> disegno di legge sen. P. Massidda (FI): Atto Senato 447
>> progetto di legge Regione Emilia-Romagna (Cons. Reg.le Gianluca Borghi)rubricato come Atto Senato 848 e come Atto Camera 13118
>> progetto di legge On. F. Grillini (SD): Atto Camera 1590
>> progetto di legge On. K. Zanotti (SD): Atto Camera 1190
>> disegno di legge sen. A. Tomassini (FI): Atto Senato 1126
>> disegno di legge sen. C. Cursi (AN): Atto Senato 1569

Il Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali in Italia ritiene qualificanti per la futura legge sulle MNC i seguenti 22 punti:


1. Il riconoscimento del pluralismo scientifico
2. Il riconoscimento delle MNC di area medica, odontoiatrica e veterinaria
3. Il riconoscimento della "doppia libertà", di scelta terapeutica del singolo e di cura da parte del medico
4. Il riconoscimento che la formazione post-laurea nelle MNC è stata condotta in Italia dagli istituti privati di formazione
5. L'inserimento dell'insegnamento delle MNC nelle università italiane
6. Il percorso formativo minimo obbligatorio deve essere uguale per tutte le discipline: triennale di almeno 500 ore di lezione frontale e 100 ore di pratica clinica supervisionata e certificata
7. Il percorso formativo post-laurea per conseguire il titolo di "esperto", triennale per ogni singola disciplina, può essere svolto sia dalle università chiamate pertanto ad istituire i relativi corsi di formazione, col vincolo di avvalersi dei docenti degli istituti privati accreditati.
8. L'equipollenza del titolo formativo tra università e istituti privati di formazione

di Paolo Roberti di Sarsina

Le Medicine Non Convenzionali in Parlamento
  • Attualmente 4 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.1/5 (7 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!