Lo smog trasforma il colesterolo

Respirare lo smog delle automobili incide sulla salute delle arterie. Secondo una ricerca americana il colesterolo buono diventa velocemente cattivo, alterando le proprietà cardiovascolari protettive

21 Maggio 2013

C'è un colesterolo cattivo (LDL) e un colesterolo buono (HDL), importante per l'organismo che si attiva mediante l'esercizio fisico e una buona alimentazione. Uno studio della University of California di Los Angeles pubblicato sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology ha però dimostrato che il colesterolo buono può cambiare faccia a causa dell'inquinamento. A quanto pare respirare le emissioni dei veicoli a motore innesca cambiamenti nel colesterolo HDL, alterando le sue proprietà cardiovascolari protettive che contribuiscono a scongiurare le ostruzioni delle arterie.
Gli scienziati hanno scoperto il problema sperimentando gli effetti dei gas di scarico dei veicoli su delle cavie. Dopo due settimane di esposizione alle emissioni dei veicoli, i topi mostravano danno ossidativo nel sangue e nel fegato, un danno che non era invertito dalla successiva esposizione per una settimana all’aria filtrata. “Si tratta del primo studio che mostra che gli inquinanti atmosferici promuovono lo sviluppo di colesterolo HDL disfunzionale e pro-ossidativo, il che potrebbe essere uno dei meccanismi con cui l’inquinamento induce coaguli arteriosi che portano a malattie cardiache e ictus”, ha spiegato all’agenzia di stampa Agi, David Geffen, che ha condotto la ricerca.

di Dario Scacciavento

Posta un commento